in

MotoGP: Dovizioso e la Ducati a 0,773″ dalla pole

Tempo di lettura: < 1 minuto

Lasciano perplessi i risultati altalenanti che si succedono nel GP di quest’anno. Dovizioso e la Ducati restano candidati al titolo, ma mancano di quella costanza che n passato gli aveva permesso di essere l’unico rivale di Marc Marquez. Domani la gara e lunga e Dovi è esperto, ma le Yamaha volano…

Andrea Dovizioso (#04 Ducati Team) – 1:32.184 (9°)
“Sono soddisfatto perché siamo finalmente riusciti a migliorare il mio feeling con la moto e nella giornata di oggi ci siamo avvicinati ai primi. Peccato non essere riusciti a fare meglio della nona posizione in qualifica: il nostro obiettivo oggi era almeno la seconda fila perché qui a Misano la partenza è corta e piuttosto stretta. Ora cercheremo di fare un altro passo in avanti nel warm up di domani mattina. L’obiettivo domani in gara sarà quello di lottare per la top five”.

Andrea Dovizioso.

Danilo Petrucci (#9 Ducati Team) – 1:32.418 (15°)
“Sicuramente non era questa la posizione che mi aspettavo di ottenere oggi in qualifica. I distacchi sono sempre molto contenuti, ma purtroppo non sono riuscito a segnare un buon tempo. Nel secondo giro disponibile con la gomma nuova ho commesso diversi errori che non mi hanno permesso di migliorare. Il mio ritmo per la gara è più costante, ma sarà determinante riuscire a partire bene per poter restare fin da subito agganciati ai primi e avere la possibilità di ottenere un buon risultato”.

Danilo Petrucci.

MotoGP: in pole la Yamaha di Maverick Vinales

MotoGP, Yamaha, Petronas: prima fila a Misano