lunedì, 10 dicembre 2018 - 8:04
Home / Notizie / Novità / Nuova Bentley Continental GT: prime informazioni
Continental GT

Nuova Bentley Continental GT: prime informazioni

Tempo di lettura: 2 minuti.

Un foglio bianco…ecco la prima cosa che i progettisti Bentley hanno preso in mano per progettare la terza generazione della Continental GT.

La nuova supercar inglese arriverà nel 2018 e maggiori dettagli verranno svelati al Salone di Francoforte 2017, dove le saranno tolti i veli in forma ufficiale. Per ora sappiamo che le sue forme hanno preso spunto dalla concept car EXP10 Speed 6, mantenendo quindi forme piuttosto allungate con sbalzi ridotti.

Il potente W12 è stato rivisto, arrivando a toccare ora i 635 CV di potenza con una coppia di 900 Nm: tutto si traduce in uno scatto da fermo a 100 km/h in poco meno di 3,7 secondi e in una velocità massima di 335 km/h. Basterebbero questi dati per introdurre la nuova Continental GT? In realtà no.

Nuovo è l’impianto frenante così come le sospensioni pneumatiche, ma è negli interni che è stata compiuta la rivoluzione. La somiglianza con la Porsche Panamera (non a caso eredita la stessa piattaforma) non deve trarre in inganno, nonostante lo schermo touchscreen sia esattamente della stessa ampiezza della rivale, ovvero 12,3 pollici. A portata di vista del conducente c’è anche il quadro strumenti completamente digitale, mentre la qualità dei materiali è ovviamente alta e molto d’effetto è la zona attorno al cambio, volutamente piena di pulsanti (non touch) in una zona comoda per il pilota.

Sul fronte motore-cambio non bisogna dimenticare il debutto dell’automatico ad otto rapporti doppia frizione, per cambiate sempre più veloci e all’altezza del gruppo propulsore, lo stesso del SUV Bentayga.  Infine, la piattaforma modulare MSB (con carrozzeria interamente in alluminio) ha permesso un risparmio di peso di circa 80 kg a tutto vantaggio delle prestazioni.

Veniamo ai particolari: esaminando le foto rilasciate da Bentley, sulla nuova Continental GT catturano lo sguardo i due scarichi di forma ovale del tutto simili, almeno nella forma, ai sovrastanti gruppi ottici posteriori. Tutta la vettura appare più curvilinea, se vogliamo più snella, ma decisamente ben proporzionata e forse meno “paciosa” rispetto alla precedente generazione, nonostante le dimensioni siano rimaste immutate.

All’interno, una chicca che offre il sistema di infotainment consiste nella possibilità di visualizzare i classici menu o ridurli, all’occorrenza, a tre semplici indicatori, semplicemente capovolgendo lo schermo: ecco comparire bussola, termometro e cronometro.

Per maggiori informazioni non ci resta che attendere la presentazione ufficiale al Salone di Francoforte. 

« 1 di 2 »

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Nuova Renault Kadjar 2019

Nuova Renault Kadjar 2019: prezzi, allestimenti e motori

Al debutto nel 2015, il SUV medio della losanga è riuscita a imporsi globalmente con …