martedì, 17 Settembre 2019 - 6:57
Home / Notizie / Sicurezza / ADAS Ford Focus: Adaptive Cruise Control, Speed Sign Recognition e Lane Centring
Ford ADAS

ADAS Ford Focus: Adaptive Cruise Control, Speed Sign Recognition e Lane Centring

Tempo di lettura: 4 minuti.

La nuova Focus introduce un’ampia gamma di tecnologie, che la rendono la più tecnologica rispetto a qualsiasi altra Ford. Recentemente anche a bordo del SUV Edge è stato introdotto l’innovativo Ford Co-Pilot360, progettato per aumentare la sicurezza, rendere l’esperienza di guida più confortevole e meno stressante e agevolare le manovre di parcheggio. Esso si avvale di 3 radar, 2 telecamere e 12 sensori a ultrasuoni. La Focus (ma anche il SUV Edge) utilizza questa sensoristica per supportare le innovative tecnologie di assistenza alla guida

Nella focus il Pack Co-Pilot Pack costa solo € 500 e include: Adaptive Cruise Control con Stop&Go, Speed Sign Recognition e Lane Centering Assist, Sistema di monitoraggio della stanchezza del conducente, Abbaglianti automatici, Evasive Steering Assist. Vediamo nello specifico l’Adaptive Cruise Cruise Control, lo Speed Sign Recognition e il Lane Centring.

Adaptive Cruise Control con Stop&Go, Speed Sign Recognition e Lane Centring

Esso supporta l’automobile nel mantenimento della distanza di sicurezza dai veicoli che precedono e riduce lo stress durante i lunghi viaggi, contribuendo a mantenere il veicolo centrato nella sua corsia e regolando la velocità entro i limiti monitorando i segnali su strada e i dati condivisi dal navigatore. L’ACC funziona a velocità fino a 200 km/h.

La nuova funzionalità Stop&Go consente al sistema Adaptive Cruise Control di arrestare completamente il veicolo nella fase di partenza-arresto utilizzando fino al 50% della forza frenante totale e la rimette in marcia automaticamente se la durata dell’arresto è inferiore ai 3 secondi. In caso di arresto superiore ai 3 secondi, il conducente può premere il pulsante al volante o sfiorare delicatamente l’acceleratore.

Ford ADAS CO PILOT360

Se l’auto si ferma completamente, il motore si spegne e si riaccende automaticamente quando la strada è di nuovo libera, prima ancora che il guidatore si accorga di cosa succede. Inoltre, il sistema è in grado di riconoscere la segnaletica dei limiti di velocità e regolare di conseguenza la velocità di crociera. La tecnologia di mantenimento della corsia di marcia fornisce anche assistenza alla traiettoria seguendo la segnaletica orizzontale per aiutarti a mantenere la posizione corretta.

Il Lane Centring monitora i riferimenti stradali applicando la coppia al volante per aiutare il conducente a rimanere centrato in corsia ogni volta che viene attivato il sistema ACC. Progettata per supportare anch’esso una guida fino a una velocità di 200 km/h (alcuni competitors si fermano a 130), il dispositivo emette avvisi visivi e acustici in caso di mancato input del volante dal conducente.

L’idea è stata ispirata dalla tecnologia Lane Keeping Aid che Ford ha introdotto a bordo di molte delle sue auto, tra cui la nuova generazione di Focus, per assicurare viaggi più sicuri per i guidatori e per i passeggeri. La tecnologia avvisa il conducente con una vibrazione del volante in caso di cambio corsia involontario. In assenza di una pronta risposta, provvede automaticamente a sterzare per riportare l’auto in traiettoria.

Insomma un controllo repentino della direzione longitudinale e trasversale del veicolo: una guida autonoma di livello due.

Sistemi ultra testati e premiati

L’Euro NCAP ha valutato l’Adaptive Cruise Control con Stop & Go, Speed Sign Recognition e Lane-Centring disponibile a bordo della Nuova Focus, dando il massimo delle stelle (5).

Le prove condotte durante i test sulla guida automatizzata, hanno valutato le risposte dell’automobile in caso di avvicinamento a  veicoli che procedono più lentamente, fermi o in frenata, nonché in caso di veicoli che si avvicinano inaspettatamente nel traffico e il supporto dello sterzo nella gestione della guida in corsia quando si evita un ostacolo e in uscita da una curva a esse.
ford-focus-euroncap

L’ente Euro NCAP, inoltre, ha anche valutato l’efficacia con cui il manuale d’uso dell’utente di Focus spiega l’utilizzo dei dispositivi e il ruolo del conducente durante il loro funzionamento, elogiando le tecnologie di assistenza alla guida di Focus come semplici e intuitive da comprendere.

La Nuova Ford Focus è stata infatti sviluppata per offrire un buon equilibrio tra il supporto delle tecnologie offerte e la sensazione di pieno controllo da parte del guidatore, considerando il rischio di un’eventuale dipendenza di quest’ultimo nei confronti delle tecnologie stesse.

Non solo sicurezza, ma anche decongestionamento del traffico

Un ulteriore studio ha dimostrato che gli intoppi stradali sono molto spesso causati da fattori umani – come congestioni di più automobili dovute alla guida distratta, alle cattive abitudini, a tempi di reazione rallentati o a frenate inutili. Quando un conducente sfiora i freni, può verificarsi una reazione a catena che porta anche i conducenti delle automobili che seguono a frenare, causando, in questo modo, l’arresto del flusso di traffico.

A tale proposito, Ford, in collaborazione con i ricercatori della Vanderbilt University, università privata del Tennessee, negli Stati Uniti, ha dimostrato come tali spiacevoli inconvenienti stradali potrebbero essere ridotti al minimo, grazie all’uso diffuso di una tecnologia già offerta su molti modelli Ford, come nel caso della Focus. Come ad esempio l’Adaptive Cruise Control (ACC).

Ford ADAS

Il test condotto a dimostrazione di tale assunto è stato svolto all’interno di una pista di prova: 36 driver hanno simulato il normale traffico autostradale utilizzando la tecnologia ACC. Gli stessi hanno, poi, seguito lo stesso percorso, ma senza l’ausilio della tecnologia, ovvero hanno dovuto frenare e accelerare manualmente il veicolo.

Risultato: i veicoli con ACC sono stati in grado di ridurre l’impatto di ogni frenata molto meglio dei veicoli senza ACC attivato. Anche nel caso di un solo veicolo su tre con ACC attivo, il test ha prodotto, comunque, vantaggi rilevanti.

Anche il più divertente dei viaggi verso le vacanze può diventare rapidamente il più irritante di sempre, quando il traffico rallenta a passo d’uomo, specialmente quando si scopre che il rallentamento, in realtà, non è dovuto ad alcun motivo”, ha dichiarato Torsten Wey, Manager Driver Assistance e Safety Technology, Ford Europa. “Incoraggiamo i possessori di modelli Ford, equipaggiati con l’Adaptive Cruise Control, a utilizzarlo durante i loro viaggi, nella speranza che questa tecnologia smart possa rappresentare un primo passo per facilitare gli spostamenti”.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

vacanze estive

Vacanze estive: 5 cose da fare prima di partire

Per molti di noi le vacanze estive significano guidare verso la tranquillità, visitare le attrazioni …