martedì, 20 novembre 2018 - 6:49
Home / Notizie / Curiosità / I Carabinieri a lezione da Paolo Andreucci per imparare i segreti della Peugeot 308 GTi
Peugeot 308 GTi

I Carabinieri a lezione da Paolo Andreucci per imparare i segreti della Peugeot 308 GTi

Tempo di lettura: 2 minuti.

Non è una novità che, tra le auto in dotazione all’Arma dei Carabinieri, figuri anche una Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport, come vi avevamo raccontato in questo articolo del 15 dicembre di un anno fa. Rimaneva però un problema: come istruire i selezionati militari alla guida sportiva? Quando ti chiami Peugeot facile la risposta: Paolo Andreucci, fresco undici volte campione italiano rally.

L’obiettivo del corso è stato quello di tirare fuori il meglio dal piede, e dalla testa, dei fortunati Carabinieri che la guideranno in servizio. Ricordiamo che la hot hatch francese (qui la nostra prova su strada) svolge funzioni di controllo del territorio e viene utilizzata per il trasporto di organi e sangue e per le scorte istituzionali.

La formazione ha così visto protagonisti cinque selezionati militari chiamati a rapporto presso il Misano World Circuit, pronti a calarsi nell’abitacolo di Peugeot 308 GTi by Peugeot Sport. Oltre ad un’attenta formazione teorica in aula con un maestro d’eccezione, i militari dell’Arma dei Carabinieri in divisa d’ordinanza hanno avuto la possibilità di apprendere ed eseguire, in pista e non solo, avanzati esercizi pratici di guida sicura unitamente a manovre specifiche utili per i loro compiti operativi, allo scopo di sfruttare al meglio e nella massima sicurezza possibile i 272 CV erogati dal 1.6 THP della Peugeot 308 GTi.

Peugeot 308 GTi
Paolo Andreucci maestro d’eccezione dei cinque selezionati militari

Sebbene i cinque militari fossero già in grado di guidare in pista un’auto sportiva, non si finisce mai di imparare quando hai come maestro un campione come Andreucci.

La 308 GTi by P.S. rappresenta la punta di diamante della sportività secondo la Casa del Leone e si caratterizza, oltre che per il potente motore da 1.6L con quasi 300 CV, per la presenza del differenziale autobloccante meccanico Torsen, l’impianto frenante con dischi da ben 380mm ed un assetto specifico per sfruttare al meglio il potenziale dell’auto.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Bugatti EB110

Bugatti EB 110, il genio incompreso

Diciamo la verità, per dire che la Bugatti EB 110 sia una bella auto bisogna …