in

Ford Kuga Hybrid: focus tecnico sull’ibrido “di mezzo” dell’Ovale

Tempo di lettura: 7 minuti

Ford amplia la gamma Kuga con l’introduzione della motorizzazione full-hybrid, in grado di offrire oltre quasi 1.000 km di autonomia in modalità ibrida ed elettrica tra un rifornimento e l’altro, senza la necessità di utilizzare una fonte di alimentazione esterna per ricaricare la batteria al contrario della variante Plug-In da noi provata.

La produzione di Kuga Hybrid, uno dei 17 modelli elettrificati Ford che saranno lanciati in Europa entro la fine del prossimo anno, è ora in corso presso lo stabilimento di Valencia, in Spagna, così come gli avanzati pacchi batterie agli ioni di litio, prodotti nella nuova area dell’impianto realizzata a seguito di un investimento di 24 milioni di euro per supportare la strategia di elettrificazione di Ford in Europa. Kuga Hybrid completa la gamma del modello Ford più elettrificato di sempre, unendosi alle motorizzazioni Plug-In ed EcoBlue Hybrid, insieme ai tradizionali motori benzina e Diesel per la più ampia scelta possibile.

Tutte le alimentazioni, tutte le elettrificazioni e tutte le trazioni

Se una volta la model T era disponibile in tutti i colori, purché fosse nera, ora la gamma Ford ha preso tutta un’altra piega. Sono disponibili numerose varianti, anche per quello che riguarda l’alimentazione e la propulsione: la Kuga è una delle poche vetture che può vantare due alimentazioni benzina e Diesel, tre tipologie di ibrido (mild hybrid 48V, full hybrid e plug-in hybrid) e due trazioni anteriore o integrale.

La Kuga MHEV: combina un motore diesel 2.0L Ford EcoBlue e un motore elettrico. Il motore elettrico/alternatore potenzia il motore per un’accelerazione più potente con un consumo di carburante ridotto e minori emissioni dallo scarico. La batteria è a 48-volt lithium-ion.

La Kuga Full Hybrid: combina un motore a benzina 2.5L ciclo Atkinson e un motore elettrico che lavorano insieme per migliorare le prestazioni e l’efficienza del carburante. Kuga Hybrid può anche percorrere brevi distanze a zero emissioni. La batteria è lithium-ion è da 1.1 kWh. Non necessita di ricarica esterna.

La Kuga Plug-In Hybrid: combina potenza elettrica e benzina 2.5L ciclo Atkinson per prestazioni congiunte, mentre la modalità solo elettrica consente di guidare con zero emissioni dallo scarico per parecchi chilometri. Per massimizzare la distanza percorsa in modalità solo elettrica, Kuga PHEV può essere ricaricata a casa o in una stazione di ricarica pubblica. La batteria è lithium-ion 14.4 kWh. Necessita di ricarica esterna.

Oggi analizziamo la versione intermedia: Kuga Hybrid è inoltre la prima Ford a combinare un propulsore elettrificato con la tecnologia Ford Intelligent All-Wheel Drive per un’esperienza di guida ottimizzata. Entrambe le varianti a trazione anteriore e integrale dispongono di 190 CV combinati, utilizzando una funzione del cambio CVT (simulazione cambio marcia) con ripartizione della potenza. La tecnologia è progettata per emulare i cambi di marcia di una trasmissione automatica convenzionale per garantire un maggiore coinvolgimento del conducente.

Di semplice gestione, la batteria da 1,1 kWh di Kuga Hybrid si ricarica automaticamente sia grazie al motore a benzina con ciclo Atkinson da 2.5 litri sia utilizzando la ricarica rigenerativa durante la marcia o recuperando l’energia altrimenti dispersa della frenata. L’energia immagazzinata alimenta il motore elettrico per migliorare le performance, l’efficienza nei consumi di carburante o fornendo una guida in modalità completamente elettrica. Kuga Hybrid passa automaticamente da una configurazione all’altra in base allo scenario di guida.

Il sofisticato propulsore full-hybrid offre tutta l’efficienza e precisione della potenza esclusivamente elettrica senza la necessità di ricaricare da una fonte di alimentazione esterna, insieme alla comodità di oltre 1.000 km di autonomia, valori tipici della versione Diesel.

Full Hybrid: il giusto compromesso

Nuova Kuga è stata sviluppata da zero per incorporare un sistema full-hybrid, utilizzando un packaging dedicato per massimizzare la spazio e la praticità del SUV garantendo sempre una guida precisa e confortevole.

Il Silent key start, consente a Kuga Hybrid di ripartire da ferma utilizzando solo la potenza elettrica per un’esperienza di guida davvero rilassante, in particolare in città e negli abituali scenari di guida Start&Stop. Il propulsore full-hybrid di Kuga supporta la guida esclusivamente elettrica se necessario, eliminando l’ansia da autonomia.

