giovedì, 21 giugno 2018 - 4:21
Home / Notizie / Tecnologia / L’Alfa Romeo 4C vince anche il titolo ‘Auto, Motor und Sport – Best Cars 2014’

L’Alfa Romeo 4C vince anche il titolo ‘Auto, Motor und Sport – Best Cars 2014’

Tempo di lettura: 2 minuti.

Alfa Romeo non poteva iniziare meglio il 2014: i lettori della rivista specializzata ‘Auto, Motor und Sport‘ assegnano all’Alfa Romeo 4C il titolo di ‘Best Cars 2014‘ nella classifica Importatori – categoria ‘auto sportive‘ – davanti a 28 modelli appartenenti all’Olimpo delle supersportive, in generale vetture molto più costose dell’affascinante coupé italiano con telaio in fibra di carbonio, trazione posteriore e motore in posizione centrale. Si tratta dell’ennesimo premio alla compatta sportiva del nuovo corso del Biscione.

Ha ritirato il trofeo Louis-Carl Vignon, Head of Alfa Romeo EMEA, intervenuto oggi alla cerimonia di premiazione che si è svolta a Stoccarda (Germania).

Nella votazione per ‘Best Cars 2014’, oltre 115.000 lettori hanno scelto l’Alfa Romeo 4C (qui la prova) come la più entusiasmante auto sportiva di importazione dell’anno. Progettata dagli ingegneri dell’Alfa Romeo e prodotta nello stabilimento Maserati di Modena, la supercar compatta rappresenta l’essenza della sportività insita nel ‘DNA Alfa Romeo’: prestazioni ed eccellenza tecnica finalizzata al massimo del piacere di guida combinate con uno stile mozzafiato.

Alfa Romeo 4C è una vera ‘driving machine’ senza compromessi che dà il meglio di sé proprio in pista, dove velocità, spazi di frenata ridotti e accelerazioni trasversali sono fondamentali per ottenere tempi sul giro di prim’ordine : da 0 a 100 km/h in soli 4,5 secondi netti, 258 km/h di velocità massima, punte di decelerazioni nell’ordine di 1,2 g e punte di accelerazione laterale superiori a 1,1 g. Tutto questo si ottiene con una distribuzione ottimale dei pesi – il 40% sull’asse anteriore, il 60% su quello posteriore – e un peso totale a secco di soli 895 kg – costituiti per la maggior parte da fibra di carbonio, alluminio, acciaio e SMC – oltre ad uno straordinario rapporto peso/potenza inferiore ai 4 Kg/CV.

Le performance eccellenti sono raggiunte anche grazie all’abbinamento del nuovo 1750 Turbo Benzina da 240 CV con il cambio a doppia frizione a secco ‘Alfa TCT’ di ultima generazione e il selettore Alfa D.N.A. evoluto con l’inedita modalità Race. In particolare, il nuovo ‘4 cilindri’ 1750 Turbo Benzina con iniezione diretta a 200 bar e basamento in alluminio raggiunge prestazioni sorprendenti: i valori di coppia e di potenza specifica sono ai vertici della categoria, rispettivamente oltre 200 Nm/l e 137 CV/l, mentre la potenza massima è di 240 CV (176 kW) a 6.000 giri.

Infine, anche gli altri due modelli Alfa Romeo si sono piazzati ai primi posti nella classifica annuale di ‘Auto, Motor und Sport’ dedicata alle vetture d’importazione: l’Alfa Romeo MiTo si è aggiudicata il secondo posto nella categoria ‘utilitarie’ mentre l’Alfa Romeo Giulietta ha conquistato il terzo posto tra le vetture ‘compatte’. Entrambe le vetture sono state recentemente rinnovate.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Nissan Qashqai ProPilot

ProPILOT su Qashqai: la tecnologia cambia il rapporto uomo-auto

Tempo di lettura: 2 minuti. Nissan Qashqai da ora sarà equipaggiato con la tecnologia ProPILOT, che assiste il conducente in …

something