domenica, 21 ottobre 2018 - 14:57
Home / Notizie / Pneumatici / KLEBER Dynaxer UHP e Dynaxer HP4: la prova in pista
Dynaxer HP4

KLEBER Dynaxer UHP e Dynaxer HP4: la prova in pista

Tempo di lettura: 2 minuti.

Negli ultimi anni l’attenzione per la sicurezza di guida si è focalizzata sui sistemi di ausilio di tipo ADAS. Questo ha spostato l’interesse del consumatore verso tecnologie più aggiornate che sostituiscono -in alcuni casi- l’intervento umano, prevedendo ed evitando incidenti.  Non bisogna però sottovalutare l’enorme progresso svolto dai progettisti di pneumatici che, con nuove soluzioni di mescola e design, ha portato ad un miglioramento generale nella sicurezza dell’auto. KLEBER, azienda di pneumatici annessa al Gruppo Michelin nel 1981, presenta la sua nuova gamma di pneumatici estivi: KLEBER Dynaxer UHP e KLEBER Dynaxer HP4. Noi abbiamo avuto l’opportunità di metterli alla prova sul circuito di prova Fontange e ora vi raccontiamo com’è andata. 

KLEBER Dynaxer: stupisce il controllo sul bagnato

Rispetto al precedente Pneumatico, KLEBER Dynaxer HP3, la nuova generazione propone un’innovativa mescola brevettata del battistrada e un differente design che riducono la deformazione del pneumatico durante l’utilizzo. Il percorso handling con fondo bagnato mi ha permesso di mettere a dura prova le capacità di questi pneumatici che, dal canto loro, si sono dimostrati sicuri e affidabili, permettendo alla vettura un comportamento composto anche in situazioni di stress. Il merito è attribuito al nuovo battistrada dal design asimmetrico con due canali longitudinali esterni che permette di accentuare l’asimmetria del pneumatico e di migliorarne lo scolo di acqua. 

Durante la prova di frenata su fondo bagnato ho avuto modo di apprezzare il miglioramento più importante di questo nuovo pneumatico. Infatti, rispetto al modello precedente, i KLEBER Dynaxer UHP e KLEBER Dynaxer HP4 hanno ridotto del 13% la distanza percorsa durante la frenata permettendomi, durante il test, di arrestare la vettura due metri prima rispetto alla posizione registrata con lo pneumatico di generazione precedente. In condizioni climatiche migliori, ovvero con una temperatura poco più bassa, la distanza sale a 4,7 metri di media registrati dai collaudatori in fase di prova. Il consumo di carburante è stato diminuito grazie alla tecnologia a lamelle auto-bloccanti che aiuta a trasmettere alla scultura del battistrada una maggiore rigidità nelle zone di contatto, dunque nella parte centrale. 

Interessante anche la prova handling su fondo asciutto che ha messo in risalto la buona fiducia del pneumatico, anche a controlli disabilitati. 

Dynaxer UHP

I nuovi KLEBER Dynaxer UHP e HP4 beneficiano, infine, dell’offerta “Trust – 30 giorni 100% soddisfatti o rimborsati”, che offre all’acquirente la possibilità di restituire gli pneumatici e ritirare un rimborso completo. Questo LINK rimanda all’offerta e alle relative spiegazioni. In sintesi, questo sistema darà la possibilità di provare realmente il comportamento della gomme in qualsiasi condizione e senza alcun impegno. 

La nuova gamma ha ottenuto la classe A nell’etichetta europea per KLEBER Dynaxer UHP e per KLEBER Dynaxer HP4 in 16 e 17 pollici – e la classe B per le dimensioni in 14 e 15 pollici.

Disponibilità e Dimensioni

Il nuovo KLEBER Dynaxer UHP è già disponibile in Europa dallo scorso luglio nelle seguenti dimensioni in 17” e 18”, con rapporto d’aspetto inferiore a 50 e una larghezza compresa tra i 205 mm e i 245 mm. Per una lista completa di tutte le dimensioni disponibili vi rimandiamo al sito ufficiale. È prevista un’estensione dimensionale in 19” dal 2019 e in 20” nel 2020. Il KLEBER Dynaxer HP4 avvierà la commercializzazione a partire da gennaio 2019 in 83 dimensioni, da 14” a 17” con una spalla superiore a 50. 

Con queste dimensioni KLEBER ha la possibilità di equipaggiare i Marchi più interessati nel mercato Europeo come Peugeot, Citroën, Renault, Ford, Opel, Nissan, Volkswagen , BMW e Audi.

Dynaxer UHP

Autore: Andrea Genre

Potrebbe interessarti

Mercato auto novembre italia

Rapporto Censis – Michelin: l’auto è ancora prima scelta italiana di mobilità

Alla luce del rapporto stilato da Censis – Michelin sulla mobilità degli italiani, la scelta …

something