martedì, 22 maggio 2018 - 10:20
Home / Notizie / Anteprime / McLaren Driver Interface: il pilota al centro della scena
McLaren Driver Interface

McLaren Driver Interface: il pilota al centro della scena

Tempo di lettura: 2 minuti.

La seconda-generazione McLaren Super Series, che sarà presentata la settimana prossima al 87° Salone Internazionale dell’Automobile di Ginevra, vedrà non solo linee all’avanguardia all’esterno bensì un abitacolo di nuova concezione che a Woking hanno chiamato “McLaren Driver Interface“.

Per il debutto della seconda generazione della Super Series, sigla di progetto McLaren 720S (qui le nostre foto spia), il McLaren Driver Interface è stato arricchito da una serie di dettagli esclusivi, come gli interruttori in alluminio ricavati dal pieno e i vari rivestimenti in pelle dei materiali che definiscono le finiture della vettura. 

Temi che si fondono con un abitacolo luminoso e arioso che offre una visibilità e spazi senza uguali nella categoria, a sottolineare la cura del dettaglio che si traduce in un ambiente di guida che è destinato a porre nuovi limiti nel competitivo settore delle supercar.

Il nuovo McLaren Driver Interface secondo Mark Vinnels, Exectuvie Director-Product Development a McLaren Automotive, pone il conducente in posizione di totale controllo tra due schermi ad alta definizione: Il Folding Driver Display (schermo guidatore pieghevole) e il Central Infotainment Touchscreen (schermo infotainment centrale touch-screen), un esempio di come il conducente sia davvero tutto ciò a cui ruota attorno la nuova McLaren 720S.

McLaren Driver Interface: due le modalità dall’effetto racing

In Full Display Mode (modalità a schermo intero), modalità predefinita al momento dell’ingresso nella vettura, il Folding Driver Display fornisce una gamma completa di informazioni su uno schermo TFT verticale, con il formato dello schermo che cambia a secondo della modalità di guida selezionata dal guidatore, Comfort, Sport o Track.

McLaren Driver Interface

In qualsiasi momento può entrare in azione il Slim Display Mode (modalità schermo fine), il quale può essere selezionato manualmente premendo un bottone oppure si attiva automaticamente quando entra la funzionalità della dinamica attiva (active dynamics functionality); in questo caso lo schermo intero si richiude parzialmente lasciando solo una parte ridotta per la visualizzazione di informazioni essenziali. Questa posizione è ideale per chi è in pista o per coloro che preferiscono visualizzare solo i dati essenziali della guida senza compromessi.

L’altro elemento che evidenzia l’avanzato approccio alla condivisione integrata delle informazione è il Central Infotainment Screen da 8 pollici (schermo centrale per le informazioni). Questo è il portale per il conducente al nuovissimo sistema di infotainment della seconda-generazione Super Series. Sullo schermo si potranno gestire e consultare diverse applicazioni ed allo stesso tempo sul touch-screen verticale si potrà visualizzare una serie di comandi che controlleranno l’audio, le sorgenti, la navigazione satellitare, e altre funzionalità, e si potranno avere anche delle icone per la selezione rapida.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

DS 3 Cafè Racer

DS 3 Cafè Racer: la nuova versione limitata della compatta francese

Tempo di lettura: 2 minuti. DS 3 non smette di sorprendere grazie a versioni sempre nuove e raffinate. La più …

something