giovedì, 27 Giugno 2019 - 9:59
Home / Notizie / Motorsport / Nuova Peugeot 208 R2: la nuova arma dei rally accende il motore
nuova peugeot 208 R2

Nuova Peugeot 208 R2: la nuova arma dei rally accende il motore

Tempo di lettura: 2 minuti.

Non sarà facile replicare i successi della sua progenitrice ma una nuova avventura è iniziata nella regione del Vosgi, in Francia. Nasce così la nuova Peugeot 208 R2, la versione da rally, due ruote motrici, della compatta presentata al Salone di Ginevra 2019. Per essere a norma del regolamento FIA R2C, la nuova leoncina monta il motore PureTech 3 cilindri 1.2 litri.

In realtà, è giusto dirlo, i tecnici di Peugeot Sport lavorano sulla nuova 208 R2 già dall’estate 2018, ben prima che l’auto di serie venisse svelata molti mesi dopo al Salone di Ginevra. L’eredità che è chiamata a raccogliere è semplice: la vecchia 208 da rally è stata prodotta in 450 unità ed è la vettura da rally più popolare mai commercializzata da Peugeot Sport.

Per questo, il capitolato consegnato agli ingegneri era chiaro: realizzare una vettura ad alte prestazioni, affidabile, che offrisse un grande piacere di guida a fronte del costo di utilizzo più competitivo possibile in rapporto alle prestazioni. L’enorme esperienza dei tecnici di Peugeot Sport e le indicazioni di questi primi giri alla guida lasciano presagire che gli obiettivi saranno rispettati.

Il PureTech trova spazio nella nuova piattaforma CMP – la piattaforma comune ai veicoli del segmento B di Groupe PSA – che offre un peso ridotto e una dinamica del veicolo ulteriormente evoluta, per prestazioni ancora più sportive. L’obiettivo è consegnare le prime vetture in tempo per la stagione 2020.

“Sono molto orgoglioso di assistere ai primi giri dell’ultima creatura di Peugeot Sport: la nuova Peugoet 208R2. È un evento importantissimo per Peugeot Sport perché le competizioni clienti sono più che mai la base della nostra attività. Con questa nuova arrivata vogliamo proporre ai nostri Clienti una vettura prestazionale, affidabile, che offre un grande piacere di guida, a fronte di un costo di utilizzo molto conveniente: non c’è motivo di cambiare la formula vincente nella R2!  Ma la miglioriamo grazie al nuovo motore turbo 1,2 litri PureTech che offrirà un sostanziale aumento delle prestazioni. Oggi, iniziamo la nostra fase di test, una tappa importante! L’obiettivo, nei prossimi mesi, sarà accumulare, attraverso le numerose sessioni di prove, il massimo di esperienza e di dati su tutti i tipi di terreno e in tutte le condizioni per definire e convalidare le specifiche tecniche definitive della vettura ed essere pronti ad affrontare la stagione 2020.”


Bruno Famin, Direttore di Peugeot Sport
nuova peugeot 208 R2

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Ferrari in Francia

Ferrari in Francia ringrazia Leclerc, Vettel guarda avanti

Ancora una Ferrari a due facce quella vista in gara, e in prova, sul circuito …