mercoledì, 24 ottobre 2018 - 0:46
Home / Notizie / Motorsport / Peugeot 208 T16 Pikes Peak: tutte le informazioni

Peugeot 208 T16 Pikes Peak: tutte le informazioni

Tempo di lettura: 2 minuti.

875 cavalli per 875 chili, quattro ruote motrici, un’aerodinamica estrema e… il nove volte campione del mondo rally Sébastien Loeb.


L’obiettivo? Diventare “the King of Peak” il prossimo 30 giugno, durante la celeberrima corsa di Pikes Peak, la cronoscalata americana più antica ed “estrema” al mondo, con la sua categoria « Unlimited », ossia senza vincoli. Gli ingegneri di Peugeot Sport hanno potuto sbizzarrirsi per creare la 208 T16 Pikes Peak, una progettazione gratificante e appassionante ma al tempo stesso una sfida difficilissima. Con le sue altezze vertiginose, infatti, Pikes Peak pone una sfida tecnica unica al mondo: quella dell’ossigenazione dei motori. «Infatti bisogna considerare che un motore aspirato registra una perdita di potenza dell’1% ogni cento metri di altitudine», spiega Bruno Famin, direttore di Peugeot Sport. Un dato fondamentale da tenere in considerazione per questa corsa, che scatta da 2865 m di altitudine e arriva a 4301 metri! Ancora prima della partenza, alcuni motori hanno già perso circa il 30% della loro potenza. Per questo motivo Peugeot Sport ha preparato un V6 biturbo da 875 CV derivato dall’Endurance, che fa della 208 T16 Pikes Peak una vettura più potente di una Formula 1.
La 208 T16 Pikes Peak, tra l’altro, ha un rapporto molto stretto con la 908 che ha vinto la 24 Ore di Le Mans. Poiché dall’anno scorso il percorso della Pikes Peak (purtroppo per alcuni appassionati) è interamente asfaltato, Peugeot Sport ha ideato quasi un vero prototipo Le Mans. Infatti, la nuova arma di Sébastien Loeb ha preso in prestito dalla 908 numerosi elementi, come le parti mobili della vettura, i freni o alcuni componenti aerodinamici, come la presa d’aria che alimenta il motore o ancora lo spettacolare alettone di due metri derivato dalla prima 908 HDi FAP.
Assolutamente spettacolari, l’alettone posteriore e lo spoilerino anteriore conferiscono alla 208 T16 Pikes Peak un look davvero bestiale, ma anche molto efficace. Da sottolineare che il sottoscocca della vettura genera circa la metà del carico aerodinamico di questa belva.
Equipaggiata con pneumatici Michelin speciali che offrono un prezioso grip alle quattro ruote motrici, la Peugeot 208 T16 Pikes Peak si presenta come una vera bestia nera per la concorrenza. Sébastien Loeb, il pilota più titolato nel mondo dei rally, avrà fra le mani, il 30 giugno prossimo, una delle vetture più estreme mai viste in gara per affrontare i 18 tornanti e le 156 curve che lo separano dalle stelle e dalla leggenda della Pikes Peak!

Autore: Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Potrebbe interessarti

ultima di schumacher in rosso

GP Interlagos 2006: l’ ultima di Schumacher in rosso

Tempo di anniversari. Se la meritata vittoria di Raikkonen ad Austin è arrivata esattamente undici …

something