sabato, 24 Agosto 2019 - 1:31
Home / Notizie / Tecnica / Peugeot 508 HYbrid | Focus tecnico
mobilità elettrica

Peugeot 508 HYbrid | Focus tecnico

Tempo di lettura: 4 minuti.

Dopo aver analizzato tecnicamente la nuova Peugeot 3008 HYbrid4, in arrivo entro la fine dell’anno, è ora di concentrarci sulle motorizzazioni HYbrid (2WD) che andranno ad equipaggiare sia la 508 sia la 508 Station Wagon, la cui versione endotermica è attesa a giugno sul mercato.

La gamma Peugeot si arricchisce, quindi, di due importanti novità in termini di propulsione che permettono di esplorare nuovi ambiti del piacere di guida grazie all’effetto della modalità ZEV (la marcia 100% elettrica).

Cosa significa Plug in Hybrid?

Peugeot ha tolto il velo alla gamma Plug-In Hybrid all’ultimo Salone di Parigi, prima dimostrazione concreta per i nostri Clienti di un futuro sereno e ancora più appagante. Sia la motorizzazione HYbrid sia l’HYbrid4 di 3008 abbina un’unità elettrica ad un propulsore convenzionale a benzina.

Il motore turbobenzina 1.6 PureTech è stato sviluppato con l’aggiunta di un alternatore-motorino di avviamento BSG ed una interfaccia di raffreddamento specifica. Solo il termico sviluppa 180 CV ed è abbinato al nuovo cambio automatico a 8 rapporti e-EAT8 (Electric Efficient Automatic Transmission – 8 rapporti), specifico per le motorizzazioni Plug-In Hybrid.

Associato al cambio, troviamo un motore elettrico all’avantreno che sviluppa 110 CV / 80 kW. Per effettuare passaggi ottimali ed impercettibili tra il motore elettrico e quello termico, il convertitore di coppia presente nelle normali versioni termiche cede il posto ad una frizione umida multidisco. Queste modifiche consentono di aumentare la coppia di 60Nm, per ottenere una ancora maggiore reattività. L’abbinamento delle due propulsioni, termica ed elettrica, consente l’erogazione di una potenza combinata di 225 CV per la versione HYbrid 2WD.

Un’esperienza di guida tutta nuova

Una 508 SW HYbrid, con sistema di alimentazione via cavo

Le nuove motorizzazioni Peugeot Plug-In Hybrid assicurano un’esperienza di guida rinnovata. Ogni modalità di guida è esclusiva e fa appello ad esperienze diverse:

  • Silenzio della modalità ZERO EMISSIONI, al 100% elettrica
  • Prestazioni esaltanti della modalità SPORT, modalità che sfrutta tutte le energie
  • Polivalenza della modalità Hybrid
  • Modalità COMFORT che associa la modalità HYBRID al comfort delle sospensioni a smorzamento pilotato (508 HYbrid)

Grande elemento distintivo delle realizzazioni della casa del Leone, il Peugeot i-Cockpit offre un’esperienza di guida esaltante ed intuitiva. Per una ancora migliore gestione ed una maggiore facilità, il touchscreen ed il quadro comandi digitale sono stati evoluti.

L’i-Cockpit specifico per le versioni ibride integra le informazioni di guida disponibili nel campo visivo del conducente (modalità di guida, livello di carica elettrica e autonomia in elettrico disponibile). Rimane completamente parametrizzabile e personalizzabile. Un misuratore di potenza erogata, ubicato sulla parte destra del quadro strumenti digitale, sostituisce il contagiri.

Il touchscreen integra anch’esso un menu ibrido specifico. Un tasto di accesso è presente sui toggle switch (i tasti in stile pianoforte). Permette di accedere a nuove informazioni: la sezione dei flussi di energia che illustra lo stato di funzionamento del sistema ibrido; la sezione delle statistiche dei consumi che differenzia il consumo elettrico dal consumo di benzina; la sezione navigazione che è arricchita da informazioni specifiche come le colonnine di ricarica; l’autonomia complessiva elettrico + termico.

Infine, la pagina della climatizzazione visualizza la sezione di precondizionamento elettrico dell’abitacolo che permette di raffreddare o riscaldare l’auto in base alla temperatura esterna. Per la massima flessibilità, il contenuto dell’applicazione mobile MyPeugeot è stato ulteriormente sviluppato. Ora permette di attivare una ricarica a distanza, di conoscere l’avanzamento e lo stato di carica del veicolo, di anticipare la pre-climatizzazione dell’abitacolo o di valutare i dati del consumo di carburante o di elettricità ovunque e in qualsiasi momento.

