martedì, 20 Agosto 2019 - 6:07
Home / Notizie / Novità / Jeep Grand Cherokee Trackhawk: interni racing comfort
Jeep Grand Cherokee Trackhawk

Jeep Grand Cherokee Trackhawk: interni racing comfort

Tempo di lettura: 2 minuti.

Ispirati al mondo delle corse, gli interni della Jeep Grand Cherokee Trackhawk sono stati progettati per accogliere il guidatore in un ambiente sportivo, ma con un comfort degno di nota. Dopo avervi raccontato gli esterni, ecco come si presenta dentro.

L’abitacolo è dominato da materiali soft-touch di alta qualità, impreziositi da eleganti finiture Light Black Chrome e inserti in fibra di carbonio. La plancia presenta un quadro strumenti con display (DID) da 7” con tachimetro posto al centro. Il contachilometri, che arriva fino a 320 km/h, è situato sul lato sinistro del quadro strumenti. Nella console centrale si trova il nuovo sistema Uconnect con display da 8,4″ con Apple CarPlay e Android Auto, oltre che dell’esclusiva funzionalità Performance Pages che mostrano nell’immediato tutte le prestazioni della vettura.

Di serie anche i sedili in pelle Nappa con inserti in camoscio e logo “Trackhawk” ricamato, le finiture in metallo Premium Metal e il rivestimento premium del tetto. Il quadro strumenti, le porte, la console centrale e il bracciolo sono rivestiti in pelle con cuciture a vista, mentre i tappetini riportano il logo Trackhawk.

Lato infotainment e tecnologia, oltre al ben noto schermo touchscreen da 8,4 pollici, è presente un Entertainment Center con doppio schermo e lettore Blu-Ray per i sedili posteriori e due diversi impianti audio, tra cui il sistema Harman Kardon da 825 Watt, dotato di 19 altoparlanti e due subwoofer. Sempre dal punto di vista del piacere per il nostro udito, per eliminare i fastidiosi rumori esterni e lasciare all’interno dell’abitacolo il piacevole sound del 6.2 da 700 cavalli, è presente, come sulla SRT, l’Active Noise Cancellation.

Lato sicurezza, la nuova Jeep Grand Cherokee Trackhawk offre più di 65 sistemi dedicati, tra cui il Cruise Control adattivo con funzione di arresto, il sistema avanzato di assistenza alla frenata, il sistema di monitoraggio angoli ciechi con Rear Cross Path Detection, il Forward Collision Warning con Crash Mitigation, l’assistenza al parcheggio anteriore e posteriore, il Lane Departure Warning-Plus e il Ready Alert Braking, il dispositivo Trailer Hitch Camera View at Speed, che consente di controllare il rimorchio, utilizzando la telecamera installata posteriormente, quando la vettura è in movimento.

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

T-Roc Cabrio

Volkswagen T-Roc Cabrio: il crossover a cielo aperto

Nonostante l’appuntamento con il pubblico sia fissato per il Salone di Francoforte 2019, la Volkswagen …