domenica, 23 Febbraio 2020 - 8:36
Home / Notizie / Pneumatici / Michelin CrossClimate, lo pneumatico per tutte le stagioni

Michelin CrossClimate, lo pneumatico per tutte le stagioni

Tempo di lettura: 4 minuti.

Mentre a Ginevra tutti gli occhi del mondo sono puntanti sul salone internazionale dell’auto, a pochi km dalla capitale Svizzera Michelin ha presentato il suo ultimo nuovo prodotto: gli pneumatici CrossClimate, i primi pneumatici estivi con certificazione invernale.

Secondo Michelin il nuovo CrossClimate è l’espressione più completa della filosofia Total Performance, la strategia che punta a riunire il maggior numero di prestazioni in un solo pneumatico. Una strategia alla base di tutte le attività di Ricerca e Sviluppo del Gruppo. Per fornire le soluzioni più adatte alle attese degli utilizzatori, le innovazioni nascono in seguito a studi approfonditi che permettono di comprendere le abitudini degli automobilisti e di elaborare una risposta sempre precisa e appropriata. È in questa logica che Michelin ha costituito nel 2014 il suo Road Usage Lab da cui lo pneumatico CrossClimate è nato.

Lo pneumatico a livello tecnico

Per il battistrada è stato utilizzato un materiale innovativo, in grado di ottimizzare l’aderenza. Questa mescola specifica dispone della flessibilità necessaria ad aumentare la capacità della gomma di seguire le minime rugosità della strada, con qualsiasi temperatura. Grazie a ciò, il pneumatico Michelin CrossClimate ha potuto quindi ottenere, nell’ambito del sistema di etichettatura europeo, la classificazione A per la frenata sul bagnato.

Michelin CrossClimate 004

Un nuovo materiale, sotto il battistrada, permette di ottimizzare l’efficienza energetica dello pneumatico, grazie alla sua bassa capacità di riscaldamento. Per comprendere meglio questa caratteristica, bisogna sapere che ad ogni giro della ruota e sotto effetto del carico, lo pneumatico si deforma per aderire alla strada. Al momento della deformazione, i materiali che costituiscono lo pneumatico si riscaldano e disperdono energia. Grazie all’introduzione di silice di ultima generazione nella mescola, gli ingegneri Michelin hanno ridotto tale riscaldamento e sono così riusciti a diminuire il consumo di carburante dello pneumatico.

La combinazione di una scultura originale a V, con nuove lamelle 3D ultra-ondulate autobloccanti, permette di ottimizzare l’aderenza sulla neve sia in sollecitazione laterale, grazie all’angolazione specifica della parte centrale della scultura, che in sollecitazione longitudinale, grazie all’angolazione più svasata delle spalle. Le lamelle 3D, di spessore variabile e a geometria complessa, a piena profondità aumentano l’effetto artiglio sulla neve e, quindi, la motricità del veicolo. Le ondulazioni verticali e laterali delle lamelle assicurano una funzione autobloccante: si ancorano infatti fra loro per ottenere una maggiore rigidità dei tasselli della scultura. Il risultato è una migliore stabilità dello pneumatico, indipendentemente dalle forze da cui è sollecitato: forza longitudinale al momento delle frenate e accelerazioni e forza laterale nelle curve, a beneficio della precisione di guida e delle prestazioni su fondo asciutto.

Grazie alla combinazione di tali tecnologie di avanguardia, la rigidità globale della scultura risulta migliorata, favorendo al tempo stesso la precisione di guida su fondo bagnato e la durata dello pneumatico L’abbinamento innovativo dei cianfrini (o tagli obliqui) e delle lamelle ad alte prestazioni. I tasselli smussati determinano una superficie ottimale di contatto al suolo, per migliorare la prestazione di frenata su fondo asciutto.

La nostra prova su strada

Abbiamo testato lungo le strade svizzere la nuova copertura, montata sia su Volkswagen Golf VII che sulla nuova Peugeot 308. Durante il nostro test abbiamo apprezzato la versatilità dello pneumatico, capace da un lato di muoversi agevolmente su neve e dall’altro di mantenere buone prestazioni anche in condizioni più estive. Questa è la principale caratteristica che separa il nuovo Michelin CrossClimate dai tradizionali pneumatici All Season della concorrenza, infatti gli All Season sono coperture che hanno caratteristiche prettamente invernali con la possibilità di essere utilizzati anche d’estate, ma con prestazioni inferiori al CrossClimate come è possibile vedere nel grafico sotto.

confornto-crossclimate

Dall’analisi del TUV SUD è evidente che gli pneumatici All Season disponibili in Europa si rivelano meno efficaci degli pneumatici invernali, in particolare su fondo bagnato dove invece i CrossClimate primeggiano.

A questo punto vi sarà sorta spontanea la domanda, ma questo pneumatico è quello definitivo? Dipende, vi rispondiamo noi. Per quel 65% di automobilisti europei che utilizza gli pneumatici estivi tutto l’anno il Michelin CrossClimate è senza dubbi una soluzione più sicura e prestazionale. Diversamente per quegli automobilisti che già cambiano stagionalmente gli penumatici bisogna fare una distinzione: tra coloro che vivono e viaggiano in città non particolarmente soggette a fenomeni nevosi invernali e coloro che invece amano trascorrere periodi significativi in montagna o vivono in zone a forte rischio neve. I primi potranno sicuramente adottare il nuovo CrossCimate superando l’onere del cambio gomme stagionale, ritenuto da 4 automobilisti europei su 10 un fastidio. Per i secondi invece, anche a seguito del nostro test, ci sentiamo di affermare che l’adozione del pneumatico invernale puro, per superare condizioni estreme di ghiaccio o neve compatta, è consigliabile.

Senza dubbi il nuovo Micheli CrossClimate rappresenterà una soluzione interessante per il parco auto delle flotte aziendali.

Michelin CrossClimate

Prezzi e misure disponibili

A partire dal suo lancio commerciale, previsto nella primavera del 2015, il nuovo pneumatico CrossClimate sarà disponibile in 23 dimensioni distinte, da 15 a 17 pollici, in modo da soddisfare il 70% dei volumi del mercato europeo. Nel 2016 è prevista l’estensione dell’offerta a pneumatici di altre dimensioni e l’introduzione su alcuni modelli in primo equipaggiamento. Per ora quindi non potranno montare questi pneumatici sulle loro vetture quegli automobilisti che guidano auto che montano cerchi di grossa dimensione, solitamente riservati a macchine prestazionali per le quali, nello spirito della filosofia Total Performance, Michelin consiglia il cambio pneumatici per avere sempre il massimo delle prestazioni.

A livello di prezzi lo pneumatico CrossClimate si posizionerà tra gli estivi e gli invernali, con un costo di poco superiore a quello delle coperture estive. 

Loading...

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

convergenza auto

Convergenza: cos’è, come si fa e quanto costa?

Convergenza delle ruote, vi spieghiamo che cos’è e a cosa serve. Ecco come si fa …