giovedì, 6 Agosto 2020 - 18:17

Opel Corsa-e: prova in anteprima, interni, motore, autonomia e prezzi

Tempo di lettura: 4 minuti.

Dopo 37 anni di onorata carriera e oltre 13 milioni di unità vendute, la sesta generazione di Opel Corsa subisce una svolta epocale. Oltre alle versioni termiche, infatti, arriva la nuova Opel Corsa-e, la prima versione completamente elettrica. Vediamo come si comporta nel nostro primo contatto, cosa cambia tra esterni e interni, l’autonomia e il prezzo.

Esterni e interni Opel Corsa-e

L’estetica della nuova Opel Corsa elettrica non cambia particolarmente rispetto alla versione alimentata da motore termico. Si tratta di qualche piccolo dettaglio sparso per la carrozzeria, oppure dai badge distintivi di modello e versione. La vettura conserva le dimensioni compatte delle generazioni precedenti.

Confermando le linee della nuova generazione, più bassa (-48 mm), aerodinamica e slanciata della scorsa generazione, la nuova Opel Corsa elettrica propone (non di serie) i fari anteriori adattivi Intellilux LED matrix – una “chicca” per il segmento, che viene controllata dalla telecamera anteriore – capaci di adattarsi automaticamente e continuamente il fascio di luce in base al traffico e all’ambiente circostante.

All’interno Opel segue la filosofia di non cambiare l’aspetto estetico della propria vettura in base all’alimentazione, mantenendo i punti cardine cui la Corsa ci ha abituati nella nostra prova del Diesel.

Si parte, quindi, da una buona fattura degli interni, materiali di qualità nei posti visibili e più “croccanti” in quelli nascosti, ma quello che spicca maggiormente è il doppio display digitale, per strumentazione e infotainment. Quest’ultimo integra i sistemi di mirroring per smartphone di serie e nella configurazione migliore vanta una dimensione di ben 10” oltre a essere ben incastonato nella plancia, con i tasti fisici presenti al di sotto per alcune regolazioni. Il secondo schermo, invece, è un po’ meno bello a vedersi, ma funziona bene e fornisce tutte le informazioni utili di cui si può avere bisogno.

Una menzione particolare va all’impianto di climatizzazione, dotato di comandi non bellissimi, ma con un funzionamento ottimale, dato che la Opel Corsa-e utilizza una pompa di calore per riscaldare e raffreddare l’abitacolo. La pompa di calore è più efficiente dei tradizionali sistemi di riscaldamento, ventilazione e condizionamento e consuma meno energia, a tutto vantaggio dell’autonomia.

Infine, per quanto riguarda il bagagliaio, la Corsa elettrica, lo spazio a disposizione va da 267 a 1.042 litri totali, non moltissimo se guardiamo alla concorrenza.

Dimensioni Opel Corsa-e

Lunghezza 4.060
Larghezza 1.960/1.765
Altezza 1.435
Passo 2.538

Motore e autonomia Opel Corsa-e

Il sistema di propulsione di Corsa-e permette di guidare a zero emissioni locali con una potenza di 136 CV (100 kW) e una coppia massima praticamente istantanea di 260 Nm. Questo si traduce in un’accelerazione da 0 a 100 km/h in 8,1 secondi, ma quello che più sorprende è lo 0-50 km/h in 2,8 secondi. La velocità massima, come per altre vetture elettriche è limitata elettronicamente a 150 km/h.

La batteria da 50 kWh permette un’autonomia massima che arriva a 337 km secondo il ciclo WLTP e si può caricare in diversi modi, a partire dalla “superfast”, con la colonnina da 100 kW a corrente continua (supportata di serie), che raggiunge l’80% di carica in 30 minuti.

Ilcaricatore di serie a bordo è un monofase da 7,4 kW, ma la Opel Corsa-e può essere equipaggiata in opzione con il caricatore trifase da 11 kW. Supportata, ovviamente, anche la presa domestica, con la quale però le ore di ricarica diventano molte. La batteria è coperta da una garanzia di otto anni o 160.000 km.

