mercoledì, 13 dicembre 2017 - 11:58
Home / Notizie / Novità / Mazda presenta la nuova Mazda 6 al L.A. Auto Show

Mazda presenta la nuova Mazda 6 al L.A. Auto Show

Tempo di lettura: 2 minutiDopo le prime informazioni di qualche settimana fa, è arrivato il momento dell’unveiling per la nuova Mazda 6, l’ammiraglia giapponese che ha mostrato le sue novità al Salone di Los Angeles.
Nuovi i fari a LED, calandra tridimensionale molto simile a quella già vista su nuova CX-5, e due nuovi colori, Grey Metallic e Soul Red Crystal, ereditata da CX-5. Le novità estetiche non finiscono qui: dentro la nuova Mazda6 propone nuovi materiali, di qualità ricercata, e il nuovo sistema Mazda Connect con schermo da 8” (prima era 7”), mentre rimane volutamente spoglio il centro della plancia che propone un rivestimento in pelle Nappa in sintonia con la selleria.

Grazie a questa disposizione, la plancia appare molto ordinata e, almeno da quanto è dato sapere dal quartier generale di Mazda, sembrano essere “sopravvissuti” dal vecchio modello solo il volante e altri piccoli dettagli minori. Rispetto alla station wagon MY17 da noi provata, ad esempio, cambiano i comandi del clima, ora più raccolti sotto la linea di mezzeria della plancia di cui vi parlavamo. Per gli occupanti, all’insegna del confort, debutta poi la ventilazione dei sedili.

Al centro del quadro strumenti fa la sua apparizione un nuovo schermo digitale, da 7 pollici, mentre viene introdotta la funzione stop and go del cruise control adattivo, ovvero è in grado di frenare la vettura e farla ripartire da ferma riportandola alla velocità impostata dal conducente.

Essendo stata presentata a Los Angeles, Mazda ha rilasciato le informazioni relative alle motorizzazioni per il mercato statunitense, non certo uguale a quello europeo: la novità è il nuovo turbo benzina da 253 CV con tecnologia di disattivazione dei cilindri, in alternativa all’aspirato da 184 CV. Per l’Europa è stato comunque già annunciato parallelamente alla presentazione l’arrivo di una motorizzazione diesel.

Confermato il G-Vectoring Control, già visto sulla precedente generazione, per la gestione ottimale della coppia in trazione.

Autore: Tommaso Corona

Potrebbe interessarti

5 cose da sapere sulla BMW Serie 6 GT

Le 5 cose da sapere sulla BMW Serie 6 GT

Tempo di lettura: 2 minutiStiamo mettendo alla prova una nuova ammiraglia delle Casa bavarese, che, oltre a dotazioni di …