in

Fiat eDucato: tutta la tecnica sul veicolo elettrico [FOCUS TECNICO]

Tempo di lettura: 6 minuti

Nel 2021 il Fiat Ducato compie il quarantesimo anno di commercializzazione e si è affermato come uno dei leader di mercato con una progressione continua, culminata con la posizione di Best Seller tra tutti i veicoli commerciali – tutti i segmenti inclusi – in Europa, raggiunta nel 2020. Un successo che si affianca al ruolo ovunque riconosciuto di miglior veicolo di base per la trasformazione in camper e veicolo più venduto nel segmento per il sesto anno consecutivo, frutto di una storia di continue evoluzioni di prodotto che hanno sempre anticipato i bisogni dei clienti. Con le sue 400 configurazioni risponde alle esigenze di tutti gli operatori professionali, dalle flotte per il trasporto merci alle imprese edili, dagli artigiani ai fornitori di servizi municipali.

Per l’evoluzione del veicolo da lavoro best seller da ben 40 anni, Fiat Professional ha svelato la versione definitiva del Ducato elettrico, o BEV (Battery Electric Vehicle). La versione a zero emissioni di Ducato, affiancherà il Ducato Natural Power a metano nell’offerta di trazioni alternative ai più classici motori endotermici.

Fiat E-Ducato 2021: il tanto atteso modello full electric di Fiat Professional pensato sia per il trasporto di persone sia per il trasporto merci, per il primo e l’ultimo miglio. Una svolta importante che segue i debutti degli LCV di marche concorrenti e che porterà E-Ducato ad avere una gamma completa che vede più versioni disponibili non solo a livello di allestimenti bensì di dimensioni della batterie, con percorrenze che variano da un minimo di 235 a un massimo di 370 chilometri in ciclo urbano (WLTP). 

Spazio e versatilità, ma con un “cuore” elettrico

Grazie alla sua architettura originaria “all forward” tutto avanti, senza compromessi e ingombri nella parte inferiore del telaio e con una ampia distanza tra i longheroni, il nuovo modello può alloggiare in maniera ottimale le batterie sotto il pavimento, lasciando intatta la capacità di carico che va da 10 a 17 metri cubi di volume e quasi 2 tonnellate di peso. Altri evidenti vantaggi sono l’ottimale distribuzione dei pesi e l’abbassamento del centro di gravità, che migliora l’handling del veicolo in ogni condizione di carico.

E-Ducato è in grado di raggiungere prestazioni equivalenti a quelle delle versioni equipaggiate con motori diesel, grazie ad un motore elettrico con una coppia massima di 280 Nm che eroga fino a 90 kW di potenza (circa 122 cavalli) e un’accelerazione da 0 a 50 km/h in 5 secondi.

Inoltre E-Ducato è stato dotato di una serie di soluzioni modulari, a partire da 2 differenti configurazioni di batterie, da 47 kWh e da 79 kWh – Best in Class per la capacità elettrica installata – e 4 tipi di modalità di ricarica di cui tre disponibili al lancio. E-Ducato, con batterie da 47 kWh, può percorrere fino a 170 km in ciclo WLTP e fino a 235 km in ciclo urbano. Con batterie da 79 kWh le percorrenze salgono a 280 km secondo il ciclo WLTP, equivalenti a 370 km in ciclo urbano, e i tempi di attesa per una ricarica equivalente a 100km di percorrenza non superano la mezz’ora.

In elettrico abbiamo parlato di autonomia ma non di possibilità di ricarica, che varia al variare del caricabatterie fornito dalla Casa: si parla di corrente alternata (AC) da 6,7 kW, 11 kW e 22 kw (quest’ultimo disponibile in un secondo momento) con la possibilità di avere Fast Charge in DC, combinabile con tutti e 3 i caricabatterie AC.

