mercoledì, 29 Gennaio 2020 - 19:11
Home / Notizie / Motorsport / Citroen Racing abbandona il mondiale WRC con effetto immediato: si apre il caso Ogier
Citroen Racing

Citroen Racing abbandona il mondiale WRC con effetto immediato: si apre il caso Ogier

Tempo di lettura: 2 minuti.

La voce ha iniziato a farsi largo tra gli addetti al settore già nei giorni scorsi, dopo l’annullamento del Rally di Australia. Oggi, è arrivata la conferma, scontata, dai retroscena non troppo chiari: Citroen Racing abbandona, dopo un impegno che ha sfiorato le tre stagioni complete, il mondiale WRC. La causa? Almeno ufficialmente, i vertici PSA sembrano dare tutte le colpe a Sebastian Ogier che, dal prossimo anno, passerà in Toyota per ritirarsi da campione del mondo.

La notizia, in realtà, era nell’aria già da qualche giorno anche a causa, se così vogliamo chiamarla, del parallelo annuncio di Peugeot dell’intenzione di debuttare nella nuova categoria hypercar a partire dal 2022. Un periodo di grande transizione per Groupe PSA, vista la fusione con FCA, che impone scelte drastiche sul fronte motorsport, da sempre vetrina dei grandi costruttori.

A farne le spese, quindi, non la Formula E, dove il team DS Techeetah è attualmente campione di categoria, ma il WRC, dove Citroen, in tre stagioni, ha sì vinto delle gare ma non ha mai avuto il “passo” per battersi per la conquista del titolo mondiale, neanche dopo l’ingaggio di un campione del calibro di Ogier.

Per un mondo dell’auto che spinge forte sul pedale dell’elettrificazione, ecco che il WRC, con i regolamenti attuali, in attesa di vedere cosa succederà, è diventato di colpo una sorta di giocattolo rotto, visti gli investimenti in gioco.

A dare una spiegazione ufficiale circa il ritiro repentino di Citroen Racing ci ha pensato il CEO Linda Jackson: “La nostra decisione di ritirarci dal programma WRC già alla fine di quest’anno fa seguito alla scelta di Sébastien Ogier di lasciare la squadra. Vorrei ringraziare il team Citroen Racing per la loro passione e il loro impegno. Una parte del DNA della Citroen è intimamente legata al rally e siamo orgogliosi di essere uno dei marchi più titolati nella storia del WRC, con 102 vittorie e otto titoli costruttori”.

Loading...

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

RIT 2020 Siena

RIT 2020: il rally apre le porte ai diversamente abili

Chi ha detto che il rally non può essere praticato da chi è diversamente abile? …