sabato, 15 Agosto 2020 - 22:10
Home / Notizie / Novità / Renault Twingo GT: l’erede delle piccole pepate francesi

Renault Twingo GT: l’erede delle piccole pepate francesi

Tempo di lettura: 4 minuti.

Costruita con un’architettura “tutto dietro”, TWINGO GT è dedicata al piacere di guida. Precisa, confortevole e divertente, procura sensazioni di guida uniche ed accessibili, nella migliore tradizione delle GT progettate da Renault Sport. TWINGO GT è alimentata da un motore TCe turbo capace di sviluppare fino a 110 cavalli e 170 Nm di coppia. Per gestire questa maggiore potenza in tutta sicurezza, il telaio si evolve con nuove sospensioni e un intervento particolare sulle tarature del controllo elettronico della traiettoria ESP e dello sterzo a demoltiplica variabile.

Ispirato alla concept-car Twin’Run, il design di TWINGO GT si distingue per i cerchi da 17’’, la presa d’aria dinamica laterale e il doppio terminale di scarico.

Una GT… con qualcosa in più

Da quasi vent’anni, Renault Sport ha sviluppato un know-how unico in materia di veicoli sportivi. Le varie derivazioni R.S. e GT di Twingo (da noi provata), Clio e Mégane sono accomunate dalla trazione anteriore con motore anteriore. Con la terza generazione di Twingo, gli ingegneri hanno accolto una nuova sfida!
“Per Renault Sport, lavorare su una vettura a trazione posteriore con motore posteriore costituiva una sfida, tenuto conto del comportamento dinamico molto diverso delle trazioni anteriori sulle quali lavoriamo solitamente. Era importante studiare attentamente questa alternativa e credo che abbiamo affrontato la sfida in maniera brillante! TWINGO GT è un’automobile equilibrata, divertente da guidare, le cui prestazioni sono molto simili a quelle di una Twingo R.S. della precedente generazione.”

Una ventata d’aria fresca per il motore

Pur condividendo l’architettura di alcune delle vetture sportive che hanno fatto la storia di Renault Sport – come R5 Turbo o Clio V6 – Twingo rimane comunque una piccola city car che non rinuncia alla maneggevolezza e al comfort. Alloggiato tra le ruote posteriori il motore a tre cilindri è inclinato a 49 gradi per offrire maggiore compattezza. Per TWINGO GT, gli ingegneri di Renault Sport hanno quindi lavorato all’ottimizzazione del motore più performante della gamma, il TCe da 898 cm3.
Elemento distintivo di TWINGO GT, la presa d’aria situata sul parafango posteriore sinistro che sostituisce quella normalmente posizionata nel passaruota. Una modifica essenziale per migliorare le prestazioni del motore, con una diminuzione del 12% della temperatura dell’aria in ingresso nel turbocompressore. Coniugata a una condotta di sezione superiore, questa presa dinamica permette anche un aumento della portata d’aria al motore del 23%.

Per approfittare di questa ventata di aria fresca, il regime di rotazione del turbocompressore è stato aumentato. La pompa della benzina è progettata per aumentare di conseguenza la portata di carburante e la pompa dell’acqua è studiata per ottimizzare il raffreddamento della meccanica. Anche il terminale di scarico è stato oggetto di un lavoro specifico, con una nuova taratura della portata d’aria e della contropressione e un silenziatore a doppia uscita. Con la modifica della mappatura, la potenza si attesta a 110 cv, mentre la coppia massima raggiunge i 170 Nm. Il dinamismo e la sportività sono completati dal cambio manuale a cinque velocità con rapporti rivisitati.

Telaio che regala precisione e comfort

Al pari del motore, anche il telaio non si discosta molto dall’architettura iniziale. Beneficia di una messa a punto specifica, effettuata dai team di Renault Sport.
I nuovi ammortizzatori sono associati alle molle originali, ma con una taratura sportiva. Anche la barra stabilizzatrice anteriore è stata sostituita con una di diametro superiore. Con un’altezza da terra ribassata di 20 mm rispetto a Twingo e i cerchi Twin’Run da 17’’ – che calzano pneumatici Yokohama BluEarth – TWINGO GT è decisamente ben piantata sulle ruote.
È stata rivista anche l’elettronica, con una nuova taratura del controllo dinamico di traiettoria ESP. “Senza mai rinunciare alla sicurezza, abbiamo privilegiato la motricità in guida dinamica, tenendo conto delle nuove caratteristiche del telaio e degli pneumatici”, spiega Matthieu Métivier, ingegnere responsabile delle prestazioni di TWINGO GT. “Concretamente, il conducente, pigiando sull’acceleratore all’uscita di una curva, avvertirà una leggera deriva prima che l’ESP corregga la traiettoria senza ridurre la velocità. In questo modo si approfitta del comportamento tipico di una trazione posteriore con motore posteriore”.
La messa a punto di TWINGO GT è stata realizzata dai piloti collaudatori di Renault Sport, che intervengono su tutte le gamme R.S. e GT.

