in

Opel Corsa 40 Years: estetica, interni, motori, prezzi, prova in anteprima

Tempo di lettura: 7 minuti

Nei primi anni ‘80, Opel aveva una gamma apprezzata e completa, ma che non attaccava il sempre più grande mercato delle utilitarie da città. Ford con la sua Fiesta, FIAT con le sue 127 e Uno, e Volkswagen con la sua Polo stavano offrendo automobili piccole, semplici ma spaziose e robuste. Per questo, nel 1982 la Casa di Russelsheim lanciò la Opel Corsa, la sua prima piccola utilitaria. All’epoca non poteva saperlo, ma Opel Corsa sarebbe diventata una delle compatte più amate al mondo, con successi in Europa, Asia e Sud America. Per celebrare questo successo, in occasione del quarantesimo compleanno della compatta tedesca nasce la celebrativa Opel Corsa 40 Years.

Si tratta di un’edizione limitata e numerata molto particolare, con rimandi alle Corsa del passato. Capace di una produzione di oltre 14,5 milioni di esemplari tra il 1982 e oggi, Opel Corsa è uno dei modelli più iconici della Casa del Fulmine. Non stupisce quindi che, per questo anniversario, Opel abbia voluto celebrarla. Ci sono infatti dettagli estetici specifici sia dentro che fuori, come gli splendidi sedili che rimandano ad alcune versioni della prima Corsa A del 1982. Opel Corsa 40 Years è disponibile sia in versione 1.2 Turbo a benzina che in versione elettrica. Ed è proprio la Corsa-e da 136 CV la versione che abbiamo provato a Russelsheim, sede centrale di Opel.

Ci saranno solo 1.982 esemplari di Corsa 40 Years, e il prezzo parte da 26.200 euro. Durante la giornata abbiamo anche avuto la possibilità di provare due Corsa storiche, la prima serie Opel Corsa A e la seconda generazione, la Opel Corsa B, per capire da dove tutto è iniziato. Ci occuperemo però delle due Corsa storiche in un articolo dedicato. Oggi invece vediamo dove la versione 40 Years si differenzia da tutte le altre. Scopriamo quindi dimensioni, estetica, interni, motori e prezzi di Opel Corsa 40 Years.

Estetica e dimensioni di Opel Corsa 40 Years: dettagli neri e unici per la Anniversario

A livello estetico, Opel Corsa 40 Years si differenzia per piccoli ma interessanti dettagli che la differenziano dalle altre Corsa. Le dimensioni quindi non cambiano, lasciando Corsa una delle più compatte del Segmento B. Nel dettaglio, queste sono le dimensioni di Opel Corsa 40 Years:

  • Lunghezza Opel Corsa 40 Years: 4,06 metri
  • Larghezza Opel Corsa 40 Years: 1,77 metri
  • Altezza Opel Corsa 40 Years: 1,43 metri.

Anche a livello di bagagliaio, Opel Corsa 40 Years rimane invariata rispetto alle altre, con una cubatura di 309 litri per la 1.2 Turbo e 267 per la Corsa-e elettrica. Basata sulla sportiva GS Line, la Opel Corsa 40 Years punta su una colorazione inedita. Si tratta infatti di un rosso molto acceso, chiamato Rekord Red, e si ispira alla prima Corsa mai fotografata.

Il primo servizio fotografico di una Corsa, nel 1982, aveva infatti come soggetto la una Corsa 1.2 color Magma Red. Questo nuovo rosso è più acceso, più vivo e con tetto, specchietti e cerchi neri a contrasto. L’impatto estetico è poi completato con la mascherina, i loghi e il lettering Corsa in nero lucido. Non mancano poi i vetri posteriori e il lunotto oscurati, mentre non ci sono, almeno all’esterno, loghi o targhette specifiche.

Per il resto, l’estetica di Opel Corsa 40 Years è la stessa della nuova Corsa F, la prima su base CMP-2 di Stellantis. La sesta serie di Corsa è infatti basata sulla stessa piattaforma di Peugeot 208, 2008 e della nuova Opel Mokka. Nonostante questo, però, Corsa ha il suo stile personale, rigoroso ma moderno e riconoscibile. Nonostante sia dinamica, sportiva e piacevole, ha delle linee rassicuranti e tradizionali, in pieno stile Opel. Convincono poi il disegno dei fari LED e lo stile del posteriore. Vedendola di fianco alla Corsa A, poi, abbiamo notato una piccola citazione alla “mamma”. Il cofano ha infatti una piccola cresta al centro, e due nervature ai lati, proprio come la prima Opel Corsa A.

