martedì, 20 novembre 2018 - 22:22
Home / Notizie / Tecnologia / Mobisat Mario: il gentiluomo GPS

Mobisat Mario: il gentiluomo GPS

Tempo di lettura: 1 minuto.

Il nuovissimo Mario, prodotto da Mobisat, è un localizzatore satellitare di piccole dimensioni, comodo e tascabile. Grazie al sistema GPS integrato di ultima generazione e alta qualità, Mario vi consente di localizzare in tempo reale l’esatta posizione e gli spostamenti delle persone care e degli oggetti di valore.

È garantita la massima sicurezza dei beni personali, come la moto e l’auto; in caso di furto, infatti, le Forze dell’Ordine, se informate dell’esatta posizione dell’oggetto rubato, sono tenute ad attivarsi per il recupero immediato e con il localizzatore satellitare l’esito positivo è assicurato.

Mario è anche un ottimo compagno per lo sport, il tempo libero e i viaggi di piacere. Per 60 giorni i percorsi fatti rimangono memorizzati e il localizzatore rileva dati quali la velocità, le tappe intermedie, la media del carburante consumato; molti dati, una volta scaricati, possono poi essere condivisi con gli amici.

Ma le funzioni di Mario non finiscono qui: il localizzatore si prende cura anche dei tuoi cari

In questo modo le gite, le uscite dei figli o dei genitori anziani non sono più fonte di preoccupazione, così come lo smarrimento degli amici a quattro zampe un pò esuberanti. Il dispositivo dispone anche di un tasto SOS che, se premuto, invia un SMS di allarme direttamente al numero di telefono impostato e permette di attivare il microfono interno per ascoltare quello che sta succedendo nell’ambiente circostante e intervenire in tempo reale.

Utilizzare Mario è semplicissimo: basta inserire una SIM card e scaricare sul proprio telefonino l’App gratuita.

Prezzo al pubblico: 179 euro
Mario è commercializzato da Pioneer Italia.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Land Rover

Jaguar Land Rover: con V2X basta soste inutili ai semafori

Jaguar Land Rover decide di utilizzare il Vehicle-to-Infrastructure, indicata con la sigla V2X; una tecnologia …