in

L’erede della Fiat 500X: ecco il nuovo Fiat B-SUV

Tempo di lettura: 2 minuti

È stata da poco svelata la Jeep Avenger, l’attesa è ora tutta per sua “cugina”: la nuova B-Suv marchiata Fiat. Seguendo il calendario Stellantis, che dopo la baby Jeep prevede il lancio, nel 2023, vettura che rappresenta l’erede della 500X, diventa più che ovvio spostare l’attenzione sul marchio torinese, per cui dietro l’angolo si profila una svolta molto importante. Dopo tanto tempo, infatti, arriva finalmente un modello totalmente inedito. Al punto che al suo debutto apre una nuova era: quella delle piattaforme condivise con l’ex-gruppo PSA. Nella fattispecie, stiamo parlando del pianale multienergia da cui deriva la Stla Small: una base estremamente versatile che può dare vita a vetture a benzina e diesel, ma anche elettriche.

Come sarà il nuovo Fiat B-SUV

bsuv front

Sono ormai molti coloro che hanno immaginato Fiat B-Suv e il risultato sono le numerose ricostruzioni grafiche. Chiaramente si parla di nuove speculazioni, partendo dal presupposto che, pur sostituendo un modello piuttosto popolare come la 500X, la nuova arrivata dovrebbe abbandonare i legami stilistici con la precedente famiglia del Cinquino, in favore di una cifra estetica totalmente ripensata. Da auto sbarazzina, ma anche ingegnosa, chiaramente moderna: un mix di connotati recentemente rievocati, soprattutto, dalla concept Centoventi di Ginevra 2019, che dovrebbe essere fonte d’ispirazione anche per i futuri interni.

Quale parte del Segmento B?

Se il design è ancora tutto da scoprire, la struttura del progetto, invece, è parzialmente ricostruibile dai punti fermi ormai ben noti. La piattaforma Stla Small, su cui di trova il ramo ex-FCA di Stellantis costruirà, oltre alla nuova Jeep Avenger, anche la B-Suv Alfa Romeo negli stabilimenti polacchi di Tychy, generando una vettura, la Avenger appunto, sarà lunga solo 4.08 metri, anche per la necessità di distanziare adeguatamente il nuovo modello dall’attuale Jeep Renegade. Tuttavia, su un pianale strettamente parente vengono costruite anche le attuali vetture più grandi: l’Opel Mokka, che arriva a 4.15 metri di lunghezza, e la Peugeot 2008, la quale arriva addirittura a 4.30. La Fiat B-Suv andrà a rimpiazzare l’attuale Fiat 500X lunga 4.26 metri, ma potrebbe optare per una vocazione urbana ancor più spiccata, con nuove misure ridotte, per posizionarsi nel cuore, se non addirittura nella fascia bassa, del segmento B.

Il termico rimane e permane

Come si può pensare la città sarà anche l’habitat naturale delle motorizzazioni, che in cima alla gamma proiettano la variante totalmente elettrica. Anche qui, nella più completa assenza d’informazioni ufficiali sono le supposizioni fatte a darci indizi. Da ultimo l’Avenger che, senza esplicitare dati tecnici sulla batteria, è stata accreditata di un’autonomia massima intorno ai 400 km: diversi km in più rispetto a Mokka e 2008 elettriche, accreditate di percorrenze a elettroni di poco superiori ai 300 km.

La nuova Fiat B-Suv, comunque, non viaggerà solo a batteria. Nella rosa dei motori dovrebbero essere incluse perlomeno le stesse opzioni che, secondo alle informazioni di corridoio, andranno a diversificare la gamma dell’Avenger: ovvero ibride, termiche pure e potrebbe scapparci qualche mild hybrid.

commenti

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Così il b suv sarebbe una panda gonfiata? Per me può rimanere li a livello di bozzetto. E' veramente orripilante.

Loading…

0

Leclerc a Muschio Selvaggio: “Rivorrei i motori V10”

ASI e l’arte del restauro a Modena Motor Gallery