Gli interni di Opel Corsa 40 Years: tocchi retrò tra interni in Tartan e tocchi speciali

Gli interni di Opel Corsa 40 Years riprendono, come gli esterni, l’abitacolo della Corsa F GS Line. Troviamo quindi una plancia molto elegante e razionale, con tanti comandi fisici e un’ottima qualità costruttiva. I materiali non sono morbidissimi, ma tutto è costruito con cura e attenzione, con pochissime sbavature. Rispetto a rivali come la cugina 208, che hanno puntato su disegni molto originali e comandi touch, Corsa è più razionale. Intendiamoci, è ancora estremamente tecnologica. Non mancano un sistema di infotainment con schermo da 10 pollici, Apple Car Play e Android Auto, nonchè un quadro strumenti digitale da 7″ semplice e completo. Tutto, però, è sempre pratico, ergonomico e facile da usare.

Opel Corsa F non è quindi la più futuristica tra le compatte, ma è una delle più accoglienti. Grazie ad una posizione di guida distesa e ben regolabile fa subito sentire a proprio agio alla guida. Trattandosi della versione top di gamma, poi, la versione 40 Years offre anche gli ADAS più moderni disponibili sulla Corsa, dal Cruise Control al sensore per l’angolo cieco, arrivando al Lane Keeping Assist. Gli interni di Opel Corsa 40 Years propongono anche dei tocchi speciali che la differenziano dalle altre versioni, primi fra tutti i sedili.

Sono però i rivestimenti di Opel Corsa 40 Years a rubare la scena. I sedili sportivi sono infatti rivestiti con un tessuto inedito, ispirato alla prima Opel Corsa A 1.3 GT del 1985. Il tessuto è un particolare tartan nero con impunture grigie, bianche e rosse, per uno stile davvero classico e originale. Non manca poi una finitura argentata sulla plancia, dove troviamo anche una targhetta identificativa.

Tutte le Opel Corsa 40 Years infatti vengono consegnate con una targhetta specifica numerata 40 Years. Tutti i 1.982 esemplari sono infatti numerati, rendendo ogni Corsa unica. Lo spazio, infine, è quello delle altre Corsa, ottimo davanti e solo buono dietro. Come sulle ultime Corsa-e, infine, troviamo un nuovo selettore del cambio bywire, senza la classica leva fisica.

La nostra Opel Corsa 40 Years, l’elettrica: grandi miglioramenti e autonomia maggiorata

Durante la presentazione della Opel Corsa 40 Years, abbiamo potuto provare nei dintorni di Russelsheim tutte le generazioni di Corsa. Abbiamo provato molto bene le prime due serie, le Corsa A e B, anche nelle iconiche versioni GT e GSi. Di loro, però, vi racconteremo in un articolo separato. Insieme alle Corsa storiche, però, la protagonista è stata ovviamente la versione 40 Years. Sebbene sia disponibile anche con il 1.2 Turbo tre cilindri a benzina da 100 CV e cambio manuale, per Opel la versione più a fuoco è quella che guarda al futuro, la Corsa-e. Prima Corsa 100% elettrica, la Corsa-e ha ricevuto importanti migliorie nell’ultimo anno.

La meccanica di Opel Corsa 40 Years è rimasta la stessa, con motore anteriore da 136 CV e batteria da 50 kWh. Opel, però, ha lavorato sui dettagli della sua Corsa a zero emissioni. C’è un nuovo sensore di umidità, un software di gestione della batteria più efficiente e ogni Corsa è ora venduta unicamente con riscaldamento a pompa di calore. In più, gli pneumatici sono ora di categoria A+, e c’è un nuovo riduttore di trasmissione. L’autonomia, di conseguenza, è cresciuta, e non di poco. Il risultato è quindi un’auto capace di raggiungere un’autonomia omologata nel ciclo misto WLTP di 352 km. Anche per queste novità la Opel Corsa-e è l’EV più venduta in Germania. Parlando di successo commerciale, poi, contando anche le versioni termiche Corsa è l’auto più venduta in Germania e Regno Unito.

Come si guida la Opel Corsa-e? Silenziosa, comoda e vivace

Le qualità, quindi, ci sono, ma come si guida la Opel Corsa 40 Years su strada? Tutte le Corsa F erano le elettriche, permettendoci quindi di saggiare le qualità della Corsa a zero emissioni. Abbiamo infatti già provato la Opel Corsa 1.5 Diesel 100 CV. Se volete saperne di più, vi rimandiamo alla prova su strada dedicata. Tornando alla nostra Corsa-e, la versione a batterie riesce a migliorare ulteriormente le già ottime caratteristiche della Corsa “normale”.