La possibilità di percorrere oltre 1.000 km con un solo pieno di carburante, rende Kuga Hybrid una valida alternativa ai propulsori Diesel. Con un’efficienza nei consumi da 5,4 l/100 km ed emissioni di CO2 da 125 g/km WLTP (5,1 l/ 100 km e 118 g/km CO2 NEDC) insieme a un serbatoio da 54 litri, l’autonomia totale di Kuga Hybrid è maggiore del 30% rispetto a quella della versione Plug-In Hybrid, che però offre un’autonomia di guida in modalità completamente elettrica, dichiarata dal costruttore, fino a 56 km WLTP (72 km NEDC).

Senza la necessità di utilizzare una fonte di alimentazione esterna per ricaricare la batteria, Kuga Hybrid offre una scelta interessante per i clienti che desiderano un gruppo propulsore elettrificato, ma che hanno un accesso limitato a soluzioni di ricarica esterne a casa o nei luoghi di lavoro, così come a coloro che desiderano avere sia i vantaggi dell’elettrificazione sia quelli dell’Intelligent All-Wheel Drive.

Batteria liquid cooled e cambio “simulato”

Il pacco batteria da 60 celle e 1,1 kWh utilizza un sistema di raffreddamento a liquido che elimina la necessità di una ventola, in modo da ridurre le rumorosità e aumentare il comfort e la silenziosità all’interno dell’abitacolo. Inoltre, questo sistema di raffreddamento ottimizzato consente di avvicinare maggiormente le celle tra di loro e, quindi, di aumentare l’abitabilità degli interni: lo spazio per la testa per gli occupanti dei sedili anteriori è di oltre un metro mentre lo spazio di carico con sedili posteriori abbattuti è di 1.481 litri.

Uno scambiatore di calore dei gas di scarico aiuta a portare a temperatura il sistema ibrido in tempi più rapidi. Questo consente a Kuga Hybrid di anticipare la guida in modalità esclusivamente elettrica anche dopo un avviamento a freddo e aiuta, inoltre, a riscaldare subito l’abitacolo per il massimo comfort dei passeggeri. Le prestazioni della batteria, ulteriormente migliorate, contribuiscono anche al raggiungimento di una capacità di traino fino a 1.600 kg per la variante a trazione anteriore.

La Kuga Hybrid è supportata da una nuova unità di controllo elettronico che consente di avere una risposta lineare e senza la minima esitazione durante i passaggi di funzionamento da elettrico puro, a ibrido a benzina. Inoltre, lo schema ibrido “power split” di ultima generazione presente su Kuga Hybrid prevede il motore a benzina da 2,5 litri ed è in grado di regolare i rapporti di marcia in maniera fluida e continua, ottimizzando le prestazioni e l’efficienza dei consumi in tutte le condizioni di guida. Sulla versione a trazione anteriore, l’accelerazione da 0 a 100 km/h richiede 9,1 secondi.

La funzione di simulazione cambio marcia, attivabile nelle modalità di guida Normal o Sport, regola automaticamente i giri del motore al variare della velocità del veicolo, in modo da ridurre quella sensazione di effetto “elastico” spesso associata alle trasmissioni a variazione continua CVT.

AWD si, ma solo quando serve

Per diversi decenni, i sistemi di trazione 4×4 hanno fornito maggiore aderenza su strada in caso di guida su superfici scivolose, inviando maggiore potenza a tutte e quattro le ruote, ma con la conseguenza di maggiore consumo di carburante.
Successivamente è stata introdotta la tecnologia della trazione integrale intelligente (AWD), in grado di individuare le ruote con la maggiore trazione e inviare a queste più potenza, per consentire la giusta aderenza senza un eccessivo aggravio di consumo di carburante.

Ora Ford ha fatto un ulteriore passo avanti, introducendo la tecnologia di disconnessione dell’AWD sulla Kuga, anche sulla nuova Kuga Hybrid. La tecnologia utilizza l’intelligenza artificiale per disattivare l’Intelligent All-Wheel Drive, consentendo un efficiente consumo di carburante, per poi riconnettersi con la rapidità di un battito di ciglia, quando individua la necessità di fornire una maggiore aderenza su strada. L’Intelligent All-Wheel Drive misura il modo in cui le ruote dell’auto aderiscono alla superficie stradale e può regolare l’erogazione della coppia tra gli assali per una maggiore aderenza.

Sebbene condizioni di guida su superfici scivolose possano presentarsi in qualsiasi momento dell’anno, l’Intelligent All-Wheel Drive offre il massimo supporto durante i mesi invernali, quando pioggia, neve e ghiaccio rendono molto spesso le superfici stradali più impegnative da affrontare. C’è poi da considerare il risparmio di carburante grazie a questa tecnologia: non usare la trazione 4×4 quando non è necessario permette infatti di risparmiare fino al 6,5% di carburante.

