in

Citroen C5 Aircross Hybrid: cosa cambia rispetto alle versioni termiche

Tempo di lettura: 3 minuti

Citroen C5 Aircross Hybrid è il primo di sei modelli della gamma elettrificata Citroen. In cosa si differenzia rispetto alle sorelle con propulsore termico? 

SUV C5 Aircross Hybrid rappresenta il primo step dell’offensiva “Low Emission Vehicles” che porterà a declinare tutta la gamma in versione elettrica entro il 2025. Il C-SUV ibrido abbina tutti i vantaggi di una guida 100% elettrica alla versatilità e autonomia di un motore termico.

Cosa cambia nel design

Non ci sono grandi differenze dal punto di vista estetico tra la versione ibrida e quelle termiche; l’unica grande differenza è la presenza dei loghi stilizzati “H” sui parafanghi anteriori e il monogramma “Hybrid” sul portellone posteriore. Inoltre è possibile aggiungere dettagli blu anodizzato, come l’inserto del paraurti anteriore e degli Airbump, specifici per la versione ibrida.

Connettività incentrata sulla tecnologia ibrida

Citroen C5 Aircross Hybrid presenta, all’interno dell’abitacolo, una serie di interfacce dedicate alla tecnologia ibrida plug-in. Troviamo, infatti, un quadro strumenti digitale personalizzabile da 12,3” che mostra tutte le informazioni specifiche della modalità ibrida (powermeter, autonomia elettrica e benzina, tempo di ricarica, velocità di ricarica o modalità di guida), un touchpad da 8” che permette di accedere alle informazioni di guida come la gestione dei flussi di energia o le statistiche dei consumi, un selettore per scegliere la modalità di guida tra Electric, Hybrid e Sport, e infine un retrovisore interno fotocromatico “frameless” con indicatore di guida in modalità elettrica. 

Comfort di guida

La versione ibrida del SUV C5 Aircross si arricchisce del programma Citroën Advanced Comfort con i plus della motorizzazione elettrica: guida silenziosa e fluida, senza strappi, performance istantanee ed emissioni contenute. Non cambiano, invece, le sospensioni Progressive Hydraulic Cushions che filtrano e assorbono tutti gli ostacoli e le irregolarità della strada assicurando sempre un’ottima tenuta e dinamicità. Specificità di Citroen C5 Aircross Hybrid Plug-in è il retrotreno di tipo Multilink che garantisce grande equilibrio dinamico.

Il green che non rinuncia agli spazi

Se si può pensare che, rispetto alle versioni termiche, la presenza del motore elettrico vada a influire sulla capacità totale, non è così. Citroën C5 Aircross Hybrid mantiene tutti i suoi punti di forza in termini di modularità. I tre sedili posteriori singoli si possono inclinare in 5 posizioni diverse permettendo di modulare lo spazio a bordo ed il volume del bagagliaio che può, così, variare da 460 L a 600 L. 

Ibrido vs termico

SUV Citroen C5 Aircross Hybrid si basa sulla piattaforma EMP2 con tecnologia ibrida plug-in, esattamente come le cugine Grandland X e Peugeot 3008 (qui trovate il focus tecnico). La vettura è in grado di garantire 55 km di autonomia in modalità 100% elettrica con notevoli vantaggi rispetto alle versioni termiche in termini di emissioni di CO2, attestate tra 32-39 g/km, e di consumi che, nel combinato, si attestano sui 1,4-1,5 l/100 km.

La vettura abbina un motore turbo benzina 1.6 PureTech (che da solo sviluppa 180 CV) ad un propulsore elettrico che ne eroga 110, per un totale di 225 CV di potenza totale e 320 Nm di coppia subito disponibile. Il motore è abbinato al nuovo cambio automatico elettrificato a 8 rapporti e-EAT8. Rispetto alle versioni termiche, il convertitore di coppia cede il posto ad una frizione umida multidisco. 

Disparità di prezzi

Mentre la sorella Diesel parte da un prezzo di 34.200 euro e la versione a benzina da 25.700 euro, Citroen C5 Aircross Hybrid parte, invece, da un prezzo di 41.550 euro. Tuttavia c’è da dire che gode di diversi incentivi statali ed ecobonus e, in termini pratici, gode di un altro grande vantaggio: il libero accesso alle ZTL sempre più diffuse.

Qui potete trovare il configuratore di Citroen C5 Aircross Hybrid.

Dì la tua

Ford insieme a Mission Bambini

Ford e Mission Bambini insieme contro la diffusione del Coronavirus

Cinema drive-in

Il cinema ai tempi del Coronavirus: back to the 20’s con i drive-in