in ,

Mercedes C 43 AMG: via il 6 cilindri, ora c’è il 2.0 mild hybrid da 408 CV

Tempo di lettura: 2 minuti

Non è forse la notizia che gli appassionati della divisione sportiva di Mercedes avrebbero voluto sentire, ma il downsizing e l’elettrificazione sono stratagemmi sempre più utilizzati per non cadere negli eccessi di emissioni, che si voglia intendere come un’effettiva scelta etica o come una manovra per evitare le sanzioni europee.

Se da un lato è ammirevole, e per alcuni affascinante, “assistere” allo studio e la progettazione di propulsori relativamente piccoli e sorprendentemente efficienti per le potenze in gioco (spesso maggiori di quella dei predecessori), è innegabile che al volante e all’orecchio un 4 cilindri regali emozioni diverse di un V6. Attenzione, non più o meno incisive, semplicemente diverse.

Mercedes C 43 AMG: ciao sei cilindri, ora c’è il 4 cilindri da 408 CV con mild hybrid

Dopo questo preambolo (o flusso di coscienza del redattore, se così vogliamo chiamarlo), concentriamoci sulla diretta interessata: la nuova Mercedes C 43 AMG. Dopo circa un anno dalla presentazione della nuova classe C, Mercedes lancia la AMG, la gemella più sportiva e performante. 

Sobria ma incisiva, se esteticamente non si notano stravolgimenti importanti rispetto alle versioni classiche, fatto salvo per la griglia a listelli verticali, il disegno dei paraurti, quattro terminali di scarico e un appena accennato spoiler posteriore, è aprendo il cofano che si scopre dove si sono concentrati gli ingeneri Mercedes.

Tecnologia direttamente derivata dalla F1 per la nuova AMG: l’energia recuperata dalla turbina alimenta una batteria dedicata

Il motore infatti è completamente nuovo, si tratta di un 2.0 l 4 cilindri turbobenzina da 408 CV e 500 Nm (contro i 390 CV e 520 Nm del 3.0 l a 6 cilindri della precedente generazione) in grado di sprigionare un surplus di 13 CV in piena accelerazione grazie all’elettrificazione di tipo mild e al turbocompressore che eredita parte della tecnologia delle auto di F1. Lo 0-100 km/h viene coperto in 4,5 s e la velocità di punta è di 250 km/h sulle C45 AMG di serie, 265 km/h se si opta per il giusto optional.

Mercedes C45 AMG: trazione integrale sbilanciata verso il posteriore

Siccome la potenza è nulla senza il controllo è bene sapere che a trasmettere il moto alle quattro ruote motrici ci pensa un cambio automatico a 9 rapporti e la coppia erogata non è a rapporto fisso tra avantreno e retrotreno. Grazie alla trazione integrale 4Matic si può scegliere di mandare fino al 69% della coppia alle ruote posteriori, che peraltro sono sterzanti già di serie.

La modalità che libera maggiormente il posteriore, selezionabile dal manettino sul volante (foto sotto) è la Sport+, le altre sono la Comfort, la Sport e la Race Start (che aggiunge i 13 CV per qualche secondo con il gas a martello). C’è poi anche la Individual, con la quale si possono regolare la risposta dello sterzo, delle sospensioni adattive (di serie) e dell’erogazione.

Interni da ammiraglia per la Mercedes C 43 AMG

Mercedes Classe C e Classe E hanno ereditato il design interno dell’ammiraglia di casa, la Classe S. La C 43 AMG non è da meno, infatti chi si accomoda sui sedili in pelle AMG (i cui fianchetti si irrigidiscono automaticamente in curva per supportare il busto del conducente) può impugnare il volante sportivo in pelle e alcantara ed interfacciarsi con il nuovo sistema MBUX tramite il grande display verticale da quasi 12” posto davanti al tunnel centrale e quello per la strumentazione digitale.

I prezzi della nuova C 43 AMG sono ancora ignoti, ma non manca molto alla loro comunicazione ufficiale, anche perché i primi esemplari arriveranno nelle concessionarie entro la fine dell’anno.

Autore: Nicola Accatino

Commenti

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Si parla molto della fine dei motori a benzina e soprattutto diesel, mi chiedo come mai la Mercedes continua a investire cifre importanti in questi 2 tipi di propulsori? non credo che siano degli spovveduti per cui, è evidente che c'è chi fa del terrorismo. In ogni caso la Mercedes se riuscirà ad azzerare le polveri sottile, si presenterà sul mercato con un motore veramente innovativo, unico. Bisogna rendere atto a questo marchio che in fatto di evoluzione di potenza con il 45S ha sbaragliato la concorrenza lasciando tra il Suo 45S e gli altri 100cv circa di differenza; complimenti!!

Loading…

0

Nuova Peugeot 308: le 8 novità tecnologiche che fanno la differenza

Automotoretrò 2022, anche ASI al Lingotto Fiere di Torino