lunedì, 23 aprile 2018 - 0:14
Home / Notizie / Lifestyle / Peugeot 008: missione SUV
Peugeot 008 Missione SUV
foto di Gabriele Bolognesi

Peugeot 008: missione SUV

Tempo di lettura: 5 minuti.

Tre redattori per tre auto, i tre SUV targati Peugeot 008. Ognuno ha fatto la sua scelta e la motiva così. Ecco come affrontiamo la nostra missione SUV, ovvero le sfide della vita quotidiana.

Peugeot 2008: l’ho scelta perché…

Look trasgressivo e tanti elementi che la rendono unica nel panorama, sempre più affollato, dei crossover da città, i cosiddetti urban crossover, dove la parola chiave è una sola, anzi due: sapersi distinguere. La Peugeot 2008 è stata pensata per questo scopo e l’ho scelta perché unisce la praticità tipica del segmento alla sua dotazione da top di gamma.

Partiamo dal design: io ho scelto la 2008 Black Matt, una delle versioni più “cattive”, con la tinta opaca, vero fiore all’occhiello di questo modello, che offre un piacevole effetto satinato al tatto, oltre a far risaltare le sue linee decise. Sul frontale il taglio verticale della calandra, ad effetto tridimensionale, la fa spiccare su strada mentre i vari dettagli in nero lucido mi hanno conquistato per il loro savoir faire, mentre ad un occhio attento risalta la scritta Peugeot in un bel rosso brillante proprio sopra la calandra.

Buona parte della sua eleganza è poi conferita dai bei cerchi neri da 17” Heridan Diamantati in tinta con le barre al tetto che sottolineano la sua indole avventurosa, mentre chi segue la mia 2008 Black Matt rimane impressionato dalla sua firma a LED con le luci posteriori e il loro tipico effetto ad artiglio del Leone, ormai il marchio di fabbrica dei modelli Peugeot, almeno guardando il suadente lato B.

Dentro, il tetto panoramico permette di inondare di luce naturale l’ampio abitacolo, dove, grazie al sistema i-cockpit, è il volante di piccole dimensioni che riesce a conquistarmi appena salita a bordo: nonostante le apparenze si guida bene e con il motore diesel da 120 CV piacere di guida e consumi viaggiano sullo stesso piano, offrendo motivi per sorridere. Tornando al look, il contrasto nero-rosso trova la sua massima espressione all’interno con le tante impunture ben realizzate che troviamo sui sedili, sulla leva del cambio e sul pomello del freno a mano.
Peugeot 2008 missione 008

Con il sistema 3D Connected Navigation con Peugeot Connect posso collegare il mio smartphone grazie al MirroScreen con AndroidAuto e AppleCarplay e in città zero preoccupazioni grazie all’Active City Brake di serie, frena lei al posto mio se trova sulla sua strada altre auto o pedoni.

Rispetto alle sue sorelle maggiori, le nuove 3008 e 5008, l’abito da sera della 2008 Black Matt è quel tocco in più che la rende unica e diversa da tutto ciò che si trova oggi in commercio. Un motivo in più per sceglierla e distinguersi con il suo look da “008”.

Peugeot 3008: l’ho scelta perché…

Premiata in questo 2017 come auto dell’anno dalla giuria internazionale, ho scelto la Peugeot 3008 per farmi accompagnare nelle avventure quotidiane, ma anche nella “straordinaria amministrazione”. Sapersi distinguere fa parte del DNA anche della 3008, che oltre a esterni particolarmente sportivi ed accattivanti, colpisce per un abitacolo futuristico.

Nella versione GT scelta da me, la Peugeot 3008 offre anche una dose di sportività che non ha paragoni nel mondo dei SUV medio-piccoli. Il 2.0 BlueHDi da 180 CV e 400 Nm di coppia offre spinta e brio in abbondanza, ben coadiuvata da un cambio, l’automatico EAT6, molto intuitivo e veloce. Ideale per una “fuga” tra le curve di montagna dopo una stressante giornata di lavoro, la Peugeot 3008 GT si avvale di un assetto fenomenale, che accompagna il corpo vettura nei cambi di direzione repentini. Bene anche lo sterzo, gestito dal piccolo volante dell’i-cockpit 2.0.

