giovedì, 14 dicembre 2017 - 11:18
Home / Prove / Primo Contatto / Test – Nuova Citroen C3

Test – Nuova Citroen C3

Tempo di lettura: 3 minuti

Lungo le strade dell’hinterland milanese abbiamo provato la nuova C3 che, dopo essersi data una “rinfrescata”, è pronta per conquistare il combattutissimo segmento B.


Qualche ritocco qua e là

La nuova C3 si presenta con piccole modifiche estetiche che la modernizzano, come il nuovo frontale che integra gli chevron all’interno della griglia frontale e i nuovi LED, integrati sotto i proiettori. Al posteriore, invece, la nuova conformazione dei fari prevede lo spostamento dei catadiottri nella parte laterale inferiore del paraurti. Insieme al restyling sono arrivate anche tre nuove tinte esterne: il Blu Zaffiro, il Rosso Rubino e il Blu Cobalto (disponibile successivamente) per un totale di nove colori carrozzeria. Sono tre, invece gli allestimenti: Attraction, Seduction, Exclusive.
All’interno, la rivisitazione della C3 ha portato una maggior cura dei dettagli e delle finiture, con materiali di maggior qualità, rivestimenti in materiale soft touch e la plancia nelle nuove tinte marrone o grigio mirror con effetto specchiato. Il quadro strumenti, molto curato, è retroilluminato in bianco, per una facile leggibilità delle informazioni.

Cambiamenti ben mirati e mantenimento delle caratteristiche vincenti di questa C3, come il parabrezza Zénith, che offre una visuale verticale di 80° superiore al parabrezza normale regalando una sensazione di libertà unica nel suo genere, o come il bagagliaio che offre una buona capacità di carico, pari a 300 litri di volume. Un altro punto di forza è dato dalla possibilità di equipaggiare la vettura con una dotazione al passo coi tempi: Telecamera di retromarcia con sensori di parcheggio, il Connecting Box (kit viva voce Bluetooth con funzione streaming audio, prese jack e USB) e il Sistema di navigazione eMyWay.

Un cuore a tre cilindri

Nella gamma benzina sono presenti due motorizzazioni, il tre cilindri 1.2 VTi da 82 cavalli – il propulsore su cui puntano di più in Citroen – affiancato dal 1.0 VTi da 68 cv (sempre tre cilindri); motori di nuova generazione montati per la prima volta sulla C3 che assicurano una riduzione di consumo di carburante e di emissioni CO2 pari al 25% (da 4,3 a 4,5 l/100km dichiarati). Sono quattro, invece, i diesel: 1.4 HDi 70 FAP, 1.4 e-HDi 70 FAP Airdream, 1.6 e-HDI 90 FAP Airdream e 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream. Gli ultimi tre propulsori sono dotati della tecnologia Stop&Start.
Abbiamo avuto la possibilità di provare la vettura sia in città sia fuori e in entrambe le occasioni ha mostrato di trovarsi a proprio agio. Il motore della C3 da noi testata è il 1.2 VTi che ci aveva già lasciati piacevolmente sorpresi durante il long test della Peugeot 208. Questo tre cilindri è scattante ai bassi regimi e garantisce consumi ridotti sia in ambito urbano che fuori, anche se è proprio nell’area cittadina che merita i dovuti plausi. In mezzo al traffico la vettura è sempre pronta e agile, lo sterzo è preciso, la frizione e il cambio rispondono in modo sincero. L’unica mancanza – a mio parere dovrebbe esserci sempre su una vera citycar – è data dall’assenza dello Stop&Start presente solo sui diesel e non previsto per la gamma benzina. Degne di nota sono le sospensioni, studiate appositamente per garantire una buona tenuta di strada e allo stesso modo per affrontare in modo confortevole buche e sampietrini, ostacoli all’ordine del giorno nelle nostre città.

Concorrenza spietata

Il segmento B è uno dei mercati più combattuti, le auto in concorrenza si rinnovano continuamente, migliorando estetica e motori in una battaglia senza esclusione di colpi. La Citroen C3 parte dal prezzo di 12.400 euro per la 1.0 VTi in allestimento base Attraction per arrivare ai 19.400 euro del 1.6 e-HDi 115 FAP Airdream in allestimento Exclusive. Per portarvi a casa la motorizzazione provata da noi, la “cuore di gamma”, i prezzi vanno da 14.650 per la Seduction a 16.400 euro per l’Exclusive. Ma – sempre in tema di battaglie – in Citroen hanno previsto un’offerta lancio con sconti fino a 4.000 euro per la 1.2 VTi in entrambi gli allestimenti (con rottamazione), portando durante questo periodo promozionale la C3 da 82 cavalli allo stesso prezzo della 68 (anch’essa in offerta).
Nonostante le offerte vantaggiose, la concorrenza è ampia e risponde colpo su colpo. Ford Fiesta, Peugeot 208, Renault Clio, Toyota Yaris, Opel Corsa e Volkswagen Polo sono solo le principali avversarie di una lunga schiera di auto che lotta per la maggiore fetta di mercato. Questa volta il campo di battaglia principale sarà in zona “tre cilindri” e la C3 ha tutte le carte in regola per ripetere i successi del passato.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

BMW Serie 6 GT

BMW Serie 6 GT | Prova su strada in anteprima

Tempo di lettura: 5 minutiErede della Serie 5 Gran Turismo, la BMW Serie 6 GT ha fatto il suo …