in

Una Ferrari F40 US SPEC all’asta il prossimo 4 marzo 2022

ferrari f40 us spec
Tempo di lettura: 2 minuti

Un bellissimo esemplare di Ferrari F40 del 1991 sta per essere messo all’asta, a batterlo sarà Gooding & Company. L’asta avverrà negli Stati Uniti d’America, nello Stato della Florida, precisamente ad Amelia Island il 4 marzo 2022. Secondo quanto si apprende, la Rossa sarebbe in perfette condizioni e dovrebbe essere venduta ad una cifra compresa fra 2,4 e 2,8 milioni di dollari.

Ferrari F40 US Spec: evoluzione di un progetto vincente

Quello della Ferrari F40 fu l’ultimo progetto curato personalmente da Enzo Ferrari, in quanto venne ideato per festeggiare il quarantesimo anniversario del Cavallino Rampante. La F40 è una vettura concepita per la strada e non per la pista, nonostante s’ispiri fortemente alla 288 GTO Evoluzione.

A sviluppare il progetto fu l’ingegnere meccanico Nicola Materazzi, il quale fu anche responsabile della realizzazione della Lancia Stratos e della 288 GTO. Nella Ferrari F40 sono rappresentati i valori di Maranello più tradizionali misti a potenza, peso ridotto ed aerodinamicità.

La costruzione venne affidata a Scaglietti, colui che riuscì a sviluppare una carrozzeria con la quale veniva ridotta notevolmente la resistenza. Vennero utilizzati materiali compositi e lo sviluppo fu perfezionato nella galleria del vento. Un grosso alettone spicca sulla parte posteriore, mentre il profilo laterale vanta dei cerchi Speedline da 17” che nascondono freni a disco ventilati Brembo da 13”. Il cofano motore è a conchiglia con fari pop-up, prese d’aria progettate da NACA ed un lunotto in lexan.

La Ferrari F40 US è un esemplare del 1991, uno dei 213 esistenti

L’esemplare che verrà venduto a breve all’asta vanta un motore V8 biturbo da 2.9 litri con trazione posteriore e cambio manuale a 5 rapporti. Ogni cilindro presenta quattro valvole, lubrificazione a carter secco e due turbocompressori raffreddati ad acqua IHI. La potenza sprigionata dall’italianissimo V8 è pari a 478 CV a 7000 g/min e 577 Nm di coppia massima a 4000 g/min. Il telaio è realizzato con tubolare in acciaio ed una configurazione delle sospensioni a doppio braccio oscillante. Il peso è stato ridotto al minimo grazie all’utilizzo di compositi in fibra di carbonio sul pianale, sul cruscotto, sulla paratia anteriore ed in altre zone. In totale la supercar pesa solo 1100 kg.

A Maranello sono stati costruiti solamente 1315 esemplari della F40, ma la vettura all’asta è una delle sole 213 unità costruite secondo le specifiche statunitensi. Tinteggiata all’esterno con il celebre Rosso Corsa, all’interno c’è Stofa Vigogna. Questa Ferrari F40 dispone di sospensioni non regolabili, convertitori catalitici ed aria condizionata.

Stando a quanto comunicato, il veicolo è stato consegnato nuovo nel settembre del 1991 al suo primo proprietario di Hickory (Carolina del Nord) tramite Foreign Cars Italia. Il primo cambio di proprietà è avvenuto nel 2013, fu allora che il bolide Made in Italy venne sottoposto ad una manutenzione completa che ha visto anche la sostituzione di tutti i fluidi. L’ultimo passaggio di proprietà è datato 2018, un collezionista se ne impossessò tramite Ferrari of Long Island.

La catalogazione riporta che questa Ferrari F40 ha percorso appena .6081 km ed inoltre dispone della certificazione Ferrari Classiche.

Fonte: Gooding & Company

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Guerra al Diesel

    La Germania cerca di salvare i motori termici con i carburanti sintetici

    Alfa Romeo Giulia GTAm Wagon: un render che fa sognare