in

LoveLove WowWow

Ecotassa 2022: penalizzate le auto inquinanti sotto i 190 g/km, ecco le multe

ecotassa 2022
Tempo di lettura: 2 minuti

Di incentivi non se ne parla, diverso il discorso per l’Ecotassa 2022, che sembrerebbe sulla via della conferma. Si tratta della tassa da pagare per le auto inquinanti che superano, da omologazione, la soglia dei 161 g/km di CO2.

Nel testo di legge, contenente anche misure d’incentivazione alle auto elettriche e alla diffusione delle colonnine, si parla di questo e di altro in quello che l’impegno formale richiesto all’esecutivo in previsione dell’entrata in vigore della Legge di Bilancio 2022. Non c’è quindi la conferma definitiva.

L’idea del testo di base è stata firmata dai deputati Giuseppe Chiazzese e Luca Sut, entrambi del Movimento 5 Stelle, è quella di penalizzare le auto più inquinanti con l’Ecotassa 2022, ricavando fondi da destinare per rifinanziare l’Ecobonus e quindi nuove tranche di incentivi per le auto più “virtuose”. D’altronde, sarebbe una mossa per “intascare” una tassa utile a penalizzare chi guida auto inquinanti per dare un concreto vantaggio a chi, al contrario, guida auto con emissioni comprese tra 0 e 60 g/km di CO2, quindi elettriche (0-20 g/km) e ibride plug-in (20-60 g/km).

Rispetto al passato, l’Ecotassa 2022 comprenderebbe anche le auto che emettono da 161 a 190 g/km di anidride carbonica, esclusi dal disincentivo ancora oggi effettivo. In attesa di capire l’importo, questa è la situazione attuale dell’Ecotassa riassunta nella tabella (relativa alle sanzioni sul 2021, solo sopra i 190 g/km).

Ecotassa 2022: il pacchetto bonus-malus continua

Emissioni CO2 (g/km)Imposta
191-2101.100 euro
211-2401.600 euro
241-2902.000 euro
290+2.500 euro

Da una parte, quindi, meno incentivi, e per fasce di emissioni più ristrette, dall’altra si allarga la forbice delle auto considerate inquinanti e quindi soggette all’Ecotassa 2022. Rimaniamo però in attesa dell’ufficialità nei primi giorni del 2022 per darvi informazioni più precise. Il testo presentato dai deputati M5S propone ulteriori incentivi all’elettrificazione, specie per quanto riguarda l’installazione di nuove colonnine. Al 31 dicembre 2021, l’incentivo per l’installazione di colonnine arriva al massimo a 3.000 euro, in attesa di novità per il 2022 tra cui la nuova Ecotassa.

A differenza di quanto scrive oggi “Il Sole 24 Ore“, che ritiene “difficile” la proroga dell’Ecotassa nel 2022 a causa del suo basso impatto sul gettito fiscale, altre fonti dicono il contrario. Vi terremo aggiornati non appena il testo verrà approvato.

Commenti

Scrivi un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. Andate tutti Affanculo !!!!!
  2. Buongiorno a tutti gli italiani auto appassionati, In un paese dove si produce l'energia elettrica con carbone, gas e petrolio, siamo sicuri che l'auto elettrica inquini meno? (Tralasciando ciò che viene fatto per produrla). Inoltre producendo energia come sopra descritto si inquina molto in un unico punto e che bisogna produrre più del fabbisogno perchè nel trasporto c'è dispersione e calo. Il CO2 poi che è da sempre presente anche in natura, nelle zone coltivate o boschive viene trasformato dalle piante in ossigeno. Cosa diversa il disiel, che produce gas nocivi per la salute umana (vi ricordate gli incentivi per gli eco diesel che hanno riempito le città di utilitarie diesel?). Non sarebbe meglio intanto elettrificare i treni e fare gli ecoautobus e per le auto eliminare i diesel e per i benzina intanto il gas e la trasformazione a idrogeno che abbatte l'inquinamento? Oppure come fanno in sudamerica l'E85 che non è altro che alcol 85% e benzina 15%, con alcool prodotto da canna da zucchero o altre piante cosicché le piante stesse contribuiranno ad abbattere l'inquinamento e la crisi dell'agricoltura in Italia e magari una svolta per tutto il,nord Africa. Questa è solo una riflessione, l'auto elettrica è un business di pochi miliardari che non hanno in primo piano l'ecologia (non mi esprimo sulle batterie produzione e smaltimento....)
  3. In questo momento storico mi sembra una poco seria che andrà a gravare come sempre verso i meno abbienti, se uno ha una macchina vecchia è perché quasi certamente non può comprarne una più nuova, a chi non piacerebbe avere sempre un'auto nuova? Sono molto perplesso.............

Loading…

0

POV LaFerrari: in montagna con la prima hypercar ibrida del cavallino [VIDEO]

Non c’è spazio per le auto nella nuova Legge di Bilancio? Il pensiero di UNRAE