in

Toyota e Lexus: l’ibrido è in vetrina a Milano

Autoappassionati
Tempo di lettura: < 1 minuto

Dopo il successo nella capitale romana, con oltre 10.000 persone, è Milano ad accogliere il “Temporary Space” di Toyota dedicato alla tecnologia ibrida. Sarà possibile visitare lo showroom tra il 16 settembre e il 28 ottobre tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 19 in via M. Gonzaga n° 7.

“The Hybrid Space” nasce per estendere la conoscenza dell’ibrido e permette al pubblico di entrare in contatto con tale tecnologia in maniera interattiva, scoprendone le caratteristiche ed i vantaggi. Lo spazio milanese permetterà al pubblico di vivere una emozionante esperienza nel mondo dell’ibrido, attraverso un percorso ad alto impatto tecnologico interattivo e coinvolgente. Sarà possibile comparare le vetture ibride a quelle convenzionali, comprendere il funzionamento della tecnologia Hybrid e la sinergia dei motori elettrico e termico ed infine scoprire le due anime dell’ibrido, quella dell’efficienza e quella della potenza.

Toyota, molto attenta all’ambiente, ha siglato una collaborazione con LifeGate per poter rendere lo showroom milanese completamente ad Impatto Zero®, compensando le emissioni di CO2, generate dall’intera iniziativa, mediante la creazione e la tutela di foreste in crescita in Costa Rica.

Il gruppo Toyota ha una fortissima presenza, da oltre 16 anni, sul mercato dell’ibrido con ben oltre 5,5 milioni di vetture Hybrid vendute nel mondo. I modelli della gamma a tecnologia Hybrid si sono moltiplicati negli ultimi anni. Partendo dalla Prius, pioniera dell’ibrido nel 1997, abbiamo assistito alla nascita di Pius+ e Prius Plug-in, di Yaris Hybrid la prima city car ibrida, di Auris Hybrid e di Auris Hybrid Touring Sports come berline alternative. Non da meno è Lexus, marchio premium di Toyota, che con il lancio della nuova IS Hybrid risulta essere l’unico brand presente sul mercato italiano con una gamma 100% ibrida.

Dì la tua

Autoappassionati

Alfa Romeo in stile retrò al Gran Premio Nuvolari 2013

Autoappassionati

Tom Tom: gara di eco-guida per i manager