lunedì, 1 Giugno 2020 - 0:18
Home / Notizie / Motorsport / Antonio Giovinazzi buon quinto all’esordio negli Esports
Antonio Giovinazzi Esports

Antonio Giovinazzi buon quinto all’esordio negli Esports

Tempo di lettura: 2 minuti.

Se il Virtual Vietnam GP è stato vinto in pompa magna da uno scatenato Charles Leclerc (il monegasco ha confidato di essersi allenato per 5 ore al giorno pur di arrivare pronto all’obiettivo), una bella performance va riconosciuta anche ad Antonio Giovinazzi, anche lui nella mischia degli “ufficiali F1”, insieme allo stesso Leclerc, Norris, Albon, Russell e Latifi, pronto a misurarsi con la F1 da simulatore, comodamente dal salotto di casa.

Circa 500.000 persone nel mondo si sono collegate sulle piattaforme social per seguire il Virtual Vietnam GP, corso curiosamente sul circuito australiano dove si sarebbe dovuta svolgere la prima gara, vera, del mondiale (nel gioco “F1 2019” manca il circuito di Hanoi, quest’anno al debutto in calendario e in attesa di una nuova data ufficiale).

Antonio Giovinazzi ha dichiarato in più di una recente intervista di aver riscoperto il divertimento al simulatore dopo che, almeno finchè non è stato promosso titolare da Alfa Romeo Racing, ha passato ore e ore al buio del “ragno” di Maranello, traendo impotanti informazioni a supporto della Ferrari nei suoi primi anni di esperienza in rosso.

Così come Leclerc, anche Giovinazzi ha voluto a tutti i costi arrivare pronto all’obiettivo, come dimostra un suo post su Instagram accompagnato dall’hashtag #Raceathome (corriamo a casa).

Antonio Giovinazzi può vantare però ore e ore di esperienza su un vero simulatore di F1, chicche tecnologiche sulle quali le squadre investono milioni di euro. La sua esperienza con F1 2019 era invece pari a zero o quasi. Il pugliese di Martina Franca è partito ottavo, per poi sprofondare indietro dopo il pit stop obbligatorio per cambiare gomme. Da lì è partita la rimonta che l’ha portato fino alla quinta posizione finale, dopo un bel duello con Arthur Leclerc e con Louis Deletraz.

Curiosamente, la quinta posizione è anche il miglior risultato che l’italiano ha ottenuto nella sua breve carriera in F1, in pista: arrivò quinto al GP del Brasile di qualche mese fa.

A tal proposito, appena dopo la gara, Giovinazzi ha dichiarato: Mi sono davvero divertito, e questo era l’obiettivo numero uno di questo evento. Spero di aver portato un po’ di divertimento anche per tutte le persone impegnate a guardarci sugli schermi e spero di divertirmi ugualmente al prossimo round, al quale non vedo l’ora di partecipare“.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

24 ore di le mans virtuale

24 Ore di le Mans virtuale: Ferrari la prende sul serio

Anche Ferrari conferma il suo impegno in una 24 Ore di Le Mans virtuale che …