Ancora in tema di flessibilità, va aggiunto che, per soddisfare una gamma di necessità così ampia e diversificata, E-Ducato offre anche il Drive Mode Selector che, in posizione “Normal”, assicura un ottimo bilanciamento tra performance e costi, mentre si può impostare il regime “Eco” per risparmiare energia. Nel caso invece in cui abbiamo a bordo un carico particolarmente pesante o siamo di fronte a una salita impegnativa, la scelta giusta è la modalità “Power”. E-Ducato ha inoltre due funzionalità per salvaguardare la “peace of mind” del conducente:

  • il “Turtle Mode”, simile alla funzione risparmio batteria di un cellulare, che si attiva automaticamente in condizioni di bassa carica, limitando la performance del veicolo e garantendo un’estensione della carica dell’8-10%.
  • il “Recovery Mode”, grazie al quale E-Ducato è l’unico veicolo elettrico che non si ferma mai. Infatti se un modulo batterie non funziona, gli altri continuano a operare garantendo la prosecuzione del lavoro.

Prezzo di acquisto e mantenimento ridotti

In conclusione, la flessibilità del modello, le sue dotazioni best in class e la sua affidabilità costituiscono una garanzia per il suo valore residuo di mercato. Se a questo aggiungiamo che E-Ducato ha costi di manutenzione più bassi di circa il 40% rispetto a un veicolo con motore tradizionale, è possibile prevedere per le principali missioni di utilizzo un costo di esercizio (Total Cost of Ownership, TCO) in linea con quello delle versioni diesel: un grande risultato, che rende il veicolo sostenibile non solo dal punto di vista ambientale, ma anche da quello economico, proponendo una soluzione “Business oriented”.

Infine, il nuovo E-Ducato offre 8 anni o 160.000 km di garanzia per la batteria da 47 Kwh e 10 anni o 220.000 km per la batteria 79 Kwh. La versione elettrica garantirà la continuità nella fase di transizione tra termico ed elettrico con prestazioni analoghe e a un costo equivalente, su un periodo di utilizzo di cinque anni.

La gamma comprende quindi le versioni Van (da 10 a 17 m3), le 4 differenti versioni di E-Ducato Cabinati disponibili in 4 lunghezze e, non ultimo, l’E-Ducato per il trasporto persone che seguirà al lancio della versione per il trasporto merci.

In Italia E-Ducato è in vendita a partire da 42.700€ + IVA in caso di rottamazione. (circa 52.000€) Incluso nel prezzo il programma Top Care by Mopar che prevede manutenzione ordinaria e garanzia estesa fino a 5 anni o 120.000 Km. Inoltre il nuovo E-Ducato sarà disponibile con le formule di noleggio a lungo termine Noleggio Chiaro Light e Be Free Pro.

E-Ducato VS Ducato Diesel: quanto si risparmia?

Con E-Ducato è possibile raggiungere la parity di Total Cost of Ownership (tenendo conto delle attuali condizioni di incentivazione e degli attuali tassi di mercato) rispetto ad un confrontabile veicolo diesel in soli 48 mesi, sulla base di un utilizzo di 20.000 km all’anno.

La Casa ha dichiarato che E-Ducato permette di risparmiare in condizioni di utilizzo reale intorno a 15.000 euro di carburante rispetto una paritetica versione Diesel per una percorrenza di 150.000 km, con costi di manutenzione inferiori di oltre il 40% di un veicolo commerciale diesel di pari dimensioni.

Gli esperti di Fiat Professional ed e-Mobility di Stellantis hanno lavorato a stretto contatto e hanno dato vita a un web tool operativo il cui obiettivo è far conoscere a chiunque sia interessato – in modo particolare a fleet manager e liberi professionisti – i vantaggi della nuova versione elettrica di Ducato. In questo modo sarà possibile essere guidati più facilmente nel percorso di scelta della versione di E-Ducato più adatta a ogni necessità di business.

