venerdì, 24 novembre 2017 - 12:03
Home / Saloni / Auto e Moto d’Epoca 2017: le auto classiche e moderne esposte
Auto e Moto d'Epoca 2017

Auto e Moto d’Epoca 2017: le auto classiche e moderne esposte

Tempo di lettura: 3 minutiGiunta alla sua 34 edizione Auto e Moto d’Epoca centra l’obiettivo di esporre le più belle auto di ieri, di oggi e di domani. Noi abbiamo visitato la fiera di Padova in anteprima e vi raccontiamo cosa potrete vedere dal 26 al 29 ottobre sia lato classiche che moderne.

Auto e Moto d’Epoca 2017: le vetture d’epoca esposte

Ai gioielli di Bonhams esposti al padiglione 2 e battuti all’asta Sabato 28 (elenco) si affiancano i modelli dei migliori dealer specializzati. Nei diversi padiglioni e nelle nuove Classic Square e Area S coperta si troveranno Ferrari 250 GTE, Maserati Indy e Lamborghini Miura, le inconfondibili curve di Jaguar E-type e le ricercate armonie delle Aston Martin DB. Non mancheranno le Porsche, che godranno di ampia rappresentanza dalla 356 degli anni ’50 per poi addentrarsi nell’universo 911 in ogni declinazione, senza tralasciare l’esperienza a motore anteriore delle 924 e 944. L’offerta del Salone, unica in Europa, spazia dai modelli più ricercati alle vetture di tutti i giorni: dalle berline di rappresentanza alle inossidabili utilitarie come La Fiat 500, 2CV, Maggiolino, Mini e Bianchine.

A Padova l’appuntamento con i ricordi sarà, perciò,  puntuale. In più, Club e Registri Storici, rinnoveranno la  per il patrimonio di cultura del quale sono custodi. Tra i tanti che partecipano quest’anno; l’Historic Club Schio che mostra per la prima volta al pubblico un’Isotta Fraschini del 1908 tutta originale rimasta celata per cinquant’anni; Il Registro internazionale Touring Superleggera che espone sempre nel padiglione 1, un’Alfa Romeo 1900C Super Sprint II Serie.

Fiat 124 Rally – Auto e moto d’Epoca 2017

A fianco, gli specialisti internazionali in pezzi di ricambio originali portano a Padova  vecchie targhe, cruscotti, contachilometri, spinterogeni, bulloni, cerchi, insegne: sono un’infinità gli oggetti da scoprire ed acquistare in questo spazio. E, per chi non possiede un’auto d’epoca da restaurare o mantenere su strada, gli oltre 600 ricambisti presenti al Salone di Padova sono, comunque, uno spettacolo da non perdere. Un mercato colorato dove tutti possono trovare qualcosa di speciale da acquistare. Non mancano le botteghe artigiane che rappresentano un punto di forza del made in Italy: dai maestri nei rivestimenti in radica agli artisti del restauro e accessori da viaggio.

Auto e Moto d’Epoca 2017: le vetture del presente esposte

Sullo stand Audi saranno esposti i più recenti modelli della gamma sportiva RS – RS3, RS5 e TTRS – nonché gli esemplari da pista che raccontano l’evoluzione della tecnologia Audi nel motorsport e su strada. Citroën partecipa con il nuovo Suv compatto C3 Aircross che corona idealmente i 50 anni della storica Dyane. FCA Heritage per la prima volta a Padova, partecipa con i quattro marchi Fiat, Alfa Romeo, Lancia e Abarth, con le moderne Alfa Romeo 4C Spider e Abarth 124 Spider e con 5 vetture che hanno fatto la storia: dalla  Fiat 525 SS del 1931 all’Alfa Romeo 33/3 Le Mans del 1970. 

Citroen C3 Aircross - Auto e Moto d'Epoca 2017


Per Jaguar saranno presenti la E-PACE, la nuova arrivata nella famiglia dei SUV Jaguar, e la scuderia Jaguar che compete nella Formula E.  Mercedes AMG festeggia i 50 anni del marchio ad altissime prestazione con le vetture che ne hanno segnato l’evoluzione a partire dalle iconiche SLS AMG Coupé,  CLK 63 AMG BS e GT R. Anteprima italiana anche per la Huayra Roadster che rappresenta, ad oggi, il progetto più ambizioso e complesso dell’atelier di Horacio Pagani. Peugeot offre il tributo alla sigla 3 con la nuova 308 GTi by Peugeot Sport, una 309 GTI 1.9 prima serie del 1987 e il prototipo 305 V6, un esemplare unico realizzato negli anni ‘70. Tesla, che da anni sceglie la fiera che dà valore al passato per sottolineare l’importanza dell’auto elettrica nel presente, arriverà con le versioni 100D di Model X e Model S. Volvo espone i valori fondamentali dei suoi primi 90 anni: la sicurezza del viaggiatore; lo slancio verso la propulsione elettrica, la ricerca dell’efficienza energetica. Sullo stand i modelli di punta di oggi e di ieri, dalla P1800 alle nuovissime  XC60.

Auto e Moto d’Epoca, coerentemente alla sua vocazione di concepire la cultura dell’auto come un unico percorso che lega il passato con il futuro, passando dalla contemporaneità, cerca di rispondere in modo semplice, adatto a tutti, a queste complesse domande, inaugurando il Future Hub: un’area espositiva di vetro e schermi digitali dove troveranno posto i gioielli della tecnologia Porsche, Smart, Volvo e Volkswagen.  Il Future Hub sarà posto all’esterno del salone, in prossimità dell’entrata in fiera, l’ingresso sarà gratuito per promuovere una cultura della mobilità che vede il meglio di questa tecnologia messa al servizio delle persone. Future Hub rappresenta la finestra sulle auto ibride ed elettriche di oggi e di domani.

« 1 di 2 »

Autore: Federico Ferrero

Direttore Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Ferrari 250 GTO

La Ferrari 250 GTO a Milano AutoClassica

Tempo di lettura: 1 minutoTanti la considerano la regina delle Auto d’Epoca e se tanti ferraristi purosangue la pensano …