L’Intelligent All-Wheel Drive di Kuga Hybrid monitora continuamente quali ruote hanno la migliore trazione su strada, utilizzando le informazioni fornite dai sensori collocati attorno al veicolo. La potenza del propulsore ibrido è distribuita senza soluzione di continuità tra le ruote anteriori e posteriori per una marcia fluida e curve reattive, grazie a regolazioni che richiedono meno di 20 millisecondi. In situazioni in cui le ruote anteriori non hanno trazione, il sistema può persino inviare il 100% della potenza alle ruote posteriori.

La sofisticata funzione di disconnessione dell’AWD utilizza una centralina elettronica dedicata e uno speciale algoritmo per determinare se la potenza alle ruote posteriori può essere completamente eliminata in alcune circostante, come a esempio durante la guida in autostrada, in condizioni di manto stradale caldo e asciutto. In questo caso, l’algoritmo può decidere di concentrare la trazione sulle ruote anteriori per consentire una maggiore efficienza nei consumi.

Fondamentalmente, il sistema elettronico che gestisce la disconnessione dell’AWD è sempre pronto a ricollegare l’alimentazione alle ruote posteriori se rileva che l’Intelligent All-Wheel Drive  è  – o potrebbe presto essere – necessario. Il sistema di disconnessione dell’AWD monitora le informazioni fornite dai sensori, come a esempio il controllo della trazione e l’ABS per determinare la rotazione e lo slittamento delle ruote; l’attivazione dei tergicristalli e la temperatura esterna per determinare le condizioni meteorologiche e può persino rilevare se la Kuga Hybrid sta trainando un rimorchio, per aiutarla a prendere la decisione più corretta in soli 10 millisecondi.

Viaggi più rilassanti con App e ADAS

Kuga Hybrid è ordinabile in varie versioni quali Connect, ST Line, ST Line X e Vignale, offrendo una vasta gamma di tecnologie di assistenza alla guida, comfort e praticità.

Il modem integrato FordPass Connect, che trasforma il SUV in un Wi-Fi hotspot con connettività disponibile fino a un massimo di 10 dispositivi,  oltre ad aiutare i conducenti nella pianificazione di viaggi più veloci e rilassanti e a offrire ai passeggeri la possibilità di usufruire di canali d’intrattenimento online durante il viaggio, fornisce una serie di funzioni attraverso l’app FordPass, tra cui il Vehicle Locator e il Remote Start.

Inoltre, il pad di ricarica wireless, che rileva automaticamente i dispositivi compatibili, aiuta i conducenti a rimanere connessi durante il viaggio e consente ai passeggeri di ricaricare facilmente i propri smartphone senza intreccio di cavi. I dispositivi rimangono connessi al sistema di comunicazione e intrattenimento Ford SYNC 3 via Bluetooth anche mentre sono in carica, supportati da un touch-screen centrale a colori da 8’’ con funzione pinch&swipe, e compatibile con Apple CarPlay e Android Auto.

Disponibile anche il sistema audio premium B&O per permettere agli occupanti di ottenere il meglio dalla musica in streaming. Il sistema da 575 watt, dotato di 10 diffusori presenta un doppio subwoofer esterno per una produzione uniforme dei bassi, mentre la posizione dei tweeter, nel cruscotto, è stata ottimizzata per garantire un’esperienza di ascolto avvolgente per tutti gli occupanti.

Kuga migliora ulteriormente l’esperienza di guida grazie alla disponibilità di una gamma avanzata di tecnologie di assistenza alla guida, progettate per offrire maggiore sicurezza al volante e fornire un supporto alla concentrazione mentre si è in movimento, tra cui l’Adaptive Cruise Control con Stop & GoSpeed ​​Sign Recognition e Lane Centering per affrontare senza stress e traffico cittadino e autostradale. L’Active Park Assist Upgrade consente manovre di parcheggio completamente automatizzate con la semplice pressione di un pulsante.
Il Lane-Keeping System con Blind Spot Assist, che fa il suo debutto su Kuga, combina il Blind Spot Information System (BLIS) e il Lane-Keeping System. Se il conducente segnala un cambio di corsia o il sistema di controllo rileva un cambio di corsia con l’avvicinamento di un veicolo nell’angolo cieco che potrebbe portare a una potenziale collisione, il sistema applica un controsterzo per avvertire il guidatore e scoraggiare lo spostamento.

Debutta su Kuga, anche la tecnologia Intersection Assist che utilizza la telecamera anteriore del veicolo, combinata con un radar, per monitorare potenziali collisioni con veicoli in arrivo nell’opposto senso di marcia. La tecnologia agisce automaticamente sui freni, quando si viaggia a una velocità massima di 30 km/h, per aiutare a prevenire o mitigare gli effetti di incidenti negli scenari in cui un conducente stia svoltando sulla traiettoria di un veicolo in avvicinamento, come comunemente accade agli incroci o alle piccole rotatorie.

Dì la tua

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0
    Mercedes AMG 50 anni

    Mercedes AMG: la sua storia e il futuro elettrificato

    Niu Kick Scooter

    NIU Kick Scooter: versioni Sport e Pro. Prezzo e caratteristiche