in

Volkswagen Golf Sportsvan

Tempo di lettura: 3 minuti

Con la nuova Golf Sportsvan, la Volkswagen prosegue anche nel 2014 il lancio di nuovi prodotti nella classe compatta. L’autunno del 2012 aveva visto l’arrivo della settima generazione Golf; nel 2013 sono arrivate la nuova Golf Variant, i modelli 4Motion a trazione integrale, le icone sportive Golf GTI, Golf GTD e Golf R.

La gamma è stata completata in primavera con la e-Golf a trazione esclusivamente elettrica. In attesa del lancio previsto in autunno della Golf GTE, primo modello ibrido plug-in, la Golf Sportsvan rivoluziona il segmento degli MPV compatti. L’erede della fortunata Golf Plus (oltre 500.000 esemplari venduti solo in Germania) vanta un abitacolo pregiato e flessibile (divano posteriore scorrevole longitudinalmente di 180 mm), offre un volume di carico che può raggiungere i 1.520 litri e stupisce per il suo temperamento spiccatamente più sportivo rispetto alla Golf Plus.

volkswagen golf sportsvanOltre a carrozzeria e abitacolo, è tutta nuova anche la gamma dei propulsori. I motori sono dotati di serie di sistema start/stop che, insieme ad altre migliorie, consente alla Golf Sportsvan un risparmio nei consumi fino al 20% rispetto alle varianti precedenti.
I quattro turbo benzina a iniezione diretta TSI erogano rispettivamente 85, 110, 125 e 150 CV di potenza. La gamma dei motori Turbodiesel TDI a iniezione diretta ne contempla invece due, con 110 e 150 CV. A eccezione del TSI 85 CV, tutti i motori sono disponibili anche con cambio automatico a doppia frizione DSG. L’efficienza dei nuovi motori della Golf Sportsvan viene sottolineata dall’1.6 TDI BlueMotion Technology 110 CV: consuma solamente 3,9 l/100 km nel ciclo combinato (con emissioni di CO2 di 101 g/km). E’ prevista anche la versione BlueMotion con modifiche aerodinamiche e pneumatici con resistenza al rotolamento ottimizzata che consuma appena 3,6 l/100 km (pari a emissioni di CO2 di 95 g/km).

Dal punto di vista tecnico, la Golf Sportsvan segue il layout del pianale modulare trasversale MQB. Si evidenziano così differenze significative rispetto al modello precedente: le proporzioni della Golf Sportsvan risultano decisamente più dinamiche; gli sbalzi anteriori sono più corti e il passo più lungo. La Volkswagen è riuscita anche in questo modello MQB a ridurre sensibilmente il peso di 90 kg grazie all’innovativa costruzione con materiali leggeri. Grazie all’MQB inoltre l’abitacolo presenta un package perfezionato a tutto vantaggio della versatilità. Sulla Golf Sportsvan, guidatore e passeggero anteriore possono continuare a godere dei benefici di una posizione di seduta rialzata.

L’ulteriore perfezionamento dell’ergonomia è frutto anche della nuova plancia, caratterizzata da una disposizione ordinata dei relativi componenti e da finiture di pregio. La sensazione è quella di trovarsi all’interno di un SUV raffinato e sportivo piuttosto che a bordo di una monovolume.

volkswagen golf sportsvan2È una vettura che unisce il meglio delle compatte a 5 porte e delle monovolume, proponendosi come una nuova Golf che offre più spazio per ogni esigenza di tempo libero, famiglia e lavoro. Sono i sistemi di assistenza più all’avanguardia a fare la differenza, tra cui il sensore Blind Spot con sistema di assistenza al parcheggio, per la prima volta offerto su una Golf. Durante la marcia questo dispositivo avvisa della presenza di veicoli che seguono e che si trovano nell’angolo cieco. Inoltre, uscendo da un parcheggio in retromarcia, il sistema rileva la presenza di utenti della strada in fase di avvicinamento, spesso di difficile individuazione per il guidatore e, anche in questo caso, emette un segnale di avviso; in caso di collisione imminente, l’elettronica del sistema di assistenza per l’uscita dal parcheggio attiva automaticamente la funzione di frenata di emergenza.

volkswagen golf sportsvan3La Volkswagen, inoltre, offre sulla Golf Sportsvan numerosi sistemi high-tech, di serie o a richiesta, quali il differenziale a bloccaggio elettronico trasversale XDS+, l’innovativo sterzo progressivo, la regolazione adattiva dell’assetto DCC, il sistema di controllo perimetrale Front Assist con funzione di frenata di emergenza City, il cruise control con regolazione automatica della distanza (ACC), il sistema di frenata anti collisione multipla, il sistema di riconoscimento della stanchezza del guidatore, il sistema proattivo di protezione occupanti, le funzioni di regolazione degli abbaglianti Light Assist e Dynamic Light Assist, la selezione del profilo di guida, l’assistenza per il mantenimento della corsia
Lane Assist e il dispositivo di assistenza al parcheggio Park Assist.

Una generazione nuova di sistemi radio e di radio-navigazione (sistema Discover Pro top di gamma con hotspot WLAN) e un sound system da 400 watt (Dynaudio Excite) con subwoofer e nuovo altoparlante centrale (nella parte superiore della plancia) parlano di eccellenza anche a livello di infotainment.

Ad arricchire questa dimensione contribuiscono i nuovi servizi online mobili  come Google Earth Mapping Service, Google Street View e Informazioni sul Traffico Online.

Inizio prevendita: 16 maggio 2014

Commercializzazione: weekend porte aperte 7/8 giugno 2014

Motorizzazioni:
1.2 TSI 85 CV BMT manuale 5m
1.2 TSI 110 CV BMT manuale 6m
1.4 TSI 125 CV BMT manuale 6m / DSG 7m
1.4 TSI 150 CV BMT DSG 7m
1.6 TDI 90 CV BMT manuale 5m
1.6 TDI 110 CV BMT manuale 5m / DSG 7m
2.0 TDI 150 CV BMT manuale 6m / DSG 6m

 

Neopatentato

Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica.
La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Dì la tua

Dieter Zetsche, Presidente Mercedes-Benz, premiato World Top Manager 2013

Mercato auto in Europa: ad aprile + 4,2 %, FCA + 1,5 %