in

BMW Serie 2: è tutta nuova, ma rimane fedele a se stessa

Tempo di lettura: 2 minuti

BMW ha sfruttato il Goodwood Festival of Speed per presentare la nuova generazione della Serie 2 2022 La sportiva compatta è da sempre un modello particolarmente apprezzato per le sue caratteristiche più uniche che rare.

Sulla nuova generazione BMW ha deciso di mantenere la piattaforma accorciata della Serie 3, il che significa: motore longitudinale e trazione posteriore. Nonostante la crescita di 10,5 cm in lunghezza, 6,4 in larghezza, la Serie 2 2022 mantiene il suo primato di vettura con motore anteriore longitudinale più compatta del mercato.

Un’altra buona notizia è che a crescere è anche il passo, di ben 5,1 cm, mentre l’altezza diminuisce di 2,8 cm. Le dimensioni della nuova Serie 2 sono pertanto: 4,54 m di lunghezza 1,83 m di larghezza e 1,40 m di altezza. La lancetta sulla bilancia di ferma a 1.690 kg, un risultato discreto ma non strabiliante. Tuttavia il peso è ottimamente bilanciato con una distribuzione delle masse 50:50.

Dal punto di vista del design, nonostante le misure siano cambiate e le superfici stravolte, si respira un’aria familiare. L’impressione è quella di trovarsi di fronte a una vettura più adulta, ma pur sempre la Serie 2 a cui siamo abituati. Certamente il frontale, completamente inedito, dona una forte personalità alla nuova sportiva BMW. Da sottolineare il doppio rene che, pur credendo, rimane lontano dalla mega griglia di BMW Serie 4. Le nuove prese d’aria triangolari ben si sposano con i proiettori poco sviluppati in larghezza, soluzione inusuale per il Marchio. 

La fiancata è la parte a cambiare meno, sono evidenti gli affinamenti come la sofisticata ricerca della purezza formale, tuttavia già a un primo sguardo ci si rende conto che la vettura che si pone di fronte a noi è una BMW. Le superfici del posteriore hanno ricevuto la stessa tipologia di intervento ma, sono nuovamente i proiettori ha modificare i connotati della vettura.

Nel complesso lo stile della vettura appare dinamico e muscoloso, carattere che può essere accentuato con cerchi in lega da 17 o 18 pollici.

Gli interni seguono fedelmente ciò che si è visto in tutte le BMW di ultima generazione. La plancia ospita il BMW live cockpit Professional con un display che arriva a 12,3 pollici, presente anche il nuovo iDrive 7. Immancabile la strumentazione digitale da 10,25 pollici e l’head-up display.

Al momento la gamma prevede due propulsori a benzina e uno Diesel. La 220i e la M240i adottano il 2.0 benzina da 184 CV e il 3.0 sempre benzina da 374 CV. La variante Diesel è associata a un modulo ibrido leggero, in questo modo il 2.0 sprigiona fino 190 CV. 

Il 2022 sarà l’anno della 230i, altra versione a benzina, che raggiungerà i 245 CV.

La commercializzazione della nuova Serie 2 è prevista entro la fine del 2021 mentre nel 2023 dovrebbe arrivare l’estrema M2.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    peugeot hypercar 9x8

    Peugeot 9×8: svelata la nuova hypercar per il WEC

    L’Aventador LP 780-4 Ultimae: il canto del cigno del leggendario V12