Piacere di guida già in partenza

TWINGO GT presenta un eccellente rapporto peso/potenza di 8,5 kg/cv rispetto ai 9,8 kg/cv di Twingo II GT, aumento che si traduce in prestazioni sorprendenti che si avvicinano addirittura a quelle di Twingo II R.S.!
Con l’accelerazione da 0 a 100 km/h in meno di dieci secondi, TWINGO GT stabilisce un nuovo punto fermo nel segmento delle city car sportive. Anche le riprese sono le migliori della categoria, con 80-120 km/h in meno di nove secondi. L’ideale per destreggiarsi senza difficoltà in ogni situazione! Con accelerazioni decise in tutti i rapporti, il motore assicura prestazioni ottimali in tutte le condizioni.

Con il suo telaio robusto, TWINGO GT si distingue per la precisione di guida e l’elevata affidabilità. Simile a Twingo II R.S., il rollio contenuto di TWINGO GT permette una velocità di passaggio in curva maggiore in estrema facilità.
“TWINGO GT regala innanzitutto piacere di guida! L’architettura ‘tutto dietro’ messa a punto da Renault Sport permette di ottenere un’automobile divertente da guidare. Le accelerazioni del motore e la tonicità del telaio regalano soddisfazioni! Come le altre GT della gamma Renault Sport, il comfort, l’accessibilità e la sicurezza completano la coerenza del veicolo”.

Renault Twingo GT 2

Un design ispirato alla concept-car Twin’Run

Ancor prima di essere piacevole da guidare, TWINGO GT regala piacere già al primo sguardo. Grazie ai cerchi da 17’’ e alla riduzione dell’altezza da terra, i profili passaruota in nero opaco creano un’armonia visiva che evoca sportività.
Il disegno dei cerchi in lega è ispirato a Twin’Run, la concept-car che prefigurava le linee del design di TWINGO.

Gli altri elementi distintivi sono la presa d’aria laterale, il diffusore del paraurti posteriore – ridisegnato per integrare il doppio terminale di scarico – e i loghi Renault Sport presenti sulle fiancate e sul posteriore.
Svelata nella nuova tonalità Spicy Orange, TWINGO GT è proposta anche nei colori Cosmic Grey, Nero Etoilé e Bianco Dreams.
“Twingo è un po’ il modello insolente nella gamma Renault. Per questo elettrone libero, non abbiamo voluto riprendere il blu caratteristico delle nostre GT. Uscendo fuori dagli schemi, TWINGO GT gioca a sorprenderci, anche con la tonalità Spicy Orange.”

Partendo dal cofano e prolungandosi per tutta la lunghezza del tetto, anche gli stripping NACA ispirati all’aeronautica – richiamo alla forma aerodinamica delle prese d’aria dei celebri aeroplani USA – strizzano l’occhio a Twin’Run. Sono in nero per la tonalità Spicy Orange, in arancio per gli altri colori di carrozzeria.
L’abitacolo è coerente con l’esterno. Note arancio ravvivano la selleria in pelle-tessuto, il volante, le bocchette di ventilazione e la base della leva del cambio. Con soglie sulle portiere contrassegnate Renault Sport, pedaliera e pomello della leva cambio in alluminio, TWINGO GT continua a sedurre e invita alla guida!

TWINGO GT sarà presentata al Festival of Speed di Goodwood (Inghilterra) da oggi al 26 giugno.

Autore: Mauro Giacometti

Classe 88. Automotive Engineering. Mi piace la musica, ma… non quella bella, principalmente quella di cattivo gusto e che va di moda per poche settimane. Amo sciare, ma non di fondo: non voglio fare fatica. La mia auto ideale? Leggera, una via di mezzo tra una Clio Rs e una Lotus Elise. Ma turbo! Darei una gamba per possedere una “vecchia gloria” Integrale.

Potrebbe interessarti

trofeo

Maserati Trofeo: la collezione più potente mai realizzata prima dal Tridente

“Trofeo” è la parola che sta ad indicare il top di gamma Maserati. Dopo Levante, …