in

EyeSight di serie su Subaru Levorg MY17

Tempo di lettura: 4 minuti

Nata con l’apparentemente impossibile compito di coniugare in un’unica vettura le doti di manegevolezza di una station wagon con la sportività tipica di Subaru, la Levorg MY17 sembra avere tutte le caratteristiche per riuscire nello scopo e anche in termini di sicurezza attiva si pone su ottimi livelli.

Questi input sono stati mantenuti e rafforzati nella nuova versione MY17 (noi l’abbiamo provata su strada nel nostro long test) che cela sotto il cofano il motore boxer turbo benzina 1.6 Iitri DIT Euro 6 da 170 CV, la trazione integrale permanente Symmetrical AWD a controllo elettronico, il cambio automatico a variazione continua CVT Lineartronic. Una progettazione attenta e responsabile, l’uso di materiali e tecnologie d’avanguardia, i più moderni e sofisticati sistemi di assistenza alla guida, consentono alla Subaru Levorg di soddisfare gli elevati standard di sicurezza attiva e passiva richiesti dalle norme Euro NCAP. La nuova Levorg MY17, grazie anche al nuovo Sistema EyeSight che merita un capitolo a parte, ha ottenuto il più alto punteggio corrispondente alle “5 stelle” nei test di certificazione Euro NCAP, in merito alla protezione dei passeggeri adulti e bambini, nella protezione dei pedoni e le performance del sistema di sicurezza generale.

La nuova Subaru Levorg viene commercializzata con un’unica motorizzazione (la 1.6 I DIT) ma in tre differenti allestimenti: Free, Sport Style e Sport Unlimited

Come dicevamo un capitolo a parte va dedicato all’innovativo Sistema di assistenza alla guida Subaru EyeSight, ora di serie su tutti gli allestimenti della nuova Levorg MY17. La decisione di Subaru di fornire di serie sulla nuova Levorg MY17 l’innovativo sistema EyeSight, in aggiunta all’Advanced Safety Package (di serie per Sport Style e Sport Unlimited), è indice del desiderio della casa delle Pleiadi di dare a tutti i suoi clienti il massimo in termini di sicurezza attiva.

Levorg EyeSight 06

Si tratta di un sistema di ausilio alla guida, brevettato da Subaru e sviluppato costantemente dal 1989 sulle sue vetture, che monitora costantemente la situazione davanti alla vettura, ovvero la presenza di eventuali veicoli, persone, oggetti vari e, grazie alle due telecamere stereo a colori posizionate sulla parte alta del parabrezza, interviene sul controllo dinamico del veicolo e su tutti gli aspetti tecnici della vettura per adattare al meglio le condizioni di marcia e per intervenire nel caso di pericolo e di mancata azione del conducente.

Il funzionamento del sistema EyeSight è evidenziato nel display posto al centro del quadro strumenti ed i pulsanti per l’attivazione/disattivazione o la regolazione delle varie funzioni, si trovano sul volante multifunzione o nella zona dello specchietto retrovisore. Un’immagine “virtuale” dello stato del sistema, rappresentato da una serie di LED con varie colorazioni, è proiettata sul parabrezza, all’interno del campo visivo del pilota che così può averne il controllo, senza distogliere lo sguardo dalla strada. Per garantire la massima sicurezza il sistema si accende di default all’accensione della vettura con le varie funzioni che possono poi essere disattivate a scelta dal conducente.

Le funzioni pre-crash sono particolarmente significative in termini di riduzione (o addirittura eliminazione) dei danni alla vettura ed ai passeggeri in quanto il sistema EyeSight avvisa il pilota della situazione di pericolo ma se non sopraggiunge la frenata attiva automaticamente i freni adattandoli alla distanza calcolata dal veicolo che precede. Nel caso in cui il pilota intervenga ma il sistema non riconosce una forza frenante sufficiente va comunque ad intensificare lo sforzo frenante oppure se il pilota erroneamente accellera il motore si disattiva e con essa l’accelerazione della vettura.

Il discorso cambia ad una velocità superiore ai 65 km/h, infatti EyeSight riconosce le linee della carreggiata e riporta la vettura in corsia in caso di necessità. Vari allarmi si attivano invece se il sistema ritiene che possa avvenire una collisione con il veicolo che precede, qualora la distanza che li separa è troppo bassa o se quest’ultimo sta cambiando corsia molto rapidamente o ancora se la vettura inizia a zigzagare all’interno della propria corsia di marcia.

Il cruise control lavora sinergicamente con l’EyeSight in due modalità: nella convenzionale il pilota ha la responsabilità di modulare la velocità della propria vettura ma può chiedere al sistema di mantenere la velocità originariamente settata in un range che va da 30 a 200 km/h. Nella modalità attiva il pilota può settare la distanza di sicurezza da mantenere (lunga, media, corta) rispetto alla vettura che precede, adattando quindi la velocità in base all’impostazione scelta.

Il sistema EyeSight si interfaccia quindi con il cruise control “verificando” costantemente la distanza reale che separa l’auto dal veicolo che la precede, provvedendo automaticamente a regolare la velocità, diminuendola se necessario, affinché tale distanza non scenda al di sotto di quella impostata dal pilota. La capacità unica delle telecamere a colori del sistema EyeSight di riconoscere l’accensione delle luci di stop della vettura che precede (cosa impossibile per i sistemi basati su radar o laser), gli consente di intervenire correttamente sulla velocità della vettura, adattandola a quanto necessario per mantenere corrette condizioni di marcia. A strada libera infatti il sistema riporta automaticamente la velocità a quella impostata dal pilota (campo di applicazione da 30 a 180 Km/h).

L’aspetto più interessante del Cruise Control Attivo della Subaru Levorg, abbinato al sistema EyeSight, è però quello di evitare al pilota, nelle sempre più frequenti condizioni di traffico intenso, continui interventi per regolare la velocità della propria vettura, mantenendo contemporaneamente un elevato livello di sicurezza. Normalmente chi dispone del solo Cruise Control convenzionale, in tali condizioni, rinuncia ad utilizzarlo, perdendone gli indiscutibili vantaggi in termini di comfort di guida.

Dì la tua

Nuova Seat Leon: prime informazioni

Nissan debutta al CES 2017 e rileva il 34 % di Mitsubishi