giovedì, 13 Agosto 2020 - 12:47
Home / Notizie / Tecnica / PSA EAT8: il cambio automatico a 8 rapporti

PSA EAT8: il cambio automatico a 8 rapporti

Tempo di lettura: 3 minuti.

Tra le diverse novità sviluppate da PSA, un articolo a parte lo merita il cambio automatico a otto rapporti EAT8, sviluppato in sinergia con la giapponese Aisin e abbinato in gamma dapprima al più prestazionale tra i motori a gasolio, il BlueHDi 180 S&S e poi successivamente anche alle versioni intermedie e ai benzina Puretech. Non in ultimo ora in dotazione anche alle vetture ibride plug-in.

Consumi inferiori, comfort superiore

Grazie alla nuova unità i consumi sono inferiori, rispetto al tradizionale EAT6, del 7%, essenzialmente per due motivi: il passaggio agli otto rapporti, che permette di abbassare il regime del motore a pari velocità del veicolo, e il miglioramento del sistema Stop & Start operativo già da 20 km/h. Oltre a queste due caratteristiche fondamentali sono stati resi ancora più ottimizzati gli scambi di coppia tra il motore e il cambio, e dalla numerosità dei rapporti che riduce il salto di regime ad ogni cambiamento di “marcia”.

Nella guida di tutti i giorni, il convertitore di coppia fluido rende possibile un tangibile comfort di guida in partenza e nelle manovre di parcheggio. Infatti rispetto ad altri cambi, sia automatici che doppia frizione, qui riusciamo ad avere un notevole comfort sia in partenza, che durante il passaggio di rapporto, sia esso in salita che in scalata. La nuova messa a punto del cambio EAT8 offre un comfort di utilizzo e una piacevolezza di inserimento dei rapporti eccezionali. Il convertitore di coppia, reso più fluido, offre, infatti, un grande piacere di guida in tutte le condizioni.

Grazie al selettore a impulsi (by wire), il cambio marcia non è mai stato così confortevole, grazie al pratico selettore che si muove in senso longitudinale e, volendo, alle palette poste dietro il volante da usare all’occorrenza e comprese di serie, anche su veicoli commerciali. In questo caso il selettore può essere sostituito da un altrettanto comoda ghiera rotante. Infine, la funzione parking (P) del cambio automatico si va a inserire in autonomia nel caso in cui non fosse il conducente a farlo, garantendo la massima sicurezza, quando si ha fretta o si scende velocemente dall’auto.

Multipurpose, anche per gli ibridi

Progettato per essere associato alle motorizzazioni in linea con la normativa Euro 6d Temp, questo cambio di nuova generazione permette di ridurre i consumi e il peso fino a 2 kg rispetto all’ EAT6. Infine la riduzione dei consumi con il cambio EAT8 è resa possibile anche dalla modalità “freewheeling” o veleggio, ovvero il ritorno del motore al minimo con disaccoppiamento del cambio ad ogni rilascio del pedale dell’acceleratore. Il suo inserimento è possibile per velocità comprese tra i 20 e i 130 km/h, quando non viene rilevata nessuna pressione sul pedale dell’acceleratore e del freno. Non solo, il cambio con opportune modifiche permette di ospitare anche unità propulsive elettriche abbinate al motore termico. Così è possibile creare vetture PhEV come la Peugeot 3008 Hybrid e Hybrid4 e le C5 Aircross Hybrid ed DS 7 Crossback E-Tense 4×4.

In questo caso il cambio automatico elettrificato e-EAT8, rapido ed efficiente, è un’evoluzione del cambio EAT8 con inserimenti ottimizzati grazie alla frizione multidisco a bagno d’olio, che enfatizza ulteriormente la fluidità e il piacere di guida, con disponibilità immediata della coppia di 320 Nm.

Dispone di una funzione Brake che permette di amplificare la decelerazione del veicolo senza pressione sul pedale del freno per aumentare l’autonomia in modalità ZEV. Questo sistema permette anche un recupero dell’energia disponibile durante le fasi di frenata e di decelerazione, a differenza delle versioni termiche. Questa funzione permette di ricaricare parzialmente la batteria e aumenta l’autonomia in modalità elettrica.

Inoltre, questo cambio richiede una manutenzione davvero esigua, perché non è necessario alcun intervento o cambio dei liquidi nel programma di manutenzione. L’olio a bassa viscosità è garantito per tutta la durata di vita del veicolo.

Autore: Redazione Autoappassionati.it

Potrebbe interessarti

Ford Hybrid

La tecnologia Ford Hybrid: cos’è e come funziona [Focus Tecnico]

Ford ha annunciato la nuova strategia dedicata all’elettrificazione della gamma, che passerà attraverso importanti novità.