L’automobile è infatti molto ben rifinita, silenziosa e con sospensioni solide ma mai troppo rigide. Lo sterzo non è dei più comunicativi, ma è preciso e leggero, e la qualità costruttiva è ottima. Il silenzio, quindi, è un compagno di viaggio costante su Corsa-e, che macina km offrendo tanto relax. Grazie al motore elettrico da 136 CV e 260 Nm capace di spingere in maniera estremamente fluida e continua, Corsa-e è davvero piacevole e divertente da guidare.

Le prestazioni nello scatto sono buone, con uno 0-100 km/h coperto in 8,1 secondi, e la spinta in modalità Sport è pronta e piena. Grazie alle batterie poste sotto il pianale, poi, il baricentro è basso e l’auto è agile e piatta tra le curve. Il peso di oltre 1.450 kg e la spinta del motore che scema progressivamente sopra i 100 km/h non la rende una vera erede delle sportive GSi e OPC. Tra le piccole compatte, però, Opel Corsa-e è silenziosa, rifinita, comoda e molto vivace. I sistemi di sicurezza sono inoltre dotati di una buona taratura e facili da utilizzare e impostare.

Stona solo un po’ l’assenza del Cruise Control Adattivo, ormai presente su alcune rivali. Nonostante questo, però, alla guida Corsa si rivela appagante, comoda e molto facile. Convince, poi, il nuovo selettore del cambio by wire, comodo e intuitivo. Nella Autobahn tedesca senza limiti di velocità, invece, si nota come il tiro del motore elettrico scenda sopra i 130 km/h, per poi murare a 150 km/h. Ma questi, va detto, sono (purtroppo) problemi solo per i nostri amici tedeschi. Nella guida in città, invece, il lunotto piccolo compromette la visibilità posteriore. Ci mettono però una pezza la telecamera posteriore a 180° e i sensori di parcheggio anteriori e posteriori, e parcheggiare resta un gioco da ragazzi.

Concludiamo infine con l’autonomia e i consumi di Opel Corsa 40 Years in versione elettrica. Nel nostro tragitto di un centinaio di km tra Autobahn, statale e poca città, la BEV tedesca ha ottenuto un consumo medio di 18,1 kWh/100 km. Parliamo quindi di una media di 5,5 km/kWh. Questo consumo, unito alla batteria da 50 kWh, porta ad un’autonomia di circa 290 km. Percorrendo tanta città, invece, i consumi si abbassano notevolmente, avvicinandosi senza paura ai 350 km dichiarati.

I prezzi di Opel Corsa 40 Years: si parte da 26.200 mila euro, e solo online

Sulla base di un’ottima Corsa di sesta serie, Opel Corsa 40 Years rende più speciale e sfiziosa l’ottima compatta tedesca. Tra un’interno specifico molto sfizioso, una tinta molto personale e l’ottima base di partenza, la Opel Corsa 40 Years si rivolge ad un pubblico che conosce e apprezza la storia di Corsa, e desidera una versione top di gamma un po’ più speciale ed esclusiva delle altre. E speciale è anche la modalità di acquisto. Al netto del prezzo, Opel Corsa 40 Years è la prima Opel ad essere venduta esclusivamente online. Si può acquistare solamente sul portale Opel, e può essere consegnata in concessionario o addirittura a casa.

E quali sono i prezzi di Opel Corsa 40 Years? Questo allestimento speciale full optional è offerto a 26.200 euro con motore 1.2 Turbo benzina da 100 CV. La nostra Corsa-e elettrica, invece, arriva a 39.000 euro per il mercato italiano. La dotazione di serie è completissima, e insieme agli optional già citati non va dimenticato il caricatore fast a 11 kW per corrente alternata. Dei 1.982 esemplari, Opel Italia ne importerà nel nostro Paese approssimativamente il 10%, quindi circa 200 40 Years. Per tutti coloro che acquisteranno la vettura, infine, c’è una piccola sorpresa davvero originale. Insieme alla vettura, infatti, Opel consegnerà quattro paia di calze in tartan. Questi calzini speciali, realizzati dagli specialisti di Heel Tread, riprendono i colori dei sedili della Corsa 40 Years, nonché di quelli della Corsa A 1.3 GT. Un dettaglio originale e simpatico, che rende ancora più speciale la vettura tedesca.

commenti

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Loading…

    0
    pagani video

    La nuova Pagani C10 con cambio manuale [VIDEO]

    Mazda CX-60: prezzo, ibrida, dimensioni, prova in anteprima