in

[VIDEO] Non è una Subaru Impreza e neanche una Mitsubishi Evo, che cos’è?

Subevo rear
Tempo di lettura: 2 minuti

La rivalità tra la Subaru Impreza WRX e la Mitsubishi Lancer Evo è ormai una delle più grandi dispute automobilistiche facente parte dei libri di storia, quasi quanto quella tra Francia e Inghilterra. Tuttavia, nella speranza di far alterare tutti, ma proprio tutti i fanatici delle due fazioni Subaru e Mitsubishi, un ragazzo dello stato di Washington di nome Jonah, noto come Shood B Good sui social, ha deciso di creare un mashup di una certa rilevanza: la Subevo.

Subaru Impreza e Mitsubishi Evo si coniugano nella Subevo

Questa rappresenta la Frankenstein delle due berline ad alte prestazioni giapponesi è stata costruita combinando il frontale di una Mitsubishi Evolution IX, con il resto della carrozzeria di una Subaru Impreza WRX “Blobeye”. In questo caso, anche la modifica risulta coerente con il periodo delle due berline, rendendo le cose ancora più interessanti.

Subevo

I modelli rivali avevano dimensioni simili, parafanghi squadrati svasati, linee dei finestrini praticamente identiche e una classica silhouette a tre volumi con un grosso alettone sul retro. Di conseguenza, il mashup risulta essere molto naturale, perfino al punto in cui l’occhio inesperto non ne metterebbe in dubbio la sua integrità nel suo insieme. Detto ciò, un appassionato più esperto potrà provare un senso di stordimento poiché la parte del nostro cervello che identifica l’auto risulta trovare più errori che similitudini.

I dettagli della Subevo

A primo acchito, e vedendo le foto, mettere il frontale di una Mitsubishi su una Subaru non sembra così difficile però, contrariamente alle apparenze, ha richiesto molto lavoro. Se il cofano risultava essere quasi imbullonato ai cardini di serie, Jonah ha dovuto tagliare il lamierato anteriore e compensare saldando un semitubo. Un altro problema è stata la dimensione dei fari Evo che ha comportato l’eliminazione, con un possibile futuro trasferimento e rimontaggio dell’aria condizionata e dell’ABS della Subaru. Inoltre, la Lancer Evo IX risulta essere leggermente più larga della Impreza WRX, il che porta ad avere i parafanghi anteriori maggiorati che dovevano essere regolati. Una soluzione geniale è stata quella di combinare parti dei parafanghi anteriori di e tutte e due le auto giapponesi al fine di ottenere una transizione graduale alle porte anteriori, un lavoro certosino, che ha dato i suoi frutti.

Nonostante tutti gli ostacoli, l’auto risulta essere quasi completa, sono stati svolti anche lavori all’intercooler e alla griglia anteriore. Jonah ha optato per un airbox Soul Red che è più adatto alla Mitsubishi, per quanto riguarda la tradizione motoristica. Ha anche optato per un nuovo set di cerchi dal disegno simile ai BBS che riempiono bene i passaruota. Attualmente, com’è giusto che sia, il veicolo non ha badge, risultando essere l’opzione migliore per il mashup di Jonah.

Il motore della Subevo

Com’è possibile immaginare, il motore boxer Subaru da 2.0 litri è stato messo a punto con una nuova linea di scarico, nuovi risultano essere anche aspirazione, turbo, iniettori da 1.000 cc, valvola di blow-off HKS e molto altro ancora. Infine, la Subevo ha anche ottenuto un nuovo assetto a ghiera specifico per ottenere un look ribassato.

È possibile vedere l’intero processo di costruzione di questa vettura non convenzionale realizzata dal canale YouTube di Shood B Good, dove si può notare come abbiano un vero debole per gli scambi di frontali. Siamo quasi sicuri che una volta che sarà in viaggio, la Subevo sarà in grandi di muovere ben più di qualche sopracciglio.

Fonte: Carscoops.com

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    La nuova Porsche 911 GT3 RS è la sportiva più attesa del 2022: il motivo è presto detto

    render ferrari f1 2022

    Livrea Ferrari 2022: un render in rete anticipa la nuova F1 di Sainz e Leclerc