in

Pagelle GP Messico: Verstappen allunga, Hamilton sconfitto. E gli altri?

Pagelle GP Messico 2021
Tempo di lettura: 2 minuti

Secondo successo consecutivo per Max Verstappen, che allunga a +19 su Hamilton a 4 gare dal termine. Sembra un weekend in discesa poi in qualifica non è brillante e non è la prima volta che non riesce a mettere insieme il giro perfetto e si classifica addirittura terzo. In gara parte in maniera magistrale, alla prima frenata fa una magia complice la non difesa di Bottas, poi martella come un matto e porta a casa una vittoria fondamentale. Voto 8,5

Resta sempre lì aggrappato Lewis Hamilton che ci mette tanto del suo ma vede sempre più allontanarsi Verstappen in classifica irridata, e stavolta la sua Mercedes non ha minimamente il passo della RedBull. Il compagno di squadra non lo aiuta minimamente anzi fa un bel regalino a Max in partenza. Mancano solo più 4 gare e deve inventarsi qualcosa, e alla svelta. Voto 8

Gran Premio di casa per Perez che nonostante le motivazioni a mille e una monoposto per puntare alla vittoria, si deve accontentare del podio. In qualifica fa un errore pesante in Q3 e deve accontentarsi della quarta piazza. In gara potrebbe attaccare Hamilton ma non riesce mai nella zampata. Consolida il quarto posto in classifica irridata, e non è poco. Voto 7

Strepitoso ancora una volta Gasly, con una Alpha Tauri sta facendo cose egregie in questa stagione, il quarto posto del Messico tenendo dietro le Ferrari è da applausi. Il pilota francese ha ben 86 punti in classifica irridata, e questo suo risultato permette l’aggancio ad Alpine in classifica irridata. Tanta roba voto 10

Bravo Giovinazzi, nel suo sfogo contro il team Alfa, non è la prima volta che con cervellotiche strategie, rovinano la gara al povero Antonio, che oggi stava anche portando punti pesanti alla causa. Appare evidente che non lo confermeranno, ma trattarlo così è una presa in giro che Antonio non merita. Voto 9 ad Antonio e 2 ad Alfa.

Delude la Ferrari, in qualifica su un circuito non di certo lunghissimo si becca un secondo dalla Mercedes di Bottas, mentre in gara la rossa prende più di un secondo al giro dalla RedBull e fa fatica a superare l’Alpha Tauri di Gasly, Leclerc e Sainz provano pure a scambiarsi le posizioni, ma il risultato è desolante. Si consolida il terzo posto in classifica irridata, ma è troppo poco, c’è tanto da fare per il 2022. Voto 5 alla rossa

La capacità di Bottas di passare dalle stelle alle stalle è impressionante, perché in qualifica trova un giro fenomenale e bastona Hamilton e Verstappen. In partenza lascia il fianco al rivale, si fa sfilare da Verstappen poi viene colpito da Ricciardo e finisce in fondo, passando la la sua gara a lottare con lo stesso Ricciardo senza mai riuscire a superarlo. Almeno toglie il punto extra per il giro veloce a Verstappen, ma nel complesso weekend da dimenticare. Voto 4

Altro disastro per Alpine. Francamente incomprensibile la scelta di Ocon in qualifica di non aiutare Alonso con le scie vista la sua penalizzazione, con il risultato che il pilota spagnolo è escluso già in Q1, poi la solita gara pasticciata dove Alonso mette una pezza, ma ora Alpha Tauri ha gli stessi punti in classifica costruttori e questo non è accettabile, il quinto posto in classifica costruttori, che sembrava sicuro in estate, ora è seriamente a rischio. Voto 3

Bravo anche Kimi Raikkonen, prossimo alla pensione, che si toglie lo sfizio di chiudere all’ottavo posto la sua gara. Gara come sempre di lotta e di sostanza per il finlandese a cui chiedere di più col mezzo a disposizione è francamente troppo. Voto 8,5

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    ASI auto

    Fenomeno classiche: i veicoli storici sono la risorsa per il sistema paese

    Auto ad acqua

    8 fake news sul mondo dell’auto: sfatiamo alcuni miti