venerdì, 18 Ottobre 2019 - 7:55

Porsche 911 Carrera e Carrera Cabrio: le due entry level si presentano così

Tempo di lettura: 2 minuti.

Il titolo può sembrare fuorviante. Capiamoci bene, per entry level intendiamo le prime due Porsche 911 (992) che troverete nel rinnovato listino. Per tutto il resto, di entry level c’è proprio poco quando parliamo delle nuove Porsche 911 Carrera e 911 Carrera Cabrio, spinte entrambe da 3 litri flat-six, il classico soprannome del 6 cilindri boxer biturbo che parte da una potenza di 385 CV, 15 in più della “vecchia” Carrera basata sulla generazione 991.

Una sportiva, di razza, che rappresenta, per l’appunto, la nuova soglia d’accesso al mondo delle sportivone di Zuffenhausen, ecco il perché di entry level. La dotazione, invece, è la stessa della Carrera S, la seconda nell’elenco, forte dei suoi 450 CV. Sulla carta, dato importante, la 911 Carrera promette lo 0-100 km/h in 4,2 secondi, che possono diventare 4 con il pacchetto ad alte prestazioni Sport Chrono (dotato, anche, di Launch Control), con 293 km/h di velocità massima per la Coupé e 291 per la Cabrio, per ovvi motivi aerodinamici.

Per il propulsore l’accoppiata vincente si traduce nell’abbinamento al prestante PDK a 8 rapporti, capace di cambiate fulminee e di una riconosciuta intelligenza di funzionamento. Consumi nell’ordine, nel vecchio ciclo NEDC (WLTP in fase di omologazione) di 11,1 l/100 km.

Dieta dimagrante sulla nuova 911 Carrera

Il rifacimento delle turbine, ovviamente più piccole, da qui la potenza più bassa, ha permesso anche un buon guadagno di peso: la 911 Carrera Coupé pesa 1.505 chilogrammi, la Cabrio 1.575. Uguale la dotazione pneumatica: 235/40 ZR 19 sull’asse anteriore e 295/35 ZR 20 dietro. A guardarle bene dal posteriore, una differenza si nota a livello degli scarichi, mentre per tutto il resto solo la scritta cromata sul generoso lato B della vettura permette di distinguerle a vista d’occhio.

911 Carrera

Anche dentro ritroviamo quanto già visto con la 911 presentata a novembre a Los Angeles, la prima del nuovo corso e l’ennesima della lunga storia di questo modello. C’è quindi lo schermo touch da 10,9” e il cambio automatico PDK è azionato dal buffo manettino che spunta appena dal tunnel centrale. Niente quadro virtuale come su alcune concorrenti ma contagiri e tachimetro rigorosamente analogici.

911 Carrera

Confermato anche tutto il pacchetto di sistemi d’assistenza alla guida già introdotto sulla Carrera S. Con il lancio in concessionaria della nuova 911 (992), sono aperti gli ordini anche della Carrera Coupé e Cabrio, rispettivamente vendute al prezzo di 108.139 euro e di 122.779 euro, calcolate voi la differenza di viaggiare col vento tra i capelli…

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Volkswagen T-Roc R

Volkswagen T-Roc R : il SUV da 4,8 secondi

In Volkswagen, a livello di gruppo, devono averci preso gusto. Prima l’Audi SQ2, poi la …