in

European LeMans Series: a Imola Dunlop vince tutto

Tempo di lettura: 2 minuti

La tappa della quattro ore di Imola dell’European LeMans Series (ELMS) è iniziata sotto il sole, ma verso la fine corsa la pioggia ha costretto la safety car in pista per quasi un’ora. Le squadre LMP2 di Dunlop hanno lottato duramente contro la concorrenza e sono state premiate con i primi cinque posti.

La vettura N°46 Thiriet By Tds Racing (Oreca-Nissan) ha vinto nella categoria maggiore, mentre G-Drive Racing (Gibson-Nissan) ha terminato al secondo posto, così da aumentare il proprio vantaggio nella serie. La Dragonspeed Racing (Oreca-Nissan) ha conquistato il terzo posto dopo una bella gara, dopo un inizio pole position. La gara è stata serrata con tempi notevolmente ridotti rispetto allo scorso anno, il miglior giro di Nicolas Lapierre (1,34.799), è stato quasi due secondi più veloce rispetto al 2015.

La pioggia, caduta pesantemente, ha sostanzialmente concluso i sorpassi in pista, dopo che alcuni pit-stop per cambiare le gomme slick hanno alterato l’ordine di gara di alcune squadre. Il leader nella categoria LMGTE, come per LMP2, è tuttavia rimasto invariato: la Porsche numero 77 di Proton Competition ha preso la vittoria di classe dopo una gara dominante. JMW Motorsport (Ferrari 458 Italia) ha ottenuto i primi punti della stagione per il secondo posto, mentre AT Racing, anche’essa Ferrari, ha ottenuto il terzo piazzamento ed ha aumentato il vantaggio in classifica.

Nella categoria LMP3 la United Autosports ottine due successi su due, a Imola dopo Silverstone.

A vincere sono soprattutto i pneumatici

Durante le tre ore di gara asciutta, i team LMP2 hanno utilizzato le due mescole disponibili (morbide e medie) con una strategia volta ad allungare la durata delle stesse. Le squadre di classe LM GTE per optato per la “durezza” media, poi la pioggia, inizialmente solo su parte della pista, ha bagnato Imola per quasi un’ora al termine della competizione. Alcune squadre hanno adottato l’opzione della gomma intermedia, ma l’incessante perturbazione ha fatto virare la strategia verso gomme completamente da bagnato. Il lungo periodo di safety car, in risposta alla pioggia improvvisa e alle condizioni difficili della pista, hanno impedito qualsiasi ulteriore sorpasso, non senza creare malumori tra i team delle retrovie che speravano in una rimonta finale.

ELMS IMOLA int2

Mike McGregor, Responsabile Testing & Support Dunlop in pista spiega: “Abbiamo avuto un riscontro molto positivo dai team e dai piloti circa le prestazioni degli pneumatici. Allo stesso modo è interessante che nessuno sta prevalendo nella classifica: quel che conta è che nessuno stia, ancora, “scappando” con il titolo nella prima fase del campionato. Dobbiamo dire grazie a tutti i nostri team per l’ottimo weekend di gara. Il prossimo appuntamento, per noi e per le squadre del Campionato del mondo Endurance, è Le Mans. Attualmente sosteniamo alcune squadre che si preparano a lottare per la mitica gara di 24 ore”.

Tornando ad Imola, dopo una gara iniziata sotto il sole, la piogga ha ridotto in parte lo spettacolo, nell’ora finale della competizione. Le squadre LMP2 gommate Dunlop hanno lottato duramente contro la concorrenza e sono state premiate con i primi cinque posti a conferma della bontà delle coperture.

Il prossimo appuntamento del 2016 European Le Mans Series si terrà in Austria presso il Red Bull Ring nel weekend del 16-17 luglio.

Neopatentato

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Suzuki Baleno S | Prova su strada in anteprima

Foto di Gabriele Bolognesi

Nuova Suzuki Baleno | Foto