venerdì, 21 Febbraio 2020 - 13:49

Peugeot 508 Hybrid | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 4 minuti.

Peugeot 508 Hybrid: primo contatto e prime impressioni di guida con l’ibrida plug-in del costruttore francese. Ecco esterni, interni, motori e prezzi della francese…alla spina.

La gamma Peugeot sempre più elet..trificata. Il gioco di parole non sarà dei migliori ma era per convincervi delle intenzioni del costruttore francese, il quale si affaccia all’alba di questo 2020 con ben cinque vetture, elettriche o ibride plug-in, che rappresentano il primo passo nel futuro del Leone.

Escludendo le e-208 e la e-2008, fino a 330 km di autonomia e un test drive che meriterà sicuramente più attenzioni, proviamo in anteprima la nuova Peugeot 508 Hybrid, declinata sia sulla carrozzeria Fastback sia sulla SW. Cosa si nasconde sotto il cofano e quanto cambia dalla versione termica? Scopriamolo in questo primo contatto.

Esterni Peugeot 508 Hybrid: c’è uno sportellino in più, e poco altro

Notare, almeno per strada, la differenza tra una 508 e una 508 Hybrid è veramente impresa ardua. Da ferma, però, il discorso cambia. La 508 Hybrid (plug-in, ma del motore ce ne occuperemo tra poco), si distingue grazie al badge “Hybrid” presente sopra il passaruota e, a ben guardare, per lo sportello che fa la sua apparizione sopra il passaruota posteriore sinistro. A destra rimane quello per il motore turbo benzina, a sinistra ecco la presa grazie alla quale è possibile collegare il cavo di ricarica, che viene fornito in dotazione, con tempi di ricarica intorno alle 6 ore da una normale presa domestica fino alle 2 scarse grazie alla wallbox e al cavo dedicato (con un costo inevitabilmente maggiore: 300 euro per il cavo da 7,4 kW e prezzi variabili, in base al fornitore, per l’installazione della wallbox in garage).

Peugeot 508 Hybrid
In vista laterale, l’unica differenza è la presenza dello sportello per la ricarica e del badge Hybrid sul lato destro: la dimensione è sempre di 4,75 metri

Per il resto la 508 e la 508 SW in versione ibrida plug-in si dimostrano sempre suadenti nelle forme e soprattutto spaziose, come abbiamo già scoperto nel nostro Special Test a loro dedicato.

Interni Peugeot 508 Hybrid: occhio allo schermo

Con l’i-Cockpit, guidare in elettrico diventa ancora di più una “experience” per chi vuole affacciarsi al mondo dell’elettrificazione. Confermato il volantino e l’ottimo comfort, ciò che cattura l’attenzione sulla 508 Hybrid sono soprattutto le nuove schermate richiamabili grazie all’apposito tasto a pianoforte: si parte dal monitoraggio dei flussi di energia, visibili anche dal quadro strumenti virtuale, per passare alla programmazione della ricarica e all’impostazione della modalità E-Save, che permette di risparmiare un tot di energia elettrica per, ad esempio, entrare in un centro storico. Da non dimenticare le chiare statistiche che permettono di monitorare, durante un viaggio, il consumo e la richiesta di energia al motore elettrico, così da tenere sempre sotto controllo i consumi che, sulla carta, sono da record.

Peugeot 508 Hybrid
L’ultimo tasto a destra permette di richiamare le nuove schermate della versione ibrida plug-in di 508

Inoltre, posizionando sapientemente le batterie sotto i sedili posteriori (si perdono, però, circa 20 litri a livello di capacità del serbatoio: 43 litri contro i 62 delle termiche turbo benzina) l’abitabilità è stata mantenuta e i volumi del bagagliaio sono identici a quelli delle versioni endotermiche (487 litri per Peugeot 508 Hybrid e 530 litri per Peugeot 508 SW Hybrid). 

