in

Nuova BMW M4 2021: fino a 510 CV, anche con trazione integrale e prezzi

BMW M4 2021 Competition
Tempo di lettura: 3 minuti

Dopo avervi raccontato la nuova BMW M3 è il momento di parlare della BMW M4 2021, disponibile fin dal lancio anche nella versione Competition. Esteticamente le due vetture si differenziano solamente per la presenza delle due porte posteriori in più. Scopriamo esterni, interni, motore, prestazioni e prezzi della nuova BMW M4 2021.

Prezzi di listino BMW M4 2021

La gamma è molto semplice, poiché esistono due varianti con due step di potenza: la BMW M4, che parte da 96.500 euro e la BMW M4 Competition che costa 101.000 euro.

Esterni e interni BMW M4 2021: cambia tutto, ma il muso si ispira al passato

Il design distintivo della nuova BMW M4 Coupé segna un cambiamento notevole rispetto alla precedente generazione, ma c’è un omaggio chiaro a storiche auto bavaresi con il doppio rene come la CS e CSL. Nei due modelli M3 ed M4 è, infatti, presente una grande griglia a doppio rene verticale con barre orizzontali, ma ci sono anche i passaruota fortemente scolpiti con le branchie M e le minigonne laterali ben visibili.

Il tetto è in resina rinforzata con fibra di carbonio (CFRP) con alette ottimizzate dal punto di vista aerodinamico, cui si aggiunge uno spoiler posteriore e le due coppie di terminali di scarico, ormai diventate una caratteristica abituale delle vetture M.

I fari full-LED sono di serie, mentre i fari adattivi a LED con BMW Laserlight possono essere forniti come optional. La selezione delle vernici della carrozzeria comprende le nuove tonalità Sao Paulo Yellow non metallizzato, Toronto Red metallizzato e Isle of Man Green metallizzato.

BMW M4 2021 interni

La dotazione standard, infine, prevede cerchi in lega leggera M, da 18 pollici sull’asse anteriore e da 19 pollici sul posteriore (19 e 20 pollici in opzione), e pneumatici da 275/40 ZR18 all’anteriore e 285/35 ZR19 al posteriore.

Gli interni della BMW M4 2021 propongono sedili sportivi M regolabili elettricamente di nuova concezione e i rivestimenti in pelle Merino, con la ventilazione dei sedili disponibile per la prima volta. Un punto forte della lista delle opzioni sono i nuovi sedili avvolgenti M Carbon con una struttura che consente anche l’uso di cinture di sicurezza a più punti.

Tecnica, motore e prestazioni BMW M4 2021

La nuova BMW M4 è dotata di un motore a sei cilindri in linea con tecnologia M TwinPower Turbo che sviluppa 480 CV trasmessi alle ruote posteriori tramite un cambio manuale a sei marce, una scelta ormai unica nel segmento insieme alla Mustang. Nella nuova BMW M3 Competition e nella nuova BMW M4 Competition Coupé, la versione da 510 CV del motore è abbinata a una trasmissione M Steptronic a otto velocità con Drivelogic. I due modelli Competition saranno disponibili (dall’estate 2021) con il sistema M xDrive a trazione integrale.

BMW M4 2021

Questo propulsore sviluppa la coppia massima di 550 Nm per la M4 tradizionale, mentre sale a 650 Nm tra 2.750 e 5.500 rpm per la Competition. L’accelerazione da 0 a 100 km/h viene coperta in 4,2 secondi, mentre la Competition ne impiega 3,9, con uno 0-200 km/h in 12,5 secondi. Del sound, invece, se ne occupa uno scarico specifico con flap controllati elettricamente.

Inoltre, per la prima volta nella storia della BMW M4, i clienti potranno scegliere un sistema di trazione integrale come alternativa alla tradizionale trazione posteriore. Il sistema M xDrive ha il collegamento diretto, tramite il differenziale Active M, all’asse posteriore. Il conducente può entrare nel menu Setup per scegliere tra le modalità 4WD e 4WD Sport, quest’ultima dirigendo una percentuale maggiore della coppia del motore alle ruote posteriori.

A tutto questo si aggiungono alcune chicche tecniche come l’optional M Drive Professional, un pacchetto che include l’M Traction Control, l’M Drift Analyzer e l’M Laptimer. Il primo consente di adattare la nuova funzione integrata di limitazione dello slittamento delle ruote del sistema DSC (attraverso dieci fasi) alle preferenze e alle esigenze personali del guidatore. Il secondo registra e valuta le statistiche di guida pubblicate nelle manovre dinamiche in curva. L’ultimo fornisce i tempi sul giro e altre informazioni generate durante le sessioni in pista.

BMW M4 Competition 2021

Pilota professionista

Guido Casetta

Laureato in Scienze Politiche, sono cresciuto a pane e automobili. Scrivo per professione, guido per passione!

Dì la tua

Commenti

Scrivi un commento

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    1. Flavio hai ragione su tutte le considerazioni! Purtroppo il peso di 1800 kg la penalizza.Ciao G
    2. Sembra una vera figata ... come estetica sicuramente! Bello anche l'inserimento della trazione integrale sulla competition. Io ho l'M4 attuale nella versione da 439 CV e con la trazione posteriore a volte è un po' nervosa soprattutto in accelerazione piena (probabilmente l'xdrive risolverà parte di questi problemi). Tuttavia le nuove prestazioni mi sembrano un po' deludenti rispetto all'attuale modello (pur essendo eccezionali), mi aspettavo qualcosa di meglio sullo 0-100, sono quasi uguali alle attuali. Cosa ne pensate? Grazie per la bella recensione...

    Loading…

    0
    tesla model s plaid

    Tesla Model S Plaid: l’elettrica da 1.100 CV in pista a Laguna Seca [VIDEO]

    Volvo XC60 Recharged

    Volvo riceve un’importante approvazione per il suo piano d’azione per il clima