sabato, 21 luglio 2018 - 19:48
Home / Archivio / Carrera Cup Italia: riflettori sul Red Bull Ring

Carrera Cup Italia: riflettori sul Red Bull Ring

Tempo di lettura: 3 minuti.

Saranno diciotto le vetture attese in pista sul tracciato di proprietà della Red Bull in programma sabato 15 e domenica 16 giugno, dove la Carrera Cup Italia ritorna dopo il positivo approccio dello scorso anno.


Nel secondo appuntamento ci sarà il debutto di un 21enne in arrivo dalla serie francese. Paul Loup Chatin sarà in Austria, nella prima delle due trasferte estere nel calendario 2013, al volante della vettura guest dello Tsunami RT per prendere confidenza con il monomarca tricolore in vista della prima sfida del Trofeo Internazionale con i piloti della Carrera Cup France che si terrà al Mugello a inizio luglio, nel quadro delle celebrazioni per i 50 anni della 911.
L’esperto Gianluca Giraudi (Antonelli Motorsport) conduce la classifica assoluta dopo i primi due Round disputati a Misano Adriatico: il piemontese ha 29 punti grazie alla vittoria conseguita in gara 1 (la sua prima nella serie) e al terzo posto in gara 2. Vanta una sola lunghezza su Enrico Fulgenzi, pilota e titolare dell’Heaven Motorsport.
Lo jesino, che ha firmato la prima pole position 2013 e ha raccolto in Romagna due secondi posti, tornerà martedì sul tracciato intitolato a Marco Simoncelli per risolvere in un test i problemi di assetto che hanno determinato un calo prestazionale sulla distanza (le gare sono di 28 minuti + 1 Giro): il marchigiano, insomma, si presenterà in Austria con la chiara intenzione di puntare al primo successo stagionale. Non ha bisogno di rompere il ghiaccio Alberto Cerqui, terzo nella classifica di Campionato, ad appena due punti da Gianluca Giraudi.
Il bresciano è uno dei volti nuovi della Carrera Cup Italia: a soli 20 anni è già il pilota di punta dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano. Il “giaguaro”, con l’affermazione in Round 2 nel week end di apertura della stagione, è diventato il più giovane vincitore nel monomarca di Porsche Italia. Si porta sulle spalle una grossa responsabilità visto che la squadra di Enrico Borghi domina il monomarca italiano più prestigioso da cinque anni di fila. Riuscirà ad allungare il palmares del team lombardo? Per il momento ambisce a entrare nell’International Scholarship Program, la selezione che per il secondo anno viene promossa da Porsche AG fra i conduttori Under 26 e che permetterà ad una giovane promessa di partecipare con un contributo 200 mila euro alla Mobil 1 Supercup nel 2014.

Al Red Bull Ring aspettiamoci un cambio di passo da Edoardo Liberati (Erre Esse – Antonelli Motorsport) e Alessandro Cicognani (GDL Racing by Centro Porsche Padova): il 20enne romano è unaltro novizio che ha sentito la mancanza di esperienza nella categoria, pagando due start incerti, ma ha il potenziale per inserirsi nel discorso di vertice. Il ravennate va in Austria carico dal punto di vista agonistico, dopo aver adottato un atteggiamento troppo conservativo a Misano, vista l’esperienza precedente nel GT Italiano. Fra i giovani spicca anche Nicolò Granzotto (Antonelli Motorsport) che vuole mettere a frutto l’esperienza maturata nel GT italiano. Chi cerca un rilancio allo Spielberg è Oleksandr Gaidai: l’ucraino è un outsider che vuole far valere il terzo anno nella categoria, dopo aver capito come si devono sfruttare al meglio le nuove gomme Michelin.
Nella Michelin Cup è prevedibile la reazione di Angelo Proietti, campione in carica per la seconda volta di seguito nella classifica riservata ai gentleman driver: il romano della Erre Esse – Antonelli Motorsport ha nel mirino Alberto De Amicis (Ebimotors – Centri Porsche Milano), leader indiscusso di classe dopo la doppietta di Misano. L’ortonese, fra l’altro, si sta abituando a stare nelle posizioni di vertice visto che è scattato in prima fila in Round 2. Naturalmente i due dovranno tenere conto delle ambizioni di Alex De Giacomi (MIK Events) che nel carniere ha già due secondi posti davanti a Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport). La pista della Red Bull dovrebbe adattarsi anche alla guida spettacolare di Davide Roda (Ebimotors), mentre i debuttanti Pietro Negra (Antonelli Motorsport), Nicola Benucci (Ebimotors), Vittorio Bagnasco (GDL Racing by Centro Porsche Padova) e il russo Mikhail Spiridonov (Kinetic Racing)metteranno a frutto l’esperienza di Misano in una serie che non consente un approccio facile visto l’elevato livello di competitività.

Il week end in Austria si articolerà in soli due giorni: sabato con le prove libere di un’ora dalle 11,10, mentre le qualifiche saranno in programma a partire dalle 15,15. Le gare si disputeranno entrambe la domenica: Round 3 è previsto alle 9,20 sulla distanza di 28 minuti + 1 giro, mentre Round 4 scatterà alle 14,50.

Le due gare saranno trasmesse in diretta televisiva da Sportitalia2 (canale 61 del Digitale Terrestre e canale 226 della piattaforma di Sky) e in streaming da www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv e www.panorama-auto.it con il commento di Guido Schittone e gli approfondimenti di Mauro Gentile dalla pit lane. Il sito OmniCorse.it aggiornerà in tempo reale il Pit Live con fatti, racconti e retroscena di pista e della vita nel paddock. Noi di Autoappassionati.it, anche durante la tappa austriaca, vi terremo sempre aggiornati con le dirette Twitter (@auto_app) di qualifiche e gare.

Le Classifiche

Assoluta: 1. Giraudi punti 29; 2. Fulgenzi 28; 3. Cerqui 27; 4. De Amicis 14; 5. Liberati 12; 6. Gaidai 8; 7. De Giacomi 7; 8. Cicognani 5; 9. Scanzi 3; 10. Roda 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 20; 2. De Giacomi 12; 3. Scanzi 8; 4. Roda 5; 5. Proietti 3; 6. Bignotti 2; 7. Bagnasco e Benucci 1.

Team: 1. Antonelli Motorsport 28; 2. Ebimotors 27; 3. Heaven Motorsport 25; 4. Erre Esse – Antonelli Motorsport 14; 5. Tsunami RT e MIK Events 10; 7. GDL Racing by Centro Porsche Padova 7; 8. Krypton Motorsport 5; 9. Kinetic Racing 3.

Statistiche

Vittorie: 1 Giraudi e Cerqui
Pole position: 1 Fulgenzi
Giro più veloce: 1 Fulgenzi e Giraudi

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Binomio al vertice per DS Virgin Racing nella tappa argentina della Formula E

Tempo di lettura: 2 minuti. Il Team DS Virgin Racing sbarca fiducioso in America del Sud per l’ePrix di Buenos …

something