Motore Peugeot 508 Hybrid: l’ibrido alla spina, alla francese

Entrambe le carrozzerie montano il nuovo PureTech ibrido plug-in, motore che si pone alla base dell’offerta PHEV della Casa francese, come vedrete sempre sulle pagine di Autoappassionati nei prossimi giorni. Si tratta di un motore benzina turbo da 180 CV cui viene collegato un motore elettrico installato sull’assale anteriore, da 80 kW (circa 110 CV) per una potenza massima complessiva di 225 CV (165kW).

Peugeot 508 Hybrid
Durante la guida, a destra si ha sempre sotto controllo lo sfruttamento della potenza o “l’ammontare” della ricarica, in decelerazione e frenata

La trazione, sulle 508 Hybrid e 508 SW Hybrid, rimane solo anteriore. Ciò che sorprende sono i consumi dichiarati (1,3 l/100 km in WLTP) e, soprattutto, la capacità di percorrere fino a 54 km in modalità solo elettrica quando la batteria da 11,8 kWh è pienamente carica; un grande aiuto sul fronte consumi e, in caso dei blocchi del traffico, sapete che modalità attivare…

Alla guida della Peugeot 508 Hybrid: buona la spinta, così come l’assetto

Peugeot 508 Hybrid
Simili le prestazioni tra Fastback e SW: cambia, sostanzialmente, lo spazio disponibile nel bagagliaio

La 508, anche in versione termica, Diesel o benzina, ci aveva impressionato dal lato guida. Saliti sulle 508 Hybrid, in questo caso Fastback, o tre volumi che dir si voglia, le nostre impressioni sono state confermate. Partiamo da quelle base, per un veloce confronto: 0-100 km/h e velocità massima.

Ebbene, confrontando il motore termico più prestazionale, il PureTech 225 accellera in 7,3 secondi e la velocità massima è di 250 km/h. Il motore della Peugeot 508 Hybrid, invece, 8,3 secondi e 230 km/h (135 km/h in elettrico). Come mai un secondo in più? Prima di tutto Peugeot ha scelto lo step inferiore di potenza del suo PureTech, da 180 CV, abbinandolo al motore elettrico da 80 kW, per una potenza combinata di 225 CV.

Parlando invece di coppia, quest’ultima è favore dell’ibrido: 337 Nm contro 300 Nm. A livello di impressioni di guida, la spinta fornita dall’elettrico è tangibile, specie in modalità Sport, mentre in Comfort e Hybrid la 508 si dimostra una grande compagna di viaggio, capace di coccolarti…anche in silenzio.

Peugeot 508 Hybrid
Tirando verso di voi la leva del cambio e-EAT8 potrete scegliere tra modalità “D” o “B”, quest’ultima una novità

Proprio sulla modalità Comfort ciò che riesce a offrire, in più, Peugeot 508 Hybrid sono le Active Suspension Control, o sospensioni elettroniche a smorzamento pilotato. Sono proposte di serie sull’allestimento GT e per 1.000 euro in più sulla 508 Hybrid GT Line. Se volete viaggiare inquinando, e consumando, poco, nel massimo del comfort, sono irrinunciabili.

Buona, invece, la risposta del cambio e-EAT8, adattato per la trazione elettrica, anche se, come sulle termiche, non ama essere sforzato eccessivamente; la novità è la presenza della modalità “B” che, rispetto alla “D”, massimizza il recupero di energia in decelerazione e frenata: ve ne accorgerete durante la guida perchè vedrete ricaricare le batterie più in fretta, tutta energia che su una termica verrebbe completamente sprecata. L’era dell’ibrido Peugeot, in questo caso plug-in (la Casa francese ha rinunciato a investire sul mild e al full hybrid) inizia nel verso giusto.

Interessanti le offerte sul noleggio, grazie a Free2Move Lease

Prezzi e allestimenti Peugeot 508 Hybrid

Loading...

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

C3 Aircross BlueHDi 120

Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 CV EAT6 | Primo contatto

Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 EAT6: primo contatto con la più potente delle due motorizzazioni …