venerdì, 10 Aprile 2020 - 5:12

Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 CV EAT6 | Primo contatto

Tempo di lettura: 4 minuti.

Citroen C3 Aircross BlueHDi 120 EAT6: primo contatto con la più potente delle due motorizzazioni Diesel presenti in gamma.

Con il B-SUV transalpino ci eravamo “lasciati” al nostro Special Test, con la prova di due versioni e altrettanti focus dedicati alla gamma e all’utile Advanced Grip Control. Dal 2017, però, C3 Aircross non è rimasta di certo a guardare: sono state vendute 270.000 unità nel mondo e, solo nel mese di gennaio, per il solo mercato italiano, C3 Aircross ha agguantato il secondo gradino del podio, dietro la regina del Double Chevron, o best seller che dir si voglia, la compatta C3.

In tre anni di commercio, C3 Aircross è stata venduta in oltre 40.000 unità sul mercato nostrano: la sua grande versatilità in termini di personalizzazioni (85 combinazioni per gli esterni grazie ai Pack Color dedicati, cui si sommano i tetti a contrasto, le 8 vernici disponibili senza dimenticare i 5 ambienti interni), e non solo, l’hanno resa uno dei B-SUV più in voga oggi nel suo segmento.

Disponibile sia con motori benzina sia Diesel, questo primo contatto si rivolge alla più potente delle due motorizzazioni a gasolio in gamma, il BlueHDi da 120 CV abbinato al cambio automatico EAT6, un gradino dietro il più evoluto EAT8 (montato su modelli come 3008, 5008 e 508) ma in grado di assicurare le dovute soddisfazioni.   

Esterni e interni: sul configuratore potete davvero sbizzarrirvi

Essendo questa prova dedicata al motore BlueHDi 120 EAT6, non ci soffermeremo troppo sulla parte estetica, non essendo presenti delle vere e proprie novità.

Detto della sua grande capacità di trasformarsi e adattarsi al gusto di ogni tipologia di cliente, C3 Aircross si distingue per le sue dimensioni contenute (è lunga 4,15 metri) che non devono trarre in inganno quando si rivolge l’attenzione allo spazio interno. Non ci sono molti B-SUV, oggi in commercio, in grado di offrire 410 litri di capacità minima di bagagliaio estendibili fino a 520 litri (1.289 litri abbattendo tutta la seconda fila), questo grazie al divanetto posteriore scorrevole disponibile di serie sulla top di gamma, senza contare la possibilità di abbattere completamente il sedile del passeggero anteriore così da caricare, senza problemi, anche un paio di sci (o una tavola da surf, a patto che non superi i 2,4 metri).

C3 Aircross BlueHDi 120
Ribaltando lo schienale del sedile del passeggero, potrete caricare oggetti lunghi fino a 2,4 metri

Personalità, linee fluide e sempre morbide, presenza su strada e spazio a volontà rendono questo B-SUV uno dei più pratici e versatili del mercato. Novità dal mese di gennaio, l’arrivo della nuova C3 Aircross C-Series, basata sul medio di gamma Feel ma con molti contenuti in più. Ve ne abbiamo parlato in questo articolo.

Potete sempre fare un salto sul configuratore di C3 Aircross, per capire cosa si intende quando si parla di personalizzazione di un’auto.

Motorizzazioni: Citroen crede ancora nel Diesel

Le vendite in Italia, ancor di più nel mese di gennaio, hanno confermato che gli italiani si stanno disaffezionando al Diesel: colpa delle amministrazioni, in primis, pronte a imputargli tutte le colpe dell’inquinamento atmosferico che affligge le grandi metropoli e le zone industrializzate. Non ci soffermeremo oltre, fatto sta che Citroen, pronta a portare sul mercato la C5 Aircross Hybrid (ibrido plug-in) e a lanciare molto presto la sua prima elettrica, crede ancora nel Diesel, e non solo per le sue compatte.

