martedì, 26 Marzo 2019 - 11:11
Home / Prove / Prove su strada / SEAT Leon X-PERIENCE | Prova su strada
Foto di Gabriele Bolognesi

SEAT Leon X-PERIENCE | Prova su strada

Tempo di lettura: 4 minuti.

Paraurti in bella mostra, passaruota maggiorati, linee esterne taglienti e decise. Si presenta così al pubblico la Leon X-PERIENCE, crossover di casa Seat. La nuova all-road non teme nulla, agile nei percorsi urbani, fluida in quelli autostradali e divertente su terreni a scarsa aderenza. La sicurezza è al top grazie ai numerosi sistemi di assistenza alla guida.

Esterni: la Leon con i muscoli

Le linee tese delle fiancate (4543 mm) esprimono energia, donano infatti alla Seat Leon X-PERIENCE un’aria da all-road solida e grintosa. Le protezioni in acciaio nel battitacco delle porte con tanto di logo X-PERIENCE, conferiscono quel tocco di sportività che non guasta mai. Il frontale è quello delle nuove Leon ma i proiettori Full LED danno al muso della macchina uno “sguardo aggressivo” pronto a divorare la strada.

I cerchi da 18” “X-PERIENCE” (optional da 440 euro) sono in lega e di colore scuro, ottimo il contrasto con il colore bianco Nevada metallizzato (605 euro) dell’auto in prova.

SEAT Leon XPerience 015

Osservando il retro non passano inosservati i due terminali di scarico affiancati sul lato sinistro e la piastra di protezione in acciaio tipica delle fuoristrada.

L’altezza da terra rispetto alle altre Leon ST e’ aumentata di tre centimetri, arriva infatti a 17 cm dal suolo e questo comporta ad andature autostradali un lieve rumore di sottofondo proveniente dal rotolamento delle ruote, enfatizzato dalla cassa di risonanza che si forma tra ruota e passaruota ed anche il rumore del motore si fa sentire con più vigoria all’interno dell’abitacolo.

Interni: Pelle ed Alcantara

SEAT Leon XPerience 028

Ad un primo sguardo, gli interni della X-PERIENCE possono sembrare semplici e scontati, ma soffermandosi bene salta agli occhi una cura nel posizionare tutta la strumentazione del cruscotto secondo un’ergonomia che andrebbe rispettata nell’abitacolo delle auto. Lo schermo da 5” è posto in posizione centrale ed è facilmente raggiungibile anche dal passeggero.

Il volante multifunzione è impreziosito dal logo X-PERIENCE in colore rosso che campeggia sulla razza del volante provando ad emergere in questo clima di sobrietà’.

La plastica superiore del cruscotto e’ morbida mentre la parte bassa della plancia e il tunnel centrale sono dominati da plastiche un po’ più rigide ma con accoppiamenti precisi e curati.

Degni di nota i sedili sportivi anteriori, quello del conducente dispone di tutte le regolazioni elettriche, in generale contengono bene il corpo nelle curve e ottima la qualità dei materiali di rivestimento in Alcantara marrone e pelle nera con impunture arancioni. Anche i pannelli porta sono in alcantara dello stesso colore dei sedili.

L’abitabilità anteriore e’ buona, mentre da quella posteriore era lecito aspettarsi qualcosa in più soprattutto da una “familiare”. Il quinto posto e’ abbastanza sacrificato a causa della presenza della trasmissione un po’ ingombrante. La Capacità del baule e’ modulabile da 587 litri a 1470 abbassando lo schienale del divano posteriore.

Alla guida del 1.6 TDI da 110 CV

SEAT Leon XPerience 002

Ottima la guidabilità, gli ingegneri Seat hanno messo a punto una buona taratura delle sospensioni le quali assorbono bene le sconnessioni stradali “mixando” una notevole reattività’ del telaio ed uno sterzo preciso. Il risultato? Un rollio contenuto; infatti la trazione integrale aiuta il conducente a percepire una sensazione di tranquillità e sicurezza durante la guida.

Il 4×4 della X-PERIENCE è gestito elettronicamente per cui in condizione di buona aderenza la vettura è spinta dalle sole ruote anteriori, ma all’occorrenza intervengono anche le posteriori grazie ad una centralina che gestisce ed analizza continuamente il livello di motricità delle stesse.

La vettura in prova è la 1.6 TDI con 110 CV e cambio manuale a sei rapporti con innesti molto precisi e leveraggio corto, il cambio automatico a doppia frizione DSG è riservato ai possessori della 2.0TDI con 184 CV.

Nonostante i 110 CV, questo motore si fa apprezzare per la sue doti di elasticità e fluidità di erogazione, i consumi contenuti contribuiscono inoltre a fare felice il proprietario.

La X-PERIENCE è ricca di dotazioni come i fari anteriori Full LED con anabbaglianti automatici, il sistema ACC di assistenza alla guida, quello di gestione del differenziale EDS e l’immancabile ESC ovvero il controllo di stabilità del veicolo.

Performance offroad

SEAT Leon XPerience 017

La trazione integrale permanente della nuova Leon X-PERIENCE è tra le più moderne ed efficienti, utilizza infatti una frizione multidisco a comando idraulico a controllo elettronico di nuova progettazione che le permette in condizioni di marcia normali di trasmettere parte della trazione alle ruote anteriori. Quando si verifica una perdita di aderenza, la coppia viene gradualmente trasmessa alle ruote posteriori in pochi millisecondi e il tutto si traduce in una capacità sorprendente nel superare terreni insidiosi a scarsa aderenza. La coppia viene inoltre trasmessa anche tra l’asse destro e quello sinistro in modo completamente automatico sfruttando i sensori dell’ABS e dell’ESC, questo si traduce in un grande comfort di guida. In conclusione possiamo dire che il grande pregio di questo sistema di trazione integrale è “il non percepirlo se non quando serve”.

Prezzo e Concorrenti

La Leon X-PERIENCE che abbiamo testato è la 1.6 TDI 110CV  con allestimento High Business ad un prezzo di 29.805 euro; molto ben accessoriata è dotata infatti di tutto quello che si può desiderare all’interno di un automobile. Nonostante tutto, la nostra vettura è provvista di alcuni optional aggiuntivi come il dispositivo di riconoscimento della stanchezza associato alla telecamera per il mantenimento della corsia (450 euro) e gli airbag sedili posteriori (280 euro) solo per citarne alcuni. Trovare una vettura della concorrenza con cui poter fare un confronto non è facile perché il mercato non offre molte soluzioni, forse l’unica è la cugina del gruppo Volkswagen, la Skoda Octavia Wagon Executive 1.6 TDI 110 CV con trazione integrale proposta ad un prezzo di 26.960 euro.

Autore: Diego Maffè

Potrebbe interessarti

Hyundai Ioniq plug in

Hyundai Ioniq plug in Hybrid | Prova su strada

L’ibrido plug-in, detto tecnicamente PHEV, una sigla che tutti noi automobilisti dobbiamo imparare a conoscere, …