giovedì, 18 ottobre 2018 - 3:24
Home / Notizie / Motorsport / Carrera Cup Italia: tutti pronti per Imola?

Carrera Cup Italia: tutti pronti per Imola?

Tempo di lettura: 3 minuti.

Il quarto appuntamento stagionale è il secondo nel mese di luglio dopo la sfida internazionale del Mugello con i piloti della Carrera Cup France e rappresenta il giro di boa del Campionato.

Non si è ancora spenta l’eco della prima prova del Trofeo 911 50th Anniversary che la Carrera Cup Italia torna subito in pista con il quarto appuntamento dei sette stagionali in calendario. In attesa del prossimo week end di Imola gli appassionati possono rivedere le gare del Mugello grazie al video on demand gratuito dal sito www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad).

Round 5 e 6 hanno proposto il confronto diretto con i piloti della Carrera Cup France, proponendo uno schieramento di partenza di 39 vetture nel quale si è registrato il dominio dei piloti italiani che hanno monopolizzato il podio in tutte le classifiche.

La Porsche Carrera Cup Italia approda all’Enzo e Dino Ferrari per il giro di boa del Campionato con Gianluca Giraudi saldamente in testa alla classifica: il piemontese dell’Antonelli Motorsport ha raddoppiato il margine con cui guida la classifica, portando a 10 i punti di vantaggio su Alberto Cerqui (Ebimotors – Centri Porsche Milano) e 11 su Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) che sono i due sfidanti più accreditati, visto che il difficile week end toscano per Edoardo Liberati (Erre Esse – AntonelliMotorsport), ha allontanato il romano dalle posizioni di vertice, con un bottino pari a meno della metà di quello raccolto dai tre in fuga.

Gianluca Giraudi e Alberto Cerqui hanno conquistato il loro secondo successo stagionale, rompendo l’equilibrio che aveva portato quattro piloti diversi, di quattro team diversi a imporsi nei primi quattro Round disputati. A vantaggio del più esperto pilota torinese c’è la continuità delle prestazioni. Giraudi ha collezionato i successi in Gara 1, quelli che valgono di più per il punteggio pieno, mentre il “giaguaro” per il momento si è dovuto accontentare di due belle affermazioni in Gara 2, ottenute grazie al vantaggio dell’inversione della griglia dei primi sei.
Imola, quindi, rappresenta lo scenario ideale per tastare quali sono le effettive ambizioni del giovane bresciano che ancora va in caccia della prima pole position e del giro veloce, che valgono punti aggiuntivi.
In realtà fra i due conta di inserirsi Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) che è andato via dal Mugello con l’amaro in bocca per essersi visto sfuggire il successo in Round 5 per la penalizzazione che gli è stata inflitta dopo il sorpasso decisivo ai danni di Giraudi, effettuato con quattro ruote oltre la riga bianca che delimita la pista.
Nel team GDL Racing by Centro Porsche Padova si registra la defezione di Alessandro Cicognani. Poco soddisfatto dei risultati conseguiti il team manager Gianluca De Lorenzi porterà una seconda guida da affiancare a Vittorio Bagnasco: il nome non è ancora stato ufficializzato perché gli accordi sono ancora in via di definizione.

Nella Michelin Cup, la speciale classifica riservata ai gentleman driver, c’è la supremazia di Alberto De Amicis: il pilota dell’Ebimotors – Centri Porsche Milano al Mugello ha costruito una bella doppietta che gli ha permesso di riportare a 15 punti il vantaggio su Giacomo Scanzi (Krypton Motorsport), dopo lo spettacolare capottamento di cui si era reso protagonista al Red Bull Ring. L’ortonese finora ha mostrato un passo decisamente superiore, mentre lo sfidante bresciano arriverà all’Enzo e Dino Ferrari con una scocca nuova, dopo che la sua era stata piegata in Toscana nel contatto generato da Sala e completato da Negra. A Imola è attesa la reazione di Angelo Proietti (Erre Esse – Antonelli Motorsport) che pare abbia risolto i guai tecnici che lo hanno rallentato al Mugello. Chi cerca una conferma della sua crescita è Nicolò Granzotto (Antonelli Motorsport) il giovane veneto secondo in Round 5 davanti a Davide Roda (Ebimotors), mentre Alex De Giacomi (MIK Events) conta di inserirsi nuovamente nel gruppo di vertice avendo diagnosticato i problemi elettronici che lo hanno afflitto fino a Round 6.

Round 7 si disputerà domenica 20 luglio con partenza alle ore 9,50 sulla distanza di 28 minuti + 1 giro, mentre Round 8 sarà in programma nel pomeriggio alle ore 15,40. Entrambe le gare saranno trasmesse in diretta televisiva da Sportitalia2 (canale 61 del Digitale Terrestre e canale 226 della piattaforma di Sky) e in live streaming da www.carreracupitalia.it (disponibile anche su iPhone e iPad) e da www.motormedia.tv e www.panorama-auto.it con il commento di Guido Schittone e gli approfondimenti di Mauro Gentile dalla pit lane. Il sito OmniCorse.it aggiornerà in tempo reale il Pit Live con fatti, racconti e retroscena di pista e della vita nel paddock, mentre su Twitter siamo noi di autoappassionati.it a coinvolgervi con l’account @auto_app e l’hashtag #CarreraCup_IT !

Le Classifiche

Assoluta: 1. Giraudi punti 78; 2. Cerqui 68; 3. Fulgenzi 67; 4. Liberati e Chatin 32; 6. De Amicis 26; 7. Monti 23; 8. Gaidai 17; 9. Cicognani e Scanzi 11; 11. Proietti e De Giacomi 9; 13. Bignotti 8; 14. Granzotto 6; 14. Roda 4; 15. Benucci 1.

Michelin Cup: 1. De Amicis punti 41; 2. Scanzi 26; 3. Proietti 22; 4. De Giacomi 19; 5. Roda 15; 6. Bignotti 14; 7. Granzotto 12; 8. Benucci e Negra 3; 10. Bagnasco 1.

Team: 1. Antonelli Motorsport 72; 2. Ebimotors 70; 3. Heaven Motorsport 68; 4. Tsunami RT 56; 5. ErreEsse – Antonelli Motorsport 35; 6. MIK Events e Krypton Racing 24; 8. GDL Racing by Centro Porsche Padova 23; 9. Kinetic Racing 8.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

Bosch

Bosch annuncia la partnership con il Campionato ABB FIA Formula E

Mentre a Valencia prendono luogo i test in vista della quinta stagione del campionato, con tempismo …

something