Tutti i motori sono omologati Euro 6.2, mentre il 1.5 BlueHDi 120 CV EAT6 oggetto della nostra prova può vantare 300 Nm di coppia, disponibili già a 1750 giri/min e, soprattutto, consumi contenuti in 4,1 l/100 km. Nella gamma di C3 Aircross è disponibile anche una versione meno potente, da 100 CV, ma abbinata al solo cambio manuale. L’EAT6 è “esclusivo” delle due motorizzazioni, benzina e Diesel, più potenti.

Alla guida della C3 Aircross BlueHDi 120 EAT6: ciao ciao benzinaio, assetto eccessivamente morbido?

Guidando la C3 Aircross con questo motore rimaniamo subito colpiti dalla buona dose di coppia che permette di togliersi d’impiccio in situazioni classiche nella vita di tutti i giorni, come il classico sorpasso. La C3 Aircross si fa trovare pronta e anche l’EAT6 risponde con prontezza.

Ad andatura stabile, così come in città fermi ai semafori, si apprezza poi il lavoro fatto sulle sedute, figlie della ricerca del cosiddetto Citroen Advanced Comfort. Su una Citroen si sta sempre comodi, statene certi, forse troppo se siete fan della guida più sportiva. Non lo scopriamo di certo oggi ma anche provando questa motorizzazione non possiamo certo parlare di assetto rigido e comportamento diretto dello sterzo: tutto è votato al comfort, a partire dalle molle e dalle sospensioni che assorbono molto bene le asperità dell’asfalto, mentre il volante è fin troppo demoltiplicato ma questo è un bene per la guida cittadina.

C3 Aircross BlueHDi 120
Buona la velocità massima: 179 km/h

Sul fronte consumi, non siamo arrivati a raggiungere i 25 km/l promossi dalla Casa francese ma, nelle poche ore di test, i 18 km/l sono comparsi sull’apposito indicatore senza neanche troppa fatica. Con una guida accorta, anche fuori città, questo è un motore capace di buone prestazioni e assolutamente parco, così come il fratello gemello leggermente meno potente (e più economico).

Sulla Shine da noi provata, il più ricco dei tre allestimenti, generosa è anche la dotazione di sistemi di assistenza alla guida che aumentano la sicurezza degli occupanti: di serie Active Safety Brake, allerta rischio collisione, Citroen Connect Box (con chiamata d’emergenza), fari fendinebbia con funzione cornering light, sensori di parcheggio anteriori, Coffee Break Alert, lane assist e Airbag frontali, laterali e a tendina. Di serie anche limitatore e regolatore della velocità, Hill Assist e riconoscimento dei limiti della velocità.

Disponibili altri pacchetti, pagabili a parte, che aggiungono, tra le altre cose, la telecamera posteriore, il Park Assist, il Pack Safety

Citroen C3 Aircross: prezzi e allestimenti

C3 Aircross BlueHDi 120

Forte dell’ingresso della nuova versione C-Series, ormai già ordinabile con prezzi a partire da 21.700 euro, la gamma di C3 Aircross parte, in realtà, da 18.500 euro per il primo dei tre allestimenti (Live, Feel, Shine).

I prezzi dei motori benzina (PureTech 110 e PureTech 130 EAT6) sono compresi tra 18.500 e 23.750 euro, quelli dei Diesel BlueHDi tra 19.450 e 24.850 euro. La versione da noi provata in questo primo contatto, una top di gamma Shine, molto ricca di optional, tra cui il tetto panoramico da 850 euro, si aggirava attorno ai 28.000 euro. Il prezzo di partenza del BlueHDi 120 EAT6 è di 23.250 euro per una Feel.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

Renault Koleos 2020

Renault Koleos 2020 | Prova su strada in anteprima, interni, motori e prezzi

Renault Koleos 2020, la prova su strada del SUV francese. Nel nostro test drive vi …