Una volta creata la flotta, per simularne la mission l’utilizzatore del web tool può inserire in modo facile e guidato le informazioni necessarie: il chilometraggio, la tipologia di percorso, i giorni e le settimane lavorative, il carico medio trasportato, il mix d’uso, la temperatura di utilizzo, gli slot di ricarica disponibili. Non solo: il configuratore può lavorare sulla base dei dati reali acquisiti con la app. La novità permetterà anche a chi gestisce una flotta di Light Commercial Vehicle di simulare l’utilizzo di una flotta 100% elettrica, nell’ottica di una mobilità urbana ed extra urbana sempre più sostenibile ed ecologica ma, allo stesso tempo, con prestazioni elevate e capace di soddisfare le esigenze di aziende e lavoratori.
             

Sempre attento al TCO (Total Cost of Ownership), Fiat Professional Ducato elettrico rappresenta il primo veicolo 100% a batteria del brand di Gruppo FCA. Il Ducato Elettrico è stato concepito e sviluppato partendo da una specifica e dettagliata analisi dell’utilizzo reale cliente, attraverso un anno di acquisizione dati, la quale conferma che oltre il 25% del mercato ha già una completa “BEV Attitude” dal punto di visto di utilizzo, percorso, dinamica e prestazioni e che risulta quindi già “pronta” al cambio di mobilità.

Sono infatti i professionisti che operano in specifiche aree di business ad essere tra i primi interessati e pronti a questa soluzione che potrebbe cambiare l’assetto urbano ed extra-urbano dei veicoli commerciali: dal crescente commercio online, ai servizi postali e di spedizioni, dalla ristorazione a domicilio, al trasporto locale hub-spoke, dalla necessità in genere di avere accesso ai grandi centri urbani, che sempre di più limitano la circolazione a veicoli con trazione tradizionale all’interno dei centri storici, senza contare il numero limitato di chilometri per coloro i quali utilizzano il veicolo nel solo ambito urbano, praticamente la maggioranza.

Connettività per E-Ducato – Le App e i servizi

Particolare importanza è stata data a numerose funzioni attivabili “da remoto”, come My:Fleet Manager, il nuovo servizio di fleet management, incluso per 6 mesi nel prezzo del veicolo grazie ad una speciale promo dedicata a E-Ducato: tramite una piattaforma web, permette ai fleet manager di tenere sotto controllo in tempo reale le principali variabili per la gestione di ogni unità del parco veicoli, come chilometraggio, posizione e aggiornamento della manutenzione, programmi di ricarica e molto altro.

Inoltre, la presenza della Mopar Connect, di serie su tutti gli E-Ducato, offre numerosi altri servizi, come l’assistenza in caso di incidente o guasto (la Box telematica, rilevando la posizione del veicolo, garantisce un intervento tempestivo e mirato 24 ore su 24). Se il veicolo è stato rubato, il sistema potrà localizzarlo ed evitare che venga rimesso in moto, per facilitarne il ritrovamento. Inoltre tramite la mobile app Uconnect LIVE si potrà controllare di aver chiuso le portiere, rintracciare il punto in cui si è parcheggiato e ricevere un alert se il veicolo viene spostato da dove si trovava o se supera il limite di velocità preimpostato.
Sempre tramite la mobile app Uconnect LIVE vengono rese disponibili numerose altre funzionalità, come il my:Car, che permette di controllare da remoto il livello della batteria o la pressione degli pneumatici e di ricevere dei dettagliati report mensili sullo stato del veicolo. Il servizio my:Journey grazie al quale sarà possibile visualizzare e gestire tutti gli spostamenti effettuati; il pacchetto my:eCharge, sviluppato appositamente per E-Ducato, in grado di pianificare la ricarica, trovare, utilizzare e pagare le stazioni di ricarica pubbliche e gestire la ricarica della propria Wallbox connessa.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    enyaq iv

    Skoda Enyaq iV: doppie porte aperte in Italia per il debutto del nuovo SUV

    Nuovo Renault Kangoo

    Renault Kangoo e Kangoo Van 2021: primo contatto, dimensioni, interni, prezzi