martedì, 17 luglio 2018 - 23:02
Home / Nuova Infiniti QX30 Concept | Salone di Ginevra 2015
Foto di Gabriele Bolognesi

Nuova Infiniti QX30 Concept | Salone di Ginevra 2015

Tempo di lettura: 3 minuti.

Infiniti ha presentato l’elegante e versatile QX30 Concept, il progetto stilistico che ispirerà un nuovo crossover compatto di lusso.

 Con il suo debutto all’edizione 2015 del Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra, la QX30 Concept concretizza l’ambizione di Infiniti di espandersi nel segmento delle compatte di lusso a livello internazionale, per il quale è prevista una crescita significativa grazie all’ingresso di giovani clienti con disponibilità di spesa.

Abbinando sapientemente le linee filanti di un coupé con la seduta dominante e la trazione integrale tipici di un crossover, la QX30 Concept si rivela abilissima tanto ad affrontare il traffico del centro città quanto a esplorare remote località fuori porta.

“Infiniti QX30 Concept preannuncia l’entrata nel segmento delle compatte di lusso di una valida alternativa per la clientela,” ha dichiarato Roland Krueger, Presidente e CEO di Infiniti.

“La vettura incarna la nostra convinzione dell’importanza di dare ai clienti la libertà di andare dove desiderano, quando lo desiderano – secondo una modalità in grado di esprimere il loro personalissimo carattere.”

Destinata alla produzione

La QX30 Concept è il più recente di una serie di prototipi per i quali Infiniti ha annunciato chiari e precisi obiettivi di produzione.

La Q30 sarà costruita nel Regno Unito nel corso dell’anno, mentre un modello coupé sportivo basato sulla Q60 Concept svelata a Detroit all’inizio di quest’anno entrerà in produzione il prossimo. Anche il crossover ispirato alla QX30 Concept verrà lanciato il prossimo anno.

Infiniti continua ad ampliare il proprio portafoglio prodotti in modo tale da coprire l’intera gamma che si estende dalle vetture di lusso più piccole – ovvero la Q30 – fino ai crossover di grandi dimensioni come la QX70. Di fatto, per realizzare la QX30 Concept, Infiniti ha attinto ampiamente alla sua esperienza passata nella produzione di apprezzati crossover prestazionali, ovvero la QX50 e la QX70.

L’arte della funzionalità

QX30 04

A completamento della posizione più rialzata da terra della QX30 Concept, gli esperti di stile di Infiniti hanno introdotto una serie di particolari stilistici che consentono di classificare immediatamente il prototipo come crossover.

La carrozzeria risulta più larga e robusta grazie ai cerchi da 21″, agli pneumatici di grandi dimensioni e ai profili scuri più ampi in corrispondenza dell’incavo delle ruote. L’esclusivo design delle ruote mescola l’alluminio fresato con tecnica tridimensionale e materiale plastico opaco in un’insolita contrapposizione.

Il paraurti anteriore con finitura cromata satinata, basso e dotato di ampie aperture laterali, trasmette un senso di robusta protezione. L’impressione di elegante blindatura è rafforzata dagli spessi battitacco sotto le portiere e dalla piastra paracolpi, solida ma dalla linea scolpita, nella sezione posteriore.

Persino le barre sul tetto si sono spinte ben al di là della loro funzione originaria. Allungandosi verso il centro del tetto, esse infatti “ostruiscono” in modo squisitamente artistico la visuale attraverso il tetto in cristallo dei passeggeri seduti dietro, ai quali viene quindi offerta una prospettiva inimitabile dell’esterno.

Internamente, l’ambiente intenso e scuro si sposa alla perfezione con il fascino accattivante degli esterni. Tutti e quattro i sedili sono stati snelliti per ottenere una sorta di effetto di sospensione nello spazio ed evocare una sensazione di scolpito atletismo.

Il telaio a “U” dei sedili è in parte rivestito da uno strato di cuoio Connolly di prima qualità rifinito con impunture di colore blu. Il contrasto fra le parti coperte del telaio e quelle esposte accentua la tridimensionalità degli interni.

Ampia gamma di motorizzazioni

La QX30 Concept è un’anticipazione di quella che diventerà una linea di vetture progettate per essere abbinate a un’ampia gamma di propulsori con alimentazione sia diesel che a benzina. Si ritiene che la selezione di propulsori proposta andrà a soddisfare le preferenze di guida più diverse dei clienti di tutto il mondo, che optino per una modalità più sportiva o all’insegna dell’efficienza dei consumi.

La QX30 Concept allude inoltre alle dinamiche di guida sportive per le quali Infiniti è famosa, per cui chi la guiderà potrà aspettarsi un’eccellente e scattante risposta dell’acceleratore, utile soprattutto quando si affronta il traffico cittadino.

Con i suoi grandi cerchi e gli spessi pneumatici, la QX30 Concept risulta ben piantata a terra e solidissima non solo in apparenza ma anche di fatto, il che contribuisce ad aumentare il senso di sicurezza di chi è al volante, sia su strada che nel fuoristrada.

La comunicazione al centro di tutto

QX30 03

L’abitacolo avvolgente e invitante della QX30 Concept attrae e coinvolge emotivamente gli occupanti dell’auto. I sedili dal profilo snello diventano ora protagonisti di uno spazio più facilmente condiviso, invece che restare semplici barriere fra il guidatore e i passeggeri. E il crossover diventa un luogo sicuro all’interno del quale chi viaggia può comunicare e relazionarsi.

Rispecchiando il valore che i clienti attribuiscono alla comunicazione e alla relazione, la QX30 Concept lascia intravedere il livello di tecnologia disponibile, che si riassume in funzionalità e dispositivi che non sono tipici delle auto compatte. Ad esempio, il sistema Infiniti InTouch consente al guidatore di restare in contatto con il proprio mondo digitale anche mentre è in viaggio.

“La QX30 Concept cerca di infondere classe in questo segmento,” ha aggiunto Krueger. “Promette elegante maneggevolezza, in condizioni di maltempo, su fondi stradali dissestati, così come nel traffico di città.”

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

Camp Jeep 2018

Camp Jeep 2018: una grande edizione segnata dall’esordio di nuova Jeep Wrangler

Tempo di lettura: 2 minuti. Si è chiuso con un successo di pubblico, ovviamente appassionato di off-road, il Camp Jeep …

something