Nel tempo libero, inoltre, ho il giusto spazio per caricare bagagli (a partire da 520 litri di capacità) e persone in modo da passare una settimana di vacanza e relax con la famiglia, senza però rinunciare al piacere di guida. La possibilità di avere la vernice bicolore (coupe franche), i cerchi da 19 pollici e la firma full LED anteriore e posteriore donano un aspetto moderno e aggressivo al punto giusto per non rinunciare all’aspetto estetico che di solito è una delle componenti che viene meno quando si sceglie questa tipologia di vetture. La Peugeot 3008 è giovane, dinamica e spaziosa soddisfa tutte le mie necessità, senza rinunciare a comfort e tecnologia.
Peugeot 3008 Missione 008

Quest’ultima non manca di certo, grazie ai due schermi che fanno parte dell’esperienza i-cockpit 2.0, il TFT digitale da 12,3 pollici e il display touch multimediale da 8 pollici compatibile con Apple CarPlay, Mirror Link e Android Auto, senza dimenticare il vano di ricarica wireless per lo smartphone. Inoltre, per sentirsi sicuri, sono numerosi i sistemi di assistenza alla guida che la Peugeot 3008 GT annovera di serie, come l’Active Safety Brake con Distance Alert, Active Lane Departure Warning, High Beam Assist, Adaptive Cruise Control con funzione Stop, Speed Limit Detection, e Park Assist.

Dal punto di vista del comfort, l’abitacolo luminoso e i sedili massaggianti permettono di far sentire a proprio agio tutti i passeggeri, che apprezzano particolarmente proprio la funzione massaggio.

Con 2008 e 5008, la 3008 attacca il segmento dei SUV proponendo due “armi” molto affilate, per accontentare davvero tutti.

Peugeot 5008 l’ho scelta perché…

Per essere un SUV non basta l’aspetto estetico, ci vuole anche il piacere di guida e sulla Peugeot 5008 ne abbiamo avuto in abbondanza. Ecco perché è un’auto da scegliere.

Aprendo la strada a una nuova forma di monovolume, nell’epoca degli onnipotenti SUV, la 5008 segue le orme delle sorelle minori 2008 e 3008, con le quali condivide parte della meccanica, dello stile e della tecnologia. L’auto da scegliere per quelle famiglie, e non solo, alle prese con bagagli, figli, biciclette, giocattoli che desiderano non solo tanto spazio ma anche stile e tecnologia.

Sette posti sì, ma con stile. Osservando la 5008 quello che salta all’occhio immediatamente è la familiarità con la 3008 fino all’altezza delle porte anteriori, della quale potrebbe sembrare la versione allungata. Il frontale è alto e con ampie prese d’aria che mostrano una calandra sviluppata con effetto 3D e fari Full LED dal disegno aggressivo. Il posteriore della Peugeot 5008 è invece caratterizzato da una fascia nera che collega i due fari a Led con l’ormai classico graffio a tre artigli.

Sali a bordo e spalanchi gli occhi davanti a un nuovo orizzonte tecnologico, grazie al futuristico Peugeot i-Cockpit con il piccolo volante multifunzione dietro al quale è ben visibile il cruscotto digitale, mentre alla sua destra trova spazio il touch screen da 8 pollici, con tutto quello che serve sapere sul SUV francese riportato sopra di esso.

A richiesta ci sono i sedili anteriori con regolazione elettrica e funzione massaggio, mentre la seconda fila è composta da tre sedili singole abbattibili, per la massima comodità. La terza fila, a scomparsa, offre quello spazio in più per i bambini. Un pensiero poi alla luce: il tetto panoramico contribuisce alla sensazione di relax, senza timore di essere smentiti possiamo affermare che viaggiare sulle poltrone posteriori offre un comfort che è difficile trovare anche su vetture concorrenti di segmento superiore.
Peugeot 5008 Missione 008

Da questo punto di vista, la parola d’ordine è quindi una sola: spazio. Per i bagagli ci sono poi 780 litri con 5 persone a bordo mentre abbattendo anche gli schienali della seconda fila si va oltre i 2.000 litri.

Alla guida il motore da 120 CV offre la massima versatilità d’utilizzo, dando ancora una volta la sensazione di sentirsi inseriti in un ambiente ovattato, merito anche dell’ottima insonorizzazione. La Peugeot 5008 si guida bene in città e fuori, e i tanti sistemi di sicurezza ci avvolgono come un caldo pullover.

Nella famiglia 008, la 5008 si propone come la vettura giusta per chi cerca stile e spazio sotto lo stesso tetto, panoramico ovviamente.

E voi quale preferite per la vostra missione 008?

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Audi City Lab

Audi City Lab: presente e futuro dei Quattro Anelli al Fuorisalone milanese

Tempo di lettura: 2 minuti. Come da diversi anni a questa parte, in occasione della Milano Design Week, si conferma …

something