508 e 508 SW HYbrid: radicalmente efficienti

Peugeot 3008 508 Hybrid Hybrid4

Le 508 HYbrid e 508 SW HYbrid abbinano il motore benzina PureTech da 180 CV / 132kW ad un motore elettrico da 110 CV / 80kW per una potenza massima combinata di 225 CV / 165kW. La motorizzazione HYbrid che equipaggia le nuove Peugeot 508 e 508 SW è stata progettata per offrire ancora più sensazioni alla guida.

Ottimizza i costi di utilizzo grazie ad un’efficienza ai massimi livelli, con emissioni di CO2 inferiori a 49g di CO per chilometro WLTP. La batteria di cui è dotata ha una capacità di 11,8kWh ed assicura un’autonomia al 100% elettrica di 40 chilometri WLTP (50 chilometri NEDC).

La catena di trazione è stata posizionata senza scendere a compromessi. L’abitabilità è stata mantenuta e i volumi del bagagliaio sono identici a quelli delle versioni con motore termico (487L per la berlina 508 e 530L per la Station Wagon).

Quest’offerta è disponibile in tre livelli di allestimento:

• Allure (e Business): offerta nel cuore della gamma

• GT Line, per una maggiore caratterizzazione dinamica

GT, l’alto di gamma del modello che si dota di serie di un’inedita selleria in Alcantara Grigio Greval.

Il futuro? 508 Peugeot Sport Engineered, il concept sportivo

Al Salone di Ginevra abbiamo avuto modo di conoscere il Concept 508 Peugeot Sport Engineered, un prototipo che prefigura questa nuova linea di modelli. Poiché secondo Peugeot la propulsione elettrificata può essere anche sinonimo di puro piacere di guida. Affidato alla competenza degli ingegneri di “PS”, il Concept è derivato dalla 508 fastback in versione plug-in hybrid.

Questo concept high performances / low emission garantisce prestazioni eccezionali, mai viste su una Peugeot, coniugate con uno stile distintivo, filante e atletico.

508 Peugeot Sport Engineered

Ovviamente, PEUGEOT SPORT è nota per le competizioni internazionali ad alto livello, soprattutto con le 908 e le 3008 DKR vincitrici, rispettivamente, della 24 Ore di Le Mans e della Dakar ma, anche, per le competizioni Clienti con le 208 R2B e le 308 Racing-Cup e 308 TCR. Questo know-how è visibile anche sulle strade di tutti i giorni perché Peugeot Sport ha curato lo sviluppo della RCZ-R (nata nel 2013), 208 GTi 30th (2014) e 308 GTi by PEUGEOT SPORT (2015).

Gli ingegneri hanno quindi hanno combinato tre motori (il benzina PureTech 200, un motore elettrico da 110 CV sull’anteriore e un altro elettrico da ben 200 CV sull’asse posteriore), due fonti di energia e quattro ruote motrici per garantire accelerazioni e riprese straordinarie, grazie anche ad una coppia massima di ben 500 Nm.

Queste caratteristiche posizionano il Concept 508 al livello di un veicolo convenzionale dotato di 400 CV: 0 – 100km/h: 4.3 s; 400 m partenza da fermo: 12.5 s e velocità massima: 250 km/h. A queste prestazioni fanno da contraltare emissioni di CO2 incredibilmente contenute, appena 49g/km (WLTP).

L’impianto frenante è stato adeguato al livello delle prestazioni offerte e prevede dischi anteriori ventilati da ben 380 mm. Montati su una campana in alluminio, sono dotati di pinze a quattro pistoncini (di 38 e 41 mm di diametro) che si muovono all’interno di una pinza fissa. L’eccellente telaio della nuova PEUGEOT 508 è dotato di regolazioni specifiche (assetto ribassato, nuove leggi di ammortizzazione e carreggiate allargate di 24 mm nell’anteriore e di 12 mm nel posteriore) oltre che di uno sterzo ancora più preciso, per una maggiore efficacia e un piacere di guida ancor più elevato. I pneumatici di un veicolo a così alte prestazioni non potevano essere da meno e, quindi, il Concept 508 adotta pneumatici Michelin Pilot Sport 4S nella misura 245/35 R20, ideali per mettere a terra le straordinarie prestazioni di cui è capace l’auto.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

nuova opel corsa

La nuova Opel Corsa è già la più aerodinamica del segmento

Anche tra le piccole compatte, e non solo tra loro, l’aerodinamica riveste un ruolo chiave …