giovedì, 13 dicembre 2018 - 3:09
Home / Notizie / Attualità / Piattaforma CMP: si prepara il futuro in PSA
piattaforma CMP

Piattaforma CMP: si prepara il futuro in PSA

Tempo di lettura: 3 minuti.

Al centro del piano strategico Groupe PSA, oltre alle notizie sull’elettrificazione arrivano nuove indicazioni sulla piattaforma CMP.

Piattaforma CMP al centro delle sfide PSA

Nell’ambito dell’attuazione del suo piano strategico Push To Pass, Groupe PSA ha riorganizzato il numero delle sue piattaforme a livello mondiale in un’ottica di ottimizzazione dei costi e dei processi industriali e produttivi.

Tale strategia si concretizza, a breve termine, nella produzione di tutte le automobili di Groupe PSA su 2 basi modulari multi-energia:

  • Piattaforma EMP2 (Efficient Modular Platform 2) lanciata nel 2013
  • Piattaforma CMP (Common Modular Platform), lanciata con la nuova DS 3 Crossback

I nuovi modelli prodotti su queste due piattaforme saranno disponibili in versione termica, elettrica e ibrida. Una scelta strategica per accompagnare la transizione energetica verso “l’elettrificazione completa”.

Cos’è una piattaforma?

Una piattaforma è la base modulare di un veicolo al centro della progettazione e della produzione dei nuovi modelli. Raggruppa tutte le funzioni del veicolo, tranne quelle specifiche a un modello di carrozzeria.

I modelli al cuore della gamma (fondamentalmente city car) di tutti i marchi di Groupe PSA sono prodotti sulla piattaforma CMP. A partire dal 2019 questa base avrà una variante dotata di una catena di trazione elettrica (eCMP).

Entro il 2021 Groupe PSA lancerà 7 nuovi veicoli elettrici prodotti sulla piattaforma eCMP.

piattaforma CMP

I 4 punti cardine della piattaforma

1)   MODULARITÀ

La piattaforma CMP è dedicata alla produzione di tutte le city car (segmento B), delle berline di ingresso e cuore della gamma (segmento C) e dei SUV compatti, dei marchi Peugeot, Citroen, DS, Opel e Vauxhall.

È una base modulare che completa la piattaforma EMP2, che a sua volta copre la produzione dei veicoli del segmento C superiore, D e SUV.

La CMP è dotata di grande modularità, soprattutto in termini di dimensioni:

  • Due larghezze di carreggiata
  • Tre passi
  • Tre moduli posteriori
  • Diversi diametri di ruote

Inoltre permette a Groupe PSA di proporre una vasta gamma di silhouette. In altre parole questa modularità offre una maggiore libertà stilistica a ciascun marchio del Gruppo.

piattaforma CMP

2)   MULTI-ENERGIA

Grazie alla piattaforma CMP alcuni modelli termici ed elettrici saranno prodotti sulla stessa linea di montaggio. Per uno stesso modello i clienti potranno scegliere una versione benzina, diesel o elettrica.

La CMP permetterà di produrre, a partire dal 2019, veicoli elettrici di ultima generazione.

Saranno dotati di un motore elettrico da 100kW (136 CV), di un pack batteria agli ioni di litio da 50kWh e di una pompa di calore. I risparmi di peso varieranno in base ai modelli e alle motorizzazioni.

Su questa linea produttiva la CMP è stata pensata per limitare le emissioni di CO2 agendo su tutte le leve di riduzione dei consumi:

  • Riduzione del peso: grazie all’uso di materiali come l’acciaio a limite elastico altissimo e ultra-alto (THLE & UHLE), all’acciaio imbutito a caldo, all’alluminio e ai materiali compositi
  • Miglioramento aerodinamica: grazie al livellamento del pianale e all’uso di prese d’aria pilotate per il frontale dei veicoli
  • Diminuzione della resistenza al rotolamento: grazie all’uso di pneumatici di classe A e alla riduzione degli attriti meccanici sugli assali
  • Ottimizzazione delle catene di trazione: grazie al miglioramento del rendimento della combustione, al down-sizing, alla riduzione degli attriti meccanici, all’allungamento delle trasmissioni e allo Stop & Start sulla versione 1.2 PureTech82, ecc.

piattaforma CMP

3)  
PERFORMANTE E INTELLIGENTE

La piattaforma CMP permette di offrire a livello di prestazioni:

  • Un comfort di bordo migliorato
  • Equipaggiamenti di assistenza alla guida di livello 2 (guida automatizzata), lanciati su DS7 Crossback, come ad es. HIA (Highway Integrated Assist) e Citypark di quarta generazione
  • Impegno per la qualità e l’affidabilità
  • Livello di sicurezza senza compromessi, soprattutto grazie a: Frenata di emergenza di terza generazione (Autonomous Emergency Braking); Lane Keeping Assist; Sistema di monitoraggio dell’angolo cieco (Blind Spot Detection); lettura e regolazione della velocità in funzione dei cartelli stradali; frenata automatica dopo una collisione, per immobilizzare il veicolo (In Crash Braking)

4)   E quali punti di forza per i modelli elettrici?

E per i veicoli elettrici la piattaforma CMP riserva:

  • Abitabilità (per i passeggeri) e volume del bagagliaio preservati
  • Autonomia di guida
  • Ricarica facilitata

Autore: Simone Arnulfo

Potrebbe interessarti

Ecotassa, Pietro Gorlier, Piano Italia FCA

Ecotassa, Gorlier: “alterato il Piano Italia di FCA”

Pietro Gorlier, Responsabile delle attività FCA EMEA, ha inviato una lettera al presidente del Consiglio …