domenica, 16 Giugno 2019 - 7:08
Home / Notizie / Motorsport / L’ultima dell’Ovale Blu con le Ford GT a Le Mans si macchia di storia

L’ultima dell’Ovale Blu con le Ford GT a Le Mans si macchia di storia

Tempo di lettura: 2 minuti.

Manca ormai poco alla 24 Ore di Le Mans 2019, in programma per il 15 e 16 giugno. Se in LMP1 si prospetta una vittoria facile per Toyota con la sua apparentemente imbattibile TS050 Hybrid, sarà battaglia nella classe GTE dove l’Ovale Blu partecipa per la quarta e ultima volta con la sua Ford GT (classe GTE-Pro) del team Chip Ganassi Racing Team.

Proprio per l’occasione, dopo 4 anni di soddisfazioni conditi dalla storica vittoria del 2016, a cinquant’anni esatti da quella tripletta passata alla storia della GT40, Ford ha preparato quattro livree storiche per le auto che scenderanno in gara a La Sarthe.

L’edizione della 24 Ore di Le Mans di quest’anno, sarà l’ultima dell’attuale programma corse dedicato alla produzione della Ford GT, che segna così, la fine di un altro grande capitolo a Le Mans per Ford.  

Nel 2016, Ford è tornata a Le Mans per celebrare il cinquantesimo anniversario della nostra incredibile vittoria del 1966. Abbiamo festeggiato nel miglior modo possibile vincendo la gara!”, ha dichiarato Bill Ford, Executive Chairman, Ford Motor Company. “Salire sul podio a nome dei dipendenti è stato un momento di orgoglio per me e non vedo l’ora di tornare a Le Mans quest’anno per supportare la squadra, mentre ci avviciniamo alla gara finale di questo importante capitolo della nostra storia”. 

Ford GT

La Ford GT #66, guidata da Stefan Mücke (GER), Olivier Pla (FRA) e Billy Johnson (USA), indosserà una livrea nera che ricorda quella della Ford GT40 di Bruce McLaren e Chris Amon che vinse Le Mans nel 1966.

La Ford GT40, che Dan Gurney e A.J. Foyt hanno guidato fino alla vittoria a Le Mans nel 1967, viene ricordata nella nuova livrea della Ford GT #67, guidata da Andy Priaulx (GB), Harry Tincknell (GB) e Jonathan Bomarito (USA). 

La Ford GT #68, la più recente vincitrice a Le Mans, si è aggiudicata la bandiera a scacchi, per la prima volta, nella gara del 2016. Dirk Müller (GER), Joey Hand (USA) e Sébastien Bourdais (FRA) correranno con gli stessi colori di quella vittoria del 2016. 

La Ford GT #69 di Scott Dixon (NZ), Ryan Briscoe (AUS) e Richard Westbrook (GB) prende spunto dal design della Ford GT40 che arrivò seconda a Le Mans nel 1966 nell’epica vittoria con 3 GT40 a occupare tutti e 3 i gradini del podio, il così detto 1-2-3 finish, di Ford.

Anche la Ford GT #85, che disputerà la gara nella classe GTE Am del Customer Team, Keating Motorsports, utilizzerà la stessa livrea delle quattro Ford GT, abbinata però ai colori brillanti del suo sponsor principale, Wynn’s. La formazione alla guida della Ford GT #85 è composta da Ben Keating (Stati Uniti), Jeroen Bleekemolen (NETH) e Felipe Fraga (BRA).

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Police

Police entra in F1 e corre sui caschi di Lewis Hamilton e Valtteri Bottas

Police, brand lifestyle di proprietà del Gruppo De Rigo, sigla un importante accordo di sponsorizzazione …