mercoledì, 17 ottobre 2018 - 21:13
Home / Notizie / Attualità / Consegnata all’Arma dei Carabinieri la nuova Peugeot 308 GTi
308 GTi

Consegnata all’Arma dei Carabinieri la nuova Peugeot 308 GTi

Tempo di lettura: 2 minuti.

C’era tutto lo stato maggiore dell’Arma dei Carabinieri per la consegna ufficiale della nuova Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport con livrea dell’Arma. 

Un accordo che sottolinea l’impegno e la rappresentanza che ha visto Groupe PSA Italia svettare sul mercato auto 2017 e che trova spunto nella consegna della sua auto più sportiva alle forze dell’ordine. Basti pensare che Groupe PSA Italia contribuisce attivamente all’economia nazionale: con un fatturato di 2,7 miliardi di euro nel 2016, è tra le prime 90 realtà del Bel Paese. Un bel risultato per un gruppo dai forti connotati francesi capace di imporsi nel nostro territorio, interpretando i gusti degli italiani.

Per quanto riguarda la 308 GTi, quest’ultima sarà impiegata a Roma per il controllo del territorio, per interventi speciali quali il trasporto di sangue e d’organi e come auto di scorta per cerimonie istituzionali. Rispetto alla versione “civile”, che abbiamo avuto occasione di provare tra i cordoli del circuito di Misano Adriatico, la 308 dei Carabinieri si caratterizza per una serie di modifiche funzionali imposte dai suoi nuovi compiti. L’allestimento, realizzato dalla carrozzeria torinese NCT, di recente insignita del prestigioso Premio 100 Eccellenze Italiane, prevede segnalatori luminosi a nano LED, supporti porta arma a bloccaggio meccanico, un piano scrittoio illuminato ricavato nella cappelliera posteriore dotato di doppia presa USB e predisposizioni per i sistemi di comunicazione e per il sistema di scambio dati operativo.

Sotto il cofano, al servizio dell’Arma, c’è il potente motore 1.6 THP in grado di erogare 272 CV supportato da un impianto frenante all’altezza, con dischi da 380 mm contenuti dai raffinati cerchi da 19″. Il differenziale meccanico Torsen assiste la vettura nelle curve così come i più moderni sistemi di assistenza alla guida contribuiscono a elevare gli standard durante il pattugliamento delle strade. 

Grazie ad un rapporto peso/potenza eccellente, poi, impiega 6 secondi netti per passare da 0 a 100 km/h e 25,3 per percorrere il chilometro con partenza da fermo. Un veicolo molto potente e sportivo, ma anche estremamente agile ed in grado di assolvere perfettamente i compiti cui è assegnato in questa occasione.

A guidarla ci sarà un gruppo selezionato di militari che prenderà parte a un corso di formazione con un maestro d’eccezione, ovvero il dieci volte campione italiano rally Paolo Andreucci

 

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Satispay Bollo Auto

Da oggi il Bollo Auto si paga anche con Satispay

Da oggi Satispay arricchisce la sezione Servizi con Bollo Auto e Moto, che affianca così …

something