in

FlopFlop ......

Incentivi auto: il 2022 non promette bene, solo aiuti ai concessionari in difficoltà

palazzo chigi
Tempo di lettura: 2 minuti

Si sa, la speranza è sempre l’ultima a morire, ma in questo caso sembra ormai prossima ad un lumino. Questa speranza è vedere inseriti gli incentivi auto nella legge di Bilancio 2022, che è ora in discussione al Senato. Nel maxi emendamento, presentato nella notte del 16 dicembre nei palazzi del potere romani, il Governo non ha previsto nemmeno un centesimo da destinare al rifinanziamento dell’ecobonus per gli incentivi automotive, ed è scattato l’allarme.

Incentivi auto 2022: le speranze rimaste

Resta però ancora la possibilità  che vengano presentati altri emendamenti nelle prossime ore, compresi quelli dei relatori della manovra, ma sembra sempre più difficile che vi siano i fondi necessari per la misura. Al contempo, però, è arrivato dall’esecutivo un piccolo contentino per i concessionari. 

Incentivi auto 2022: i fondi in discussione

Sarebbe un fondo da 150 milioni di euro studiato per sostenere “gli operatori economici nel settore del turismo, dello spettacolo e dell’automobile, gravemente colpiti dall’emergenza Covid”.

Durante i primi 60 giorni dall’entrata in vigore della Manovra finanziaria, i ministeri competenti dovranno quindi stabilire le “modalità di assegnazione e le procedure di erogazione delle risorse”.

Ulteriori dettagli saranno disponibili per fine febbraio dell’anno prossimo o di li a poco. Il fondo va comunque ad aggiungersi a quello già previsto per sostenere la “mobilità sostenibile” che è nel conto dalla stessa legge di Bilancio di quest’anno.

Incentivi auto 2022: gli appelli da più player del settore

Se le cose stanno cosi, sembrano parole al vento i proclami del Governo lanciati nelle settimane scorse, ultima è stata l’apertura del ministro allo Sviluppo economico, Giancarlo Giorgetti, che aveva parlato della possibilità di rifinanziare il bonus auto all’interno della Manovra. Allo stesso modo non sono serviti a nulla i tentativi effettuati dalla stessa politica per rimediare alla scelta di Palazzo Chigi. Sono anche rimasti inascoltati gli appelli lanciati più volte dal settore, che aveva chiesto incentivi stabili per sostenere una delle industrie più colpite dalla Pandemia che risulta essere una delle più importanti per l’economia del Paese.

Autore: Alessio Richiardi

Comments

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0

    Mansory Stallone: Shmee ha provato la 812 più pompata di tutte [VIDEO]

    Punto GT Garage Italia Custom

    Buon Natale da Garage Italia: ecco la Punto GT ad hoc per le festività