Alla guida della Opel Corsa-e: brillante e cittadina, ma niente guida one pedal

Con i dati sopra elencati, le premesse legate all’utilizzo e al piacere di guida sono buone.

Chi siede al volante ha la possibilità di scegliere tra tre modalità di guida: Normal, Eco e Sport. Molto interessante il fatto che in Eco la potenza a disposizione sia proprio “tagliata”, con una potenza massima che si ferma a 60 kW e 180 Nm. In modalità Normal (ogni volta che si mette in moto si parte da questa configurazione) si hanno a disposizione 80 kW e 220 Nm di coppia e, infine, in Sport si ottengono i dati comunicati poco sopra. In questo modo si guida una sola auto ma si può scegliere di avere tre potenze differenti, come se si avessero diverse configurazioni di propulsore per ogni esigenza.

Nata per la città, la Opel Corsa-e conquista subito per l’agilità nel centro urbano e, anche se è più rigida e pesante (i chili sono ben 1.530) delle versioni termiche, grazie all’assetto più sportivo della GS Line, si comporta bene tra le buche e i dossi. Nei cambi di direzione il peso si fa sentire un po’ di più, ma l’aspetto che non le permette di fare quel passo decisivo verso la sportività è lo sterzo. Quest’ultimo, infatti, soffre un po’ di vuoti al centro e, in generale, potrebbe essere più preciso.

Sulla spinta del motore, invece, non si può dire niente. La Corsa-e scarica tutti i 260 Nm sulla trazione anteriore e ti incolla al sedile, sia nella partenza da fermo, sia in ripresa, dove il motore elettrico è sempre pronto e, con l’aiuto del baricentro basso, anche il piacere di guida nel complesso non manca. Quello che manca, invece, ma è una scelta comune a tutte le elettrificate del Gruppo PSA, è la cosiddetta guida One Pedal. Quando si rilascia il pedale dell’acceleratore si può scegliere se lasciare in D, dove il recupero di energia è molto leggero, simulando l’inerzia di un cambio automatico tradizionale, o si può mettere in B (portando indietro la leva del cambio), con un recupero leggermente più importante, ma che non fa accendere gli “stop” dell’auto. Molte concorrenti, invece, hanno adottato una filosofia totalmente differente, proponendo la guida con un solo pedale, che una volta fatta l’abitudine, diventa un must-have,ovviamente a mio modo di vedere.

Infine, i sistemi di assistenza alla guida disponibili sono l’allerta incidente con frenata automatica di emergenza e riconoscimento pedoni, il riconoscimento dei segnali stradali, il Cruise control adattivo, con il Sistema di mantenimento della corsia. Chiudono la dotazione anche l’Allerta angolo cieco laterale, la Retrocamera con visione a 180 gradi e diversi sistemi di assistenza al parcheggio.

Listino prezzi Opel Corsa-e

La Opel Corsa elettrica ha un prezzo che parte da 31.300 euro per la versione e-Edition, mentre le Corsa-e Elegance e GS Line hanno un prezzo di 32.900 euro. Per il lancio la Casa tedesca del Gruppo PSA ha, però, pensato di offrire gli optional al 50% di sconto e, data l’approvazione degli ultimi ecoincentivi del Governo (ma anche delle amministrazioni locali e delle Regioni), i prezzi possono scendere ulteriormente a 18.300 euro per la Corsa elettrica e-Edition e a 19.900 euro per Elegance e GS Line.

Se il prezzo di partenza è fuori portata per molte persone che vorrebbero accedere al mondo elettrico, con gli incentivi diventa tutto più “ragionevole”.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

ferrari roma

Ferrari Roma | Prova su strada, Listino Prezzi, Dimensioni, Interni, Motore

Quando venne presentata, lo scorso mese di novembre, in molti tra gli addetti ai lavori, …