in

Trionfo Alfa Romeo alla Mille Miglia 2022: la 6C Zagato del 1929 davanti a tutti

Tempo di lettura: 2 minuti

La 1000 Miglia 2022 è stata vinta dall’Alfa Romeo 6C 1750 SS Zagato del 1929 guidata da Andrea Vesco e Fabio Salvinelli. Non è la prima volta che questa coppia s’impone nell’ambita corsa, in quanto già l’anno scorso fu vincitrice di questa kermesse. Vesco, dal canto suo, è al terzo successo di fila dopo la vittoria del 2020 al fianco del papà Roberto. Per quel che concerne Alfa Romeo, sono 7 le vittorie di fila dal 2016 ad oggi.

L’Alfa Romeo 6C 1750 SS nella storia

Tre successi in altrettante edizioni hanno permesso a Vesco di eguagliare Giuliano Canè, il pilota che tra il 1998 ed il 2000 riuscì ad imporsi in tre appuntamenti consecutivi della 1000 Miglia. La vittoria finale è giunta al termine di 115 prove cronometrate ed 8 prove di media, tra cui quelle estremamente tecniche sullo sterrato di Capodimonte, sulle rive del lago di Bolsena. A vincere è quindi stata l’auto nata alla fine degli anni ’20 come un’evoluzione della 1500 e dotata di numerose soluzioni tecniche all’avanguardia per l’epoca. Spicca il motore da 64 CV con un rendimento termodinamico superiore alla media delle vetture contemporanee ed un regime di rotazione “elevato” di 4.800 giri. All’epoca, telaio e freni furono completamente rivisti rispetto alla 1500 per ridurre ulteriormente il peso complessivo della vettura intorno agli 850 kg.

Alfa Romeo 6C 1750 SS, un trionfo da ricordare

Se già negli anni precedenti a tagliare il traguardo prima di tutte è stata un’Alfa Romeo, per il secondo anno consecutivo a tenerle testa e chiudere in seconda posizione è stata una Lancia, precisamente la Lambda Spider Tipo 221 del 1929 di Andrea Luigi Belometti e Gianluca Bergomi. Sul gradino più basso del podio, invece, troviamo la O.M. 665 S MM Superba 2000 del 1929 di Lorenzo e Mario Turelli. Da sottolineare anche i riconoscimenti speciali, come quello che hanno guadagnato Silvia Marini ed Irene Dei Tos, le quali si sono aggiudicate la Coppa delle Dame a bordo della Bugatti T40 del 1929. Nelle prove cronometrate sono vincenti le prestazioni di Lorenzo e Mario Turelli che hanno conquistato il Trofeo Nuvolari dedicato ai 130 anni dalla nascita del pilota mantovano. A Giovanni Moceri e Valeria Dicembre, alla guida dell’Alfa Romeo 6C 1500 Super Sport del 1928, è andato il Trofeo Repubblica di San Marino, mentre Vesco e Salvinelli hanno vinto anche il Trofeo Città di Siena. Il Trofeo del Centenario dell’Autodromo di Monza è stato preda di Alberto e Giuseppe Scapolo su O.M. 665 S MM Superba 2000 del 1929.

A fare da accompagnatrice d’eccezione, un nuovo esemplare di Alfa Romeo Tonale.

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    Loading…

    0

    Milano Monza Motor Show 2022: la seconda edizione è stata un successone

    Saliamo a bordo della BMW M3 Touring a pochi giorni dalla